Nel 1933 Francesco Illy fonda a Trieste la sua azienda di produzione e vendita di caffè. Nel ’35 brevetta la progenitrice delle macchine per l’espresso e un moderno sistema di conservazione, che permette di esportare il caffè nei bar di tutta Italia. Negli anni successivi porta la cultura dell’espresso oltreconfine: nel ’57 viene creato il reparto per la fabbricazione dei barattoli e inizia la produzione per il consumo in casa. Nel ’74 viene messo a punto il caffè porzionato per preparare un espresso buono come al bar. Poi Matteo Thun progetta la tazzina bianca: nel ’92 esce la prima serie d’artista (in seguito verranno anche i barattoli d’autore). Quindi, nel 2000, nasce l’Università del Caffè e, tre anni dopo, il progetto illy Bar Concept, la catena di caffè all’italiana nel mondo, che nel 2005 diventa Espressamente illy. Presente in oltre 140 Paesi, il gruppo Illy controlla Domori (cioccolato di qualità), Dammann Frères (té), Mastrojanni (vino), con una quota anche in Agrimontana (confetture e pasticceria) e Gromart (gelati).

Abbonati a Premium
X
X