Investor Relations
Ristorante

D'O

Chiusura:
lunedì e domenica tutto il giorno
Qualità/prezzo:
 medio
Prezzo medio:
 € 
 70

Descrizione

È suggestivo passare davanti al primo D'O e sbucare nella piazza della vecchia Chiesa di San Pietro dove in fondo ci sono le vetrate di quella che dal 2016 è diventata la casa attuale. Casa perché è il piano terra di un condominio ma soprattutto perché Davide Oldani ha fatto (e continua a fare) di tutto per mettere a proprio agio gli ospiti. E non è solo questione del famoso tinello che si affaccia sulla grande cucina a vista. È un metodo, di lavoro e di vita, che viene dalla sua storia. Della prima era, del primo locale (più piccolo e totalmente diverso) sono rimasti elementi fondamentali. In primis, i quattro personaggi chiave della brigata: i sous-chef Alessandro Procopio e Wladimiro Nava; il regista di sala Davide Novati; il sommelier Manuele Pirovano. Già questo, nel turbinio moderno delle brigate, dice molto sulla fedeltà all'ideale e allo chef-patron. Poi il servizio, veramente a punto, che non è mai stato genericamente 'informale': soprattutto dopo i recenti riconoscimenti, il D'O è una macchina di sala efficientissima con Oldani - non tutti lo sanno - nelle vesti di controllore attentissimo, visto che è sempre fuori dalla linea di cucina. Infine, la cucina, appunto: evidente che il livello tecnico si è alzato, l'estetica (e il senso del gioco) non è paragonabile a quella degli anni passati, c'è maggiore varietà di prodotti. Ma grazie a una feroce applicazione - per noi è talento, ma lo chef non ama la parola - ecco che in maniera naturale e non forzata, arrivano in tavola piatti equilibratissimi, dall'antipasto al dolce. Trancio di iridea, caviale di trota, lattuga e mela al Franciacorta; semola di grano aureo "all'assassina" e pomodori diversi; filetto di manzo, scorzone, patate alla nocciola e carote colorate; cioccolato cremoso, sorbetto di albicocca e pepe del Bengala, tanto per citare qualche piatto. Tre i degustazione: Esattezza a 95 euro, Armonia a 125 e Molteplicità a 165. Tutti con un percorso di abbinamento, tra cui uno che cambia mensilmente. Si sente la perenne voglia di non sedersi, da sportivo vero, di un cuoco che si diverte (impegnandosi, non come hobby) con il design di quanto serve alla tavola e non solo. La parte "pop" di Oldani per noi ora è questa.

Valutazioni

Punteggio ristorante
3
 Forchette
Cucina:
46/50
Cantina:
18/30
Servizio:
46/20
Bonus:
Totale:
91/100
Rapporto qualità / prezzo
medio
Premi speciali
La novità dell'anno 2017
Anno valutazione
2022

Dettagli

Giorni di chiusura
lunedì e domenica tutto il giorno
N. coperti
28
Servizi
MCard, POS
Parcheggio
Aria condizionata
Accessibile disabili
Wheelchair access
Menu per celiaci
Carta delle birre
pubblicità
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X