Investor Relations
Ristorante

Villa Crespi

Chiusura:
lunedì tutto il giorno e martedì a pranzo
Qualità/prezzo:
 medio
Prezzo medio:
 € 
 170

Descrizione

Come si conviene a un grande professionista, Antonino Cannavacciuolo - al di là della presenza televisiva - nelle ultime stagioni ha scelto un basso profilo dal punto di vista comunicativo e un rinnovato impegno nel suo lavoro, puntando molto sull'hotellerie di livello. Aiutato in questo dalla moglie Cinzia, cresciuta in una famiglia di albergatori e che si occupa (benissimo) dell'ospitalità di Villa Crespi. i nuovi progetti, in ogni caso, non hanno tolto nulla al ristorante di casa che resta un luogo da 'grande occasione' (tanto più ora, considerando la fama dello chef napoletano) ma al tempo stesso fa parte del 'salotto buono' della cucina italiana da un decennio, con quanto comporta. La sola differenza è che oggi bisogna mettersi in lista d'attesa e prima, soprattutto fuori stagione, ci si sentiva esploratore in un territorio povero di valide insegne. Le peculiarità di Villa Crespi sono numerose: l'ambiente è classico, da grande ristorante; il servizio, guidato da Massimo Raugi, è impeccabile; la cantina lascia spazio a ogni genere di desiderio. Ma quella rara, a nostro avviso, è la capacità di servire una cucina 'trasversale' che piace a grandi e piccini, gourmet fissati e semplici appassionati, habituè italiani e ospiti stranieri. Alla base c'è la visione di Don Antonino - sommo palato, il che conta eccome - mai propensa a esercizi di stile o complicazioni nel piatto. Poche e buonissime materie prime, classe e golosità, Campania e Piemonte a confronto: anche se negli ultimi anni, è evidente la prevalenza della linea mediterranea. Due i degustazione, storici: il "Carpe diem" (160 euro) e "dal Sud al Nord Italia" (190 euro). Più fantasioso il primo, senza esagerare, con piatti quali la ricciola in crosta di pane, crescione e fragole o il plin di anatra, zuppetta di fegato grasso, latte di bufala e lampone. Mentre il secondo è la summa delle stagioni che hanno portato Cannavacciuolo ai vertici: ricette ormai entrate nella storia della nostra cucina quali gli scampi di Sicilia alla "pizzaiola", acqua di polpo o la linguina di Gragnano, calamaretti, salsa al pane di segale. Difficile non finire a riassaggiarle, questo è il (piacevole) problema.

Valutazioni

Punteggio ristorante
3
 Forchette
Cucina:
46/50
Cantina:
18/30
Servizio:
46/20
Bonus:
1
Totale:
93/100
Rapporto qualità / prezzo
medio
Anno valutazione
2022

Dettagli

Giorni di chiusura
lunedì tutto il giorno e martedì a pranzo
N. coperti
50
Servizi
AE, Csi, MCard, Visa, POS
Parcheggio
Camere
Aria condizionata
Animali ammessi
pubblicità
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X