Un'annata di gran livello, la 2015 per il Montefalco Sagrantino. L'abbiamo assaggiata in anteprima e scelto le 10 etichette che la rappresentano di più.
Pubblicità

Un’annata a cinque stelle” proclama orgoglioso Filippo Antonelli, Presidente del Consorzio Montefalco e titolare della cantina che porta il suo nome. Per lui è il secondo mandato, il primo da quando esiste un’Anteprima dedicata al vino Sagrantino. “La Denominazione quest’anno festeggia i 40 anni” ci dice “ma sono due le date da ricordare oltre all’anno 1979 in cui è nata. La prima è il 1992, quando Montefalco Sagrantino divenne Docg andando ad esprimere tutto il valore del grande vitigno autoctono. La seconda è il 2016 quando si introdusse il Montefalco Bianco (andando ad esaltare varietà come il grechetto e soprattutto il trebbiano spoletino) e si modificò il Montefalco Rosso, e il territorio prese così una direzione che vede l’esaltazione di tutto l’areale montefalchese, non solo quella legata al Sagrantino”. Al Sagrantinio dedichiamo un grande servizio sul numero di Marzo del Gambero Rosso.

Montefalco Sangrantino: l’annata 2015

Tornando all’annata 2015 abbiamo notato una corrispondenza tra la valutazione del consorzio (le cinque stelle significano annata eccezionale) e il bicchiere. Nonostante siano in piena gioventù i vini sembrano regalare un buon equilibrio tra la materia e la struttura (frutto di un millesimo caldo) e le durezze che mostrano sapidità, freschezza acida e soprattutto un tannino (vera peculiarità dell’uva) maturo e dolce, capace di dare armonia al sorso senza contrarre la beva.

Dove va il Montefalco Sagrantino: le ultime vendemmie

Vale la pena però fare il punto sulle ultime vendemmie, al di là degli aspetti che caratterizzano il clima. Sembra che la denominazione abbia trovato la strada giusta e i vini negli ultimi anni siano sempre più centrati. Soprattutto la grande impronta tannica è domata da una consapevolezza che parte dalle vigne e arriva nelle cantine, dove si sono fatti passi da gigante sia sulle macerazioni, sia sull’uso dei legni. Lo dimostra l’annata 2014, tutt’ora in commercio per molte aziende: nonostante la valutazione di tre stelle data al millesimo, nei bicchieri si è trovato e si continua a trovare un ottimo equilibrio. Tutto è frutto di un lavoro di confronto e condivisione che il Consorzio col suo lavoro quotidiano porta avanti. E grazie al quale Montefalco, a partire dal Sagrantino, fino ad arrivare al Rosso e al Bianco con la moltitudine di varietà autoctone presenti, riesce a rappresentare sempre di più il concetto di terroir a cui solo i grandi vini possono ambire.

Pubblicità

La degustazione

Vi presentiamo di seguito i 10 Montefalco Sagrantino 2015 che più ci hanno stupito duranti gli assaggi organizzati dal Consorzio lo scorso 18 e 19 febbraio. Non è un giudizio assoluto, tanto meno una classifica, ma solo la voglia di evidenziare – in questa fase – i vini che ci sono sembrati più armonici e più testimoni dell’annata. Come sempre, i risultati ufficiali li rimandiamo alla guida dei vini, a seguito di ulteriori assaggi che faremo nei mesi prossimi.

Sagrantino di Montefalco. Le 10 etichette

Ilaria Cocco – Montefalco Sagrantino Phonsano ’15

Giovanissima realtà che può vantare tre ettari e mezzo di vigna nel comprensorio di Montelfaco. Tre, per ora, i vini prodotti. Un Montefalco Rosso, un Sagrantino Passito e il Montefalco Sagrantino che vi presentiamo. Il naso convince fin da subito per ottima espressività, spicca la nota di mora e il frutto rosso croccante. Non manca una leggera speziatura che anticipa un sorso di grande eleganza ed equilibrio. Morbidezza e avvolgenza sono ben contrastati da un tannino presente ma mai aggressivo e il finale è lungo e freschissimo. Sorprendente.

Montefalco (PG) – Poggetto n°6/c – 3471916207 – www.coccomontefalco.it

Pubblicità

Colle Ciocco Spacchetti – Montefalco Sagrantino ’15

È da un po’ di annate che assaggiamo ottimi rossi dell’azienda Colle Ciocco. Una conferma arriva dal Sagrantino ’15. L’ottima beva è anticipata da un naso complesso e nitido, dove spiccano le note di frutto rosso, i cenni balsamici e di cuoio. La bocca mostra freschezza e buona sensazione fruttata, il finale è sapido e lungo e la parte tannica dice la sua senza contrarre minimamente il sorso. Delizioso.

