Pizze d’autore, tradizione napoletana o interpretazioni gourmet. Ecco una guida alle pizzerie di Milano che offrono la possibilità di mangiare all’aperto.
Pubblicità

Di fronte alla necessità di recuperare i coperti persi in sala e con l’auspicio di invogliare i clienti a mangiare fuori casa in tutta tranquillità, in città molti locali cercano di conquistare spazi all’aperto. Usufruendo dei dehors già a disposizione o beneficiando delle nuove regole che normano l’occupazione del suolo, a Milano particolarmente vantaggiose. Nonostante ciò, nel capoluogo lombardo non è facilissimo rintracciare pizzerie con dehors. Qui una lista di quelle che ne sono dotate e garantiscono una buona qualità.

Lievità

Nella sede di via Ravizza (gli altri indirizzi sono in via Sottocorno 17 e in via Varese 4), la pizzeria di Giorgio Caruso – casertano, classe 1983 – offre anche qualche tavolo all’aperto, direttamente su strada. La sua è una pizza leggera e digeribile, con impasto ottenuto da farine italiane e integrali e semintegrali macinate a pietra, e lievitazione dalle 24 alle 48 ore. Una pizza napoletana che punta molto sulla qualità degli ingredienti, abbinati con personalità. Per iniziare, sfizi fritti della tradizione, dalla selezione dalla crocchè di patate al baccalà in pastella con sciuscillone (un peperone dolce servito in chips), al calzone ripieno di ricotta, provola affumicata e salame.

Via Carlo Ravizza, 11 – 0284561374 – www.pizzeria-lievita.com

Pubblicità
La pizza calabrese di Luca Abbruzzino per Berberè
Foto di Alberto Blasetti

Berberè

Di quattro sedi in città (l’ultima nata, qualche mese fa, in collaborazione con la beer firm Mikkeller), la pizzeria dei fratelli Aloe assicura tavoli all’aperto in via Vigevano (Navigli) e via Sebenico (Isola). La pizza è ottenuta da ingredienti biologici, servita in 8 spicchi, con una novità in carta firmata Luca Abbruzzino: il giovane chef calabrese regala ai clienti di Berberè un’interpretazione della sua regione, con ‘nduja di Spilinga, peperoni arrosto, olive nere, capperi, pecorino crotonese, fiordilatte, menta. E con ogni pizza, per tutto il mese di giugno, una birra Mikkeller in omaggio. Prenotazione online.

Via Sebenico, 21 – 02 36707820 – https://www.berberepizza.it/prenota/

Via Vigevano, 8 – 02 36758428

La pizza gourmet di Dry e i cocktail sullo sfondo

Dry Milano

Bisognerà attendere fino al 12 giugno per salutare la riapertura della seconda sede nata in casa Dry, in via Vittorio Veneto, che può disporre anche di un piacevole dehors su strada adatto a ospitare una ventina di coperti. La carta vincente dell’insegna, che ha fatto la storia della pizza “moderna” a Milano, è l’abbinamento pizza&cocktail. Alle pizze ci pensa Tymur Isayev (mentre in via Solferino – che riapre sempre il 12 giugno, ma non può disporre di tavoli all’esterno –  c’è Lorenzo Sirabella, ischitano classe 1993, allievo di Enzo Coccia), che è pure supervisore della cucina in entrambi gli indirizzi.

Pubblicità
Il dehors di Dry a Milano

Sempre disponibile la formula TrybyDry, che abbina una pizza inedita a un cocktail e a un dessert; ma è ampia la scelta alla carta, tra pizze dello chef, cubotti (di focaccia semi-integrale farciti), focacce in versione piccola o regular (celeberrima quella con vitello tonnato e polvere di capperi) e pizze classiche – Margherita, marinara, Margherita con bufala, bianca con mozzarella – con aggiunta di ingredienti a piacere.

Via Vittorio Veneto, 28 – 0263471564 – www.drymilano.it

Ambaradan

La pizza asseconda la tradizione napoletana, il menu è relativamente breve, con una decina di proposte, tra cui la variante della settimana. Ma la particolarità di Ambaradan si svela al momento di pagare il conto, quando il prezzo dovuto varia a seconda del gradimento del cliente, che può giudicare la propria pizza migliorabile, buona oppure ottima. E pagherà in proporzione. Per cominciare montanarine, pizzelle fritte e fiori di zucca ripieni di ricotta vaccina e pesto alla genovese. Tavolini all’aperto disponibili su strada.

Via Lodovico Castelvetro, 20 – 023451701

La pizza tonda napoletana di Assaje

Assaje

Assaje è la pizza napoletana (ma gourmet) di Antonio Tammaro, oggi presente in quattro città (oltre a Milano, con due sedi, anche a Bergamo, Udine e Trieste). Nella sede di piazzale Segrino, la pizzeria dispone anche di un dehors su strada. Il menu delle pizze segue la stagionalità degli ingredienti, selezionati con grande cura, mentre l’impasto è ottenuto da un mix di farine semi-integrali macinate a pietra.

