Fine ‘800, è il momento in cui prosperano le botteghe della pasta. Tra queste c’è il Pastificio artigiano di Giovanni Fabbri, oggi come ieri contraddistinto dalla cura e dalla passione per le cose buone. Grano di qualità, trafile in bronzo, ma anche un’accurata e lenta lavorazione sono i segreti dei vari formati dell’azienda. Molte le linee: paste corte (tra cui gli insoliti dischi volanti), lunghe (reginelle e spaghettoni toscani), da minestra, speciali (stracci toscani), a matasse, all’uovo, di semola, semolato e semolato integrale.

Abbonati a Premium
X
X