RICETTE

Tagliolini con olive giarraffa

In sintesi

Chef: Giorgione
Difficoltà: Media
Portata: Primi
Ricetta di: Pasta fresca
Piatto regionale: Umbria

Ingredienti

Per la pasta: 100 g di farina di Tumminia, 100 g di farina di Perciasacchi, 100 g di farina di tipo 0, olio, acqua. Per il sugo alle olive: 10-12 olive Giarraffa, 10 pomodorini, 1/2 cipolla bianca, finocchietto selvatico, 2 acciughe, 1 manciata di capperi sotto sale, scorza d'arancia, vino bianco, olio extravergine di oliva, peperoncino, sale.

Preparazione

“Con le strepitose olive Giarraffa facciamo un cosetta un sacco yeah, molto yeah!”. Per cominciare versiamo in padella una giusta dose di olio e la cipolla mondata e sminuzzata. Accendiamo il fuoco e aggiungiamo i pomodorini tagliati a metà adagiandoli a pancia in giù; su questi ultimi spargiamo qualche filo di finocchietto selvatico sminuzzato sottile e ai lati del tegame sistemiamo due acciughine. In un piccolo contenitore mettiamo acqua e un po’ di vino bianco, sciacquiamo i capperi, li scoliamo e li aggiungiamo all’intruglio insieme a un nonnulla di peperoncino. Adesso è il momento del pezzo forte: le olive Giarraffa. Le denoccioliamo, le sminuzziamo e le mettiamo in padella sopra i pomodori. Per evitare che l’intruglio appassisca troppo sfumiamo con una spruzzata di vino, abbassiamo il fuoco e ci dedichiamo alla preparazione della pasta. In una terrina mescoliamo le farine di grani siciliani insieme a un goccetto d’olio e all’acqua, che va aggiunta un poco per volta; impastiamo per bene fino a ottenere una palla morbida, la compattiamo, le diamo due “sganassoni”, la copriamo con un canovaccio e la lasciamo riposare per 10-15 minuti, dopodiché la stendiamo e poi ritagliamo dei tagliolini che facciamo cuocere per 5 minuti in acqua bollente salata. Nel frattempo prendiamo pochissima scorzetta di arancia e un ramoscello di finocchietto e li sminuzziamo: saranno loro i profumi aggiuntivi del nostro piatto. Una volta cotta, scoliamo la pasta e la versiamo nella padella con l’intruglio, diamo una saltatina e aggiungiamo la metà del trito di arancia e finocchietto. Impiattiamo, completiamo con il restante mix aromatico e procediamo con il test. “Il profumo è dell’oliva Giarraffa, poi arriva il finocchietto e via. Ad ogni assaggio si sente una cosa diversa. Sono stato molto bravo. Buon appetito!”.

  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X