Nato nel 2013 da un’idea di Fausto Fratti, Spessore continua a marciare. Dopo un 2020 itinerante, il 22 e 23 giugno la manifestazione torna a casa, nella Romagna di San Mauro Pascoli, all’interno del parco dedicato al poeta.
Pubblicità

Spessore. Dalle origini al presente

Se c’è una certezza, nella storia di Spessore, è che la macchina si rimette sempre in moto. Il merito è della dedizione alla causa di chi l’ha ideato, Fausto Fratti, ormai quasi dieci anni fa (era il 2013), con l’obiettivo di valorizzare le sinergie tra cuochi, produttori e territori d’Italia. Con la gioia di improvvisare, e compartecipare alla riuscita di un evento mai uguale a se stesso – perché fondato sul godersi il presente – ma sempre incentrato sul riconoscimento e l’esaltazione del talento. I talenti individuali dei giovani cuochi che negli anni hanno preso parte alla manifestazione, ma ancor più quello di squadra, che trasforma Spessore in una vera festa della cucina d’autore e della buona tavola, senza retorica, né formalismi. E poiché l’improvvisazione è un’arte che deve poggiare su basi solide (versatilità, elasticità, capacità d’organizzazione), anche nel 2020, un anno fa, Spessore è andato in scena, moltiplicando l’impegno in più piazze d’Italia, diventando itinerante, ospite ogni volta di un resident chef felice di condividere la cucina del proprio ristorante con il resto del gruppo (tra Catanzaro, Telese e Roma, saltando purtroppo la tappa finale, a Rimini, causa Covid).

Parco Poesia Pascoli

Spessore 2021 torna in Romagna

L’edizione del 2021, invece, segna un ritorno a casa, in Romagna, dove tutto è iniziato. Allora era il giardino del Povero Diavolo di Torriana, oggi Villa Torlonia, a San Mauro Pascoli, quinta di grande rilevanza storica, a ritroso nel tempo fino alla fondazione malatestiana dell’antico Castello di Giovedìa, poi ribattezzato dalla proprietà Torlonia, e ora sede del Museo Multimediale Pascoliano e del Parco Poesia Pascoli, che celebrano i natali del poeta. Dunque Spessore riparte, incrociando l’orizzonte della poesia, e celebrando due anni in uno, come Spessore d’Italia ’20-’21. Quello che non cambia, com’è evidente, è la filosofia che guiderà i partecipanti a disegnare nel più sorprendente dei modi possibili questo “appuntamento fra procuratori e consumatori di piaceri”. In due giornate si muoveranno in cucina una cinquantina di cuochi (ma anche pasticceri, gelatieri, panificatori, pizzaioli), veterani della manifestazione e volti nuovi accolti in famiglia. Si va in scena il 22 e 23 giugno, dalle 20.30 in poi; c’è posto per cento commensali ogni sera.

I cuochi di Spessore

Non cambiano le regole del gioco: al mattino si arriva “armati” solo di coltelli e tanta voglia di improvvisare, la sera gli ospiti godono di una sequenza di piatti inediti, nati in cucina, poche ore prima, dal confronto di idee tra personalità anche molto diverse tra loro, che rappresentano l’Italia della cucina d’autore da Nord a Sud. Che anche questo sia di buon auspicio per la vera ripartenza della ristorazione italiana. Eccole, dunque, la batterie ai blocchi di partenza per le due serate di inizio estate:

Pubblicità

Martedì 22 giugno

MARCO BRAVETTI Tocia! Cucina e Comunità Venezia
LORENZO BARSOTTI Sosta dei Cavalieri Pisa
LUCIANO MONOSILIO Luciano Cucina Italiana Roma
GABRIELE EUSEBI Cuoco delle lettere Belmonte Piceno Fermo
NINO ROSSI Qafiz Santa Cristina d’Aspromonte Reggio Calabria
SABATINO LATTANZI Zunica 1880 Civitella del Tronto Teramo
LORENZO RUTA Taverna Migliore Modica Ragusa
CHRISTIAN MILONE Zappatori Pinerolo Torino
LUCA ABBRUZZINO Abbruzzino Catanzaro
GIANFRANCO PASCUCCI Al Porticciolo Fiumicino Roma
FEDERICO ZANASI Condividere Torino
STEFANO BAIOCCO Villa Feltrinelli Gargnano Brescia
MATTEO BARONETTO Del Cambio Torino
ANDREA ROSSETTI Antico Veturo Trebaseleghe Padova
SIMONE PADOAN I Tigli San Bonifacio Verona
OMAR CASALI Marè Milano
LUIGI SARTINI Taverna Righi Repubblica di San Marino
RICCARDO AGOSTINI il Piastrino Pennabilli Rimini
CORRADO ASSENZA Caffè Sicilia Noto Siracusa
GIUSEPPE IANNOTTI Kresios Telese Benevento
ROSARIO MALTESE Modica Ragusa
AZZURRA GASPERINI Ingegnere Insegnante di cucina San Mauro Pascoli
SIMONE BONINI Carapina Firenze
LORENZO CAGNOLI Pasta Madre Rimini
CARLA ZANNI – TINA MORETTI | La piada e la pasta del Montefeltro

Mercoledì 23 giugno

STEFANO TERIGI, LORENZO STEFANINI, BENEDETTO RULLO Giglio Lucca
MATTIA SPADONE La Bandiera Civitella Casanova Pescara
ALBERTO GIPPONI Dina Gussago Brescia
LUIGI TAGLIENTI Milano
PAOLO MENEGUZ Officina Antagonisti Melle Cuneo
CRISTIAN TORSIELLO Osteria Arbustico Capaccio Salerno
EUGENIO BOER Bu:r Milano
SIMONE CANTAFIO Pianopoli Catanzaro
ANTONIO ZACCARDI Pascià Conversano Bari
FRANCESCO BRUTTO Venissa Mazzorbo Venezia
YOJI TOKUIOSHI Tokuyoshi Milano
TAKAHIKO KONDO Osteria Francescana Modena
TOMMASO TONIONI ARSO pop-up Restaurant Acquapendente Viterbo
ERRICO RECANATI Andreina Loreto Ancona
DOMENICO MAROTTA Marotta Squille Caserta
CORRADO SCAGLIONE Lipen Monza
SILVER SUCCI Quartopiano Rimini
GIUSEPPE GASPERONI Povero Diavolo Torriana Rimini
RICCARDO AGOSTINI il Piastrino Pennabilli Rimini
CORRADO ASSENZA Caffè Sicilia Noto Siracusa
GIUSEPPE IANNOTTI Kresios Telese Benevento
ROSARIO MALTESE Modica Ragusa
AZZURRA GASPERINI Ingegnere Insegnante di cucina San Mauro Pascoli
SIMONE BONINI Carapina Firenze
LORENZO CAGNOLI Pasta Madre Rimini
CARLA ZANNI – TINA MORETTI | La piada e la pasta del Montefeltro

 

Spessore – Parco Poesia Pascoli, San Mauro Pascoli (FC) – il 22 e 23 giugno 2021 – per info e prenotazioni [email protected] /3395605601

Pubblicità