Piazzale Segrino – 02606456 – www.assaje.it

La pizza tonda di Pizzium

Pizzium

Prodotti tipici delle diverse regioni italiane che incontrano un buon impasto, a base di farine nazionali, morbido al centro. È questa la filosofia di un format vincente esportato in più città, che a Milano è presente con tre sedi. In via Procaccini, il locale offre qualche tavolo all’esterno. Si comincia con bruschette e focacce, sorseggiando la birra della casa, ad alta fermentazione (Birrium). Poi ognuno può scegliere la sua pizza “regionale” preferita.

Via Procaccini, 30 – 02 33607623 – www.pizzium.com

Bioesserì Porta Nuova

In via Vespucci, il brand dei fratelli Borgia è arrivato lo scorso autunno. A disposizione uno spazio di grande fascino, che può beneficiare anche dell’area pedonale antistante al locale, dove sono allestiti i tavoli all’aperto. Oltre al focus sulla miscelazione, in cucina convivono l’anima dedicata ai classici della tradizione locale e la pizza lievitata 72 ore, con farciture classiche o creative. Al centro, l’esaltazione delle materie prime biologiche, che ha fatto dell’insegna (a partire dalla casa madre di via Fatebenefratelli, mentre il terzo locale è a Palermo) un punto di riferimento noto della ristorazione sostenibile in città.

Via Amerigo Vespucci, 11 – 02 36740207 – www.bioesseri.it

Gino Sorbillo Pizza Gourmand

Dehors in pieno centro per la pizzeria di Gino Sorbillo che punta a valorizzare le tipicità regionali. L’impasto è ottenuto da farine integrali, la cottura avviene in forno elettrico, il disco è morbido ed esalta la qualità degli ingredienti. Da bere piccola selezione di vini e birra.

Via Ugo Foscolo, 1 – 02 80502300 – www.sorbillo.it

La pizza di Franco Pepe a Identità Golose Hub

Al momento disponibile solo all’ora di pranzo (dal lunedì al venerdì), la pizza di Franco Pepe completa il menu proposto agli ospiti dell’Hub di Identità Golose, in via Romagnosi. Tre le alternative in carta: le già note Scarpetta e Margherita Sbagliata, signature del pizzaiolo di Caiazzo, e un a new entry ribattezzata la Bufala profumata, con mozzarella di bufala, bresaola di bufalo, sesamo, zest di lime ed erbe selvatiche. Da gustare nel dehors all’aria aperta, ospitato nella corte verde dell’edificio.

Via Romagnosi, 3 – 02 23668900 – www.identitagolosemilano.it/prenotazioni/

Le pizze al padellino nel dehors di Eataly Smeraldo

Eataly Smeraldo all’aperto Pizza&drinks

Il nuovo dehors di Eataly, in piazza XXV aprile, è dedicato proprio alla pizza, magari da gustare sorseggiando un buon drink. Lo spazio, riallestito per l’occasione, è in realtà aperto tutto il giorno, con orario continuato, dalle 7.30 alle 23, ed è dunque pensato per risolvere ogni momento della giornata, dalla colazione al dopocena. La pizza è quella cotta nel padellino, in teglia di ferro tonda da 24 centimetri. A scelta tra Margherita, rossa con alici e olive, diavola, ma anche proposte più particolari, con zucchine, patate e ricotta salata o con mortadella Villani e stracciatella Miracolo a Milano. Da bere, oltra alla selezione di drink e alla carta dei gin tonic, bollicine, vini e birre.

Piazza XXV aprile, 10 – www.eataly.net

Mare Culturale Urbano

Nell’ex cascina che ospita il centro di produzione artistica e culturale alla periferia ovest di Milano, quest’estate si può mangiare anche una pizza all’aperto, presso il ristorante pizzeria Mare birre e cucina. Per godere del bel cortile, però, è obbligatorio prenotare in anticipo, approfittando di uno dei due turni serali (19.45 o 21.45).

Via Giuseppe Gabetti, 15 – 3318134754 – www.maremilano.org

Cascina Santa Brera

Dal giovedì al sabato, solo a cena, il forno a legna di Cascina Santa Brera sforna pizze da lievito madre, farcite con gli ingredienti dell’azienda agricola, che vanta 34 ettari di terreno coltivato a frutta, ortaggi e frumento tenero (ma anche allevamento di bovini di razza Varzese, galline ovaiole, maiali, polli, apicoltura, e tutto in regime biologico). Siamo a San Giuliano Milanese, nei pressi del fiume Lambro, a circa 30 minuti di macchina dal centro della città. E gli ampi spazi all’aperto dell’agriturismo che sorge nel cuore del Parco Agricolo Sud sono la soluzione ideale per passare una bella giornata in campagna.

Via Cascina Santa Brera – San Giuliano Milanese – 340 5343502 – www.cascinasantabrera.it