Montefalco (PG) – via B. Gozzoli 1/5 – 0742379859 – www.colleciocco.it

Fongoli – Montefalco Sagrantino ’15

Piccola azienda che produce vini artigiani, veri interpreti di annata e territorio, nel bene e nel male. Ci convince la 2015, dal naso affascinante, terroso e speziato, con la parte fruttata e primaria che vien fuori pian piano. Anche la bocca sembra mostrare un buon equilibrio. Sapidità e freschezza si sommano a una componente tannica importante, ma mai predominante e solo il finale è leggermente marcato da una sensazione amaricante. Sincero.

ontefalco (PG) – loc. San Marco di Montefalco – 0742378930 – www.fongoli.com

Adanti -Montefalco Sagrantino ’15

Bella e solida realtà tra le più interessanti del panorama montefalchese. Dall’assaggio della 2015 emerge subito un naso moderno e complesso, dalla leggera speziatura iniziale che vira verso sensazioni di terra, prugna e resina. La bocca è avvolgente e sinuosa, fresca e sapida: dalla tessitura fitta riesce a offrire armonia generale garantita da tannini vivi e maturi. Preciso.

Bevagna (PG) – via Belvedere, 2 – 0742360295 – www.cantineadanti.com

Antonelli – San Marco – Montefalco Sagrantino ’15

L’azienda non ha bisogno di presentazioni e vanta una gamma di ottima fattura, sia sui rossi sia sui bianchi. Il Sagrantino ’15 offre un naso molto bello, balsamico, speziato e dai cenni di sottobosco, la bocca è sinuosa e morbida, il tannino è puntuto ma saporito e maturo; il sorso si completa con un grande equilibrio tra freschezza e sapidità. Finale pulito e lungo che ci riporta agli aromi percepiti al naso. Elegante.

Montefalco (PG) – loc. San Marco, 60 – 0742379158 – www.antonellisanmarco.it

Pardi – Montefalco Sagrantino ’15

Convincono sempre di più i vini firmati Pardi, realtà a gestione familiare con sede a Montefalco. Oltre a un delizioso Montefalco Rosso, l’azienda ci ha proposto un Sagrantino molto buono. Il naso è un tripudio di frutto rosso pulito e croccante, fa capolino un cenno speziato dolce e un tocco balsamico, molto fine ed elegante. La bocca ha la stoffa del grande vino, tannino e freschezza non mancano ma danno sempre vitalità e scorrevolezza al sorso. Esemplare.

Montefalco (PG) – via G. Pascoli, 7/9 – 0742379023 – www.cantinapardi.it

Perticaia – Montefalco Sagrantino ’15

Altra realtà solida che ha contribuito non poco all’accrescimento dei vini di Montefalco. Per il Sagrantino ’15 percepiamo un bellissimo naso, scandito da frutto rosso, spezia, sottobosco e cenni balsamici. La bocca è molto elegante, attraversata da un tannino ricco, puntuto, ma molto maturo. Il tutto è completato da freschezza sapida, avvolgenza e un sapore che si protrae fino in fondo. Profondo.

Montefalco (PG) – loc. Casale – 0742379014 – www.perticaia.it

Le Cimate – Montefalco Sagrantino Donna Giulia ’15

Giovane azienda nata nel 2011 grazie a un’eredità raccolta da Francesca Bartoloni riguardo una realtà di famiglia attiva nell’agricoltura dal 1800. Il Sagrantino ’15 è convincente e ci sembra un ottimo testimone dell’annata. I profumi snocciolano sentori tra frutto (mora e fragolina) e sensazioni terrose (sottobosco e resine nobile), il sorso è snello, scandito da tannino saporito e maturo, lungo nell’espressione aromatica. Variegato.

Montefalco (PG) – fraz. Casale
 – loc. Cecapecore, 41 – 0742290136 – www.lecimate.it

Tenute Lunelli – Castelbuono – Montefalco Sagrantino Carapace ’15

Uno dei migliori assaggiati all’anteprima. Il vino, nonostante la sua gioventù, sembra vivere una fase di grazia, col naso già espressivo, pulito e complesso e la bocca di grande armonia. I sentori di corteccia, polvere da sparo e frutto nero anticipano un sorso scorrevole e fresco, tannico quanto basta e di ottima profondità. Il finale è scandito da sapore, un tocco piccante e un aroma che riporta alle sensazioni olfattive. Affascinante.

BevaGna (PG) – voc. Castellaccio, 9 – 0742361670 – www.tenutelunelli.it

Tabarrini – Montefalco Sagrantino Colle alle Macchie ’15

Sono ben tre i Sagrantino prodotti da Giampaolo Tabarrini, produttore eclettico e capace di mettere in bottiglia alcuni tra i vini più affascinanti della denominazione. In questa fase di anteprima abbiamo preferito il Colle alle Macchie, vino dai sentori lievemente rustici ma affascinanti, in cui spicca la mora e il pepe nero. La bocca è ampia, ricca, fitta, dal tannino presente e imponente ma sempre in armonia con la materia. Imponente.

Montefalco (PG) – fraz. Turrita – 0742379351 – www.tabarrini.com

a cura di Giuseppe Carrus