Tanti appuntamenti per conoscere la cultura dell’olio extravergine italiano grazie all’iniziativa che vede insieme Ismea e Gambero Rosso. Il calendario degli eventi.
Pubblicità

Partirà a metà ottobre, per concludersi a metà novembre, il ciclo di eventi straordinari dedicati agli oli extravergine di qualità italiani, realizzato dall’Ismea – Istituto di servizi per il mercato agricolo-alimentare, in collaborazione con il Gambero Rosso, nell’ambito della campagna di comunicazione del Mipaaf “Olio su Tavola, i Capolavori dell’Extravergine”. Lanciata nel 2019, la campagna informativa biennale ha l’obiettivo di accrescere la conoscenza delle caratteristiche organolettiche, nutrizionali e territoriali dei prodotti olivicoli-oleari di qualità (olio EVO, oli monovarietali, oli a indicazione geografica, olive da mensa), valorizzando la qualità del prodotto, elevandone ulteriormente la percezione e promuovendo presso il consumatore e presso talune figure intermedie della filiera (responsabili di scaffale presso la GDO, chef…) la consapevolezza delle caratteristiche nutritive e le peculiarità degli oli evo di qualità.

Olive in frantoio

Oltre 500 tipi di olive in Italia

Il patrimonio dell’olio extravergine del nostro Paese può contare su oltre 500 cultivar e ben 48 oli Dop e Igp, che rappresentano il “tesoro” intorno al quale olivicoltori e frantoiani italiani costruiscono ogni giorno la cultura del food made in Italy, creando letteralmente oli straordinari. Eppure si fa presto a dire olio extravergine d’oliva. Quanto ne sappiamo in realtà? Cosa conosciamo della filiera e della gamma di oli presenti sul mercato? È possibile pensare a un “upgrading” nella cultura del consumatore, tale per cui si possa costruire gradualmente attorno all’olio di qualità quell’appeal che il mondo del vino ha saputo pian piano conquistare?

Degustazione di olio

Una conoscenza da rafforzare sull’extravergine

Nonostante sia uno degli alimenti più consumati in Italia, infatti, l’olio extravergine di oliva è uno dei meno conosciuti. Incredibile a dirsi, considerato che si tratta di uno dei pilastri della dieta mediterranea. La campagna crossmediale Mipaaf-Ismea ha giocato su più fronti: una serie web interpretata dal giovane chef influencer Lucake, che ha superato su Youtube e Facebook le 200mila visualizzazioni, una serie di video realizzata in collaborazione con il Coni che vedono protagonisti atleti olimpici di diverse regioni italiane, e diversi eventi come la Fiera del tartufo d’Alba, Fieragricola a Verona e gli appuntamenti di FICO a Bologna, nei quali ai consumatori è stata data la possibilità di confrontarsi direttamente con le degustazioni di oli EVO di eccellenza, fino alla campagna media in programma a ottobre e novembre 2020, al sito informativo e ai social media dedicati.

Pubblicità

“OLIOE20” si inserisce in questo contesto, cercando di creare attorno all’olio EVO di qualità quel fascino che invogli sempre più consumatori ad acquistare oli evo di qualità italiani.

I 4 appuntamenti con Giorgione da seguire online

Si scrive OLIOE20 ma si può leggere “olioeventi”, con un riferimento immediato alle iniziative e al 2020, la kermesse organizzata da Ismea con la collaborazione degli esperti del Gambero Rosso, che toccherà Toscana, Lazio, Calabria e Puglia. Una serie di 4 “show cooking ” guidati Giorgione, lo chef talent di Gambero Rosso HD, in cui faranno da protagonisti alcuni oli Dop e Igp regionali che saranno degustati ed utilizzati per cucinare, cercando di trovare sempre un extravergine adatto a quel piatto e spiegando il perché. Questo nuovo calendario di appuntamenti si aggiunge alle numerose attività che sono state realizzate in molte regioni dal Nord al Sud d’Italia, a supporto della Campagna.

Gli show cooking, che vedranno la partecipazione di un ampio pubblico di foodblogger, giornalisti, professionisti del settore ed appassionati, saranno trasmessi su www.campagneistituzionali.it/oliosutavola e su www.gamberorosso.it/olioe20/

 

Pubblicità

Il calendario degli appuntamenti

sabato 17 ottobre: Lazio

sabato 7 novembre: Calabria

sabato 14 novembre: Puglia

sabato 21 novembre: Toscana

 

Cosa è Ismea e cosa fa per l’agroalimentare

L’Ismea – Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare – è l’ente economico nazionale che opera al servizio del settore agricolo e agroalimentare italiano accompagnando, con strumenti dedicati, le imprese del settore agricolo e alimentare nelle diverse fasi della loro vita. L’Ismea realizza servizi informativi, assicurativi e finanziari e costituisce forme di garanzia creditizia e finanziaria per le imprese agricole per favorire l’informazione dei mercati, agevolare il rapporto con le banche e sostenere la competitività. Particolare attenzione viene riservata ai giovani agricoltori, con strumenti per favorire l’accesso alla terra come la Banca nazionale delle terre agricole e misure quali il Primo insediamento in agricoltura.

foto di apertura di Viviana Martucci

 

Tutte le informazioni sugli show cooking di Giorgione