Bere bene non superando la soglia dei 13 euro a bottiglia (per l'acquisto in enoteca o a scaffale della GDO). È il rapporto qualità/prezzo il parametro di riferimento della guida che quest'anno festeggia la trentesima edizione, celebrando l'Italia vinicola del bere agile e di qualità. I premiati di Berebene 2020 e la degustazione romana del 24 novembre.
Pubblicità

Trent’anni di guida Berebene del Gambero Rosso

Dal 1991, con cadenza annuale, l’appuntamento con la guida Berebene si ripete per raccontare come l’Italia del vino – variegata e in crescita qualitativa costante, come dimostra Vini d’Italia 2020 – possa essere conveniente e accessibile a tutti. Quest’anno, l’edizione 2020 celebra il trentesimo anniversario di questo vademecum al buon bere con un occhio di riguardo al prezzo, che in origine, non a caso, si intitolava Almanacco del Berebene, e nasceva sull’idea che un vino quotidiano e di qualità fosse possibile. Per essere più concreti, il parametro di riferimento dei nostri giorni è quello dei 13 euro (all’inizio degli anni Novanta il limite massimo era fissato alle 10mila lire), tetto stabilito dalla guida per orientare l’acquisto presso enoteche e circuito della GDO: “Nel lungo strascico della crisi economica che abbiamo vissuto negli ultimi anni, reperire presso le enoteche e gli scaffali della GDO etichette che si aggirano sui 13 euro (i prezzi segnalati sono indicativi, ma molto vicini a quelli reali) permette un consumo più democratico e capillare, che noi cerchiamo di indirizzare verso prodotti di altissima qualità“, spiegano i curatori della guida, Stefania Annese e William Pregentelli. Poi c’è l’altro aspetto peculiare di una pubblicazione che vuole essere accessibile in tutti i sensi: “leggero”, “piacevole”, “di grande bevibilità” sono aggettivi che si ripetono frequentemente tra le pagine, perché ben si addicono a una selezione che privilegia il buon bere spensierato, non solo per i piccoli prezzi, ma anche per le caratteristiche intrinseche di vini perlopiù agili, di grande piacevolezza.

Guida ai vini d’Italia col miglior rapporto qualità /prezzo

Con un ventaglio di possibilità davvero ampio e capillare, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, attraversando il Paese alla ricerca di aziende che lavorano con personalità e capacità di valorizzare il territorio e le caratteristiche delle uve, che si tratti di piccolissime aziende o di realtà strutturate e in grado di garantire grande capacità produttiva. In questa direzione, i numeri di Berebene 2020 parlano chiaro: 1450 vini entro i 13 euro segnalati, 1100 cantine rappresentate, 849 Premi Qualità Prezzo, 9 Premi Nazionali suddivisi per aree geografiche e tipologia e 21 Premi Regionali.

La degustazione Berebene 2020 a Roma, Torino e Napoli

L’appuntamento per scoprirli è per

Pubblicità
  • domenica 24 novembre, a Roma. Dalle 17 alle 21, presso il Foyer dell’Auditorium della Conciliazione, andrà in scena la grande degustazione Berebene 2020, che seguirà la presentazione della guida in programma per la mattinata. La degustazione è aperta al pubblico – previo acquisto sullo store online o presso la sede dell’evento domenica stessa – del biglietto da 25 euro che dà accesso ai banchi d’assaggio. Un’opportunità unica per scoprire molti dei vini premiati per il miglior rapporto qualità/prezzo, a diretto contatto con le cantine che li producono, e gustare le proposte gastronomiche che accompagneranno il viaggio nell’Italia del Berebene.
  • lunedì 9 dicembre a Torino, dalle 15 alle 21, a Palazzo Copernico Garibaldi
  • martedì 10 dicembre a Napoli, dalle 18 alle 22, presso il MANN – Museo Archeologico Nazionale

I premiati di Berebene 2020

Intanto anticipiamo i Premi Nazionali e Regionali della guida Berebene 2020.

Premi Nazionali Qualità/Prezzo 2020 – Vini bianchi

Trentino Riesling ‘18 de La Vis – Valle di Cembra (Trentino)

Pecorino ‘18 di Tiberio (Abruzzo)

Fiano di Avellino ‘18 di Tenuta Scuotto (Campania)

Pubblicità

Premi Nazionali Qualità/Prezzo 2020 – Vini rossi

Oltrepò Pavese Buttafuoco ‘18 di Verdi (Lombardia)

Todi Rosso ‘18 di Tudernum (Umbria)

Aglianico del Vulture Pipoli Zero ‘17 di Vigneti del Vulture (Basilicata)

Premi Nazionali Qualità/Prezzo 2020. Vini rosati

Bardolino Chiaretto Cl. Vigne Alte ‘18 di Zeni 1870 (Veneto)

Gemella Rosato ‘18 di Bindella (Toscana)

Salice Salentino Rosato Anticaia ‘18 di Cantina San Donaci (Puglia)

Premi Regionali Qualità/Prezzo 2020

Valle d’Aosta:

Valle d’Aosta Gewürztraminer ’18 – Cave des Onze Communes

Piemonte:

Gavi del Comune di Gavi Primi Grappoli ’18 – Cantina Produttori del Gavi

Liguria:

Riviera Ligure di Ponente Vermentino V. Sorì ’18 – Poggio dei Gorleri

Lombardia:

Ultrapadum ’17 – Bisi

Trentino:

Teroldego Rotaliano Castel Firmian Ris. ’15 – Mezzacorona

Alto Adige:

A. A. Terlano Cl. ’18 – Cantina Terlano

Veneto:

Stilrose ’18 – Santa Margherita

Friuli Venezia Giulia

Collio Friulano ’18 – Maurizio Buzzinelli

Emilia Romagna

Gutturnio Sup. Colto Vitato del Cicotto ’17 – Cantine Romagnoli

Toscana:

Montecucco Rosso Tniatus ’16 – Le Pianore

Marche:

Porpora ’16 – Il Pollenza

Umbria:

Orvieto Cl. Sup. Ca’ Viti ’18 – Neri

Lazio:

Pantaleo ’18 – Cincinnato

Abruzzo:

Cerasuolo d’Abruzzo Giusi ’18 – Tenuta Terraviva

Molise:

Molise Rosso Campo in Mare ’16 – Borgo di Colloredo

Campania:

Katà Catalanesca ’18 – Cantine Olivella

Basilicata:

Matera Moro Torre Bollita ’17 – Battifarano

Puglia:

Metiusco Rosato ’18 – Palamà

Calabria:

Terre di Gerace Bianco ’18 – Barone Macrì

Sicilia:

Nero d’Avola Vivitis Bio ’18 – Gorghi Tondi

Sardegna:

Terresinis Vernaccia ’18 – Cantina Sociale della Vernaccia

 

Partner dell’evento Berebene 2020 Roma