RISTORANTE

L’ Arcade

Valutazione
  85
Qualità/prezzo: alto
Prezzo medio: € 60  vini escl.

La “scatola sul mare” in cui Nikita Sergeev ha trasferito l’Arcade ha storia gloriosa: ex casa di Aurelio Damiani, cuoco vero e vero apripista. Ora la via è quella varata (arredo chic, cucina rifatta, ricca teca a vino) dal nuovo inquilino. E va già a mille. Brodo di susina a rodare il palato; sapidi appetizer; crudo di gamberi, salse e foglia ostrica maritato a gin tonic due volte autoctono (gin e tonica sono marchigiani); poi insalata di mare, ostrica iced, riccio e “pacasasso” (rara verdura di scoglio). E ancora astice all’aglio nero e ceci (super); salade di conchiglie e pollo; gamberi e lingua; risotto alla ruta; lumache di vigna decise e squisite; e il guizzo del sorbetto di mela e levistico al pungente jus di formica. È una lunga via di sapori (11 passi il signature) ma arcisfiziosa quella ideata da uno chef in gran forma, assistito da un sommelier-maitre di valore, a suo agio su ogni fronte del beverage. Qui anche golosi aperitivi.

Premio speciale
Miglior comunicazione digitale
2020
Premio speciale
Qualità prezzo
2020
Dettagli
Giorni di chiusura:
mercoledì tutto il giorno
N. coperti:
30
Servizi:
  • Csi, MCard, Visa, POS
  • Parcheggio
  • Aria condizionata
  • Tavoli all'aperto
  • Accessibile disabili
  • Animali ammessi
  • Carta delle birre
Anno valutazione:
2022
Abbonati a Premium
    [polylang]
X
X