Anteprima Tre Bicchieri 2023. I migliori vini del Trentino

26 Set 2022, 10:58 | a cura di Gambero Rosso
Le anticipazioni dei premiati delle batterie di assaggio per la guida Vini d'Italia 2022 del Gambero Rosso. Ecco i migliori vini del Trentino
Pubblicità

Tre Bicchieri 2023: Trentino del vino, tra piccole realtà e grandi consorzi

I festeggiamenti del mezzo secolo della Denominazione - tra le primissime in Italia - non smettono di ribadire che il Trentino può vantare una qualità vitivinicola generalizzata, grazie a colossi enologici (le cooperative) e una miriade di vignaioli che coltivano vigneti come giardini anche se, troppo spesso, i picchi rimangono solo sulle Dolomiti. Tra i vini da uve a bacca bianca troverete spesso interpretazioni iconiche grazie a varietà come nosiola, müller thurgau e qualche buon moscato giallo che guidano una pattuglia di precisi (e talvolta intriganti) interpreti del vino trentino.

Trentino: 120 anni di grandi bollicine

Detto ciò non vi è dubbio che sia ancora una volta lo spumante classico a scandire l'autorevolezza trentina. Iniziata in riva all'Adige già nel lontano 1902 con quel Giulio Ferrrari che puntò a differenziare ogni vendemmia, per proporre un vino di fascino, destinati a durare nel tempo. In 120 anni tutto è cambiato, sempre in un crescendo qualitativo. Il comparto vive un momento di grande dinamismo e dal continuo incentivo produttivo, con oltre 60 aziende già socie dell'Istituto di Tutela Trentodoc, mentre almeno altre 40 cantine private stanno ‘tirando' col metodo classico bollicine che per denominazione hanno (comunque) Trento. Realtà che accudiscono vigneti in quota, che elaborano magari poche migliaia di bottiglie, ma sono comunque aziende con grande competenza e una mirata visione, a prescindere dall'ancor esiguo numero di bottiglie: insomma, piccole ma pronte a sfidare ogni confronto. Per constatarlo basta scorrere l'elenco dei Tre Bicchieri e il numero delle etichette approdate alle degustazioni finali: elenco con tante conferme e qualche curiosa novità, a partire da Revì che si trova in compagnia con diverse cantine da tempo in gran spolvero, vale a dire Ferrari, Letrari, Maso Martis e ancora Rotari, Moser e Balter. Tutti vini non solo buoni, ma con una precisa d'identità che richiamano i luoghi, il paesaggio dolomitico come valore aggiunto.

I nuovi Tre Bicchieri del Trentino

Ecco, il Trentino sulla nostra Guida Vini è questo ed altro ancora. Per scoprirlo basta scorrere giudizi, curiosità e le nuove entrate presenti nelle pagine che state per sfogliare. Con il blasone di vini rossi indimenticabili - su tutti il San Leonardo dei Guerrieri Gonzaga - in sintonia con i Pinot Nero - Maso Cantanghel e Corvée - e pure i Teroldego, capitanati da De Vescovi Ulzbach, che vogliono (vorrebbero) essere semplicemente chiamati col nome della zona d'origine: il Campo Rotaliano. Chiudiamo con una piccola grande novità. Raggiunge la vetta un vino che nasce in vetta: Tre Bicchieri al Vin de La Neu, bianco di gran fascino che guida una pattuglia di vini da vitigni resistenti, varietà su cui da tempo ha scommesso il bravo enologo Nicola Biasi.

Pubblicità

Tre Bicchieri 2023: i migliori vini del Trentino

 

> Scoprite i vini Tre Bicchieri 2023 regione per regione

>Partecipa alla grande degustazione Tre Bicchieri 2023

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X