Tech e food: come mangeremo al ristorante nel futuro

27 Mag 2022, 15:05 | a cura di Class Pubblicità

CONTENUTO SPONSORIZZATO

In un mondo che ha fatto della digitalizzazione il proprio fulcro – e ormai continuerà verso questa strada – estendendola a tutti i campi del mercato, non si può di certo lasciare fuori il settore della ristorazione. Uno di quei settori che non conosce crisi e che fa parte di quella innovazione in continua evoluzione. I trend del futuro si preparano ad uno scenario in cui la robotica, l’high tech e l’intelligenza artificiale faranno da padrona anche nei ristoranti.

L’innovazione tecnologica e il conseguente processo di automazione rivestono un ruolo molto importante se viene applicata alla ristorazione: già presenti nelle cucine dei fast food, proprio per la modalità del servizio rivolto al cliente, queste tecnologie si sono estese anche in altri tipi di cucine. Si pensi all’Asia, in particolare al Giappone, che già da anni hanno introdotto l’Hi-Tech nel settore food.

Ma attenzione: la questione non riguarda solo i ristoranti stellati, che già da un paio d’anni hanno scelto di investire parte del loro capitate per integrare robot e supporti per l’intelligenza artificiale nelle loro cucine e nelle sale.

L’obiettivo? Perfezionare, migliorare, rendere impeccabile e di tendenza i loro servizi, dalla gestione delle cucine alla preparazione dei piatti fino alla formulazione dei menu, passando per l’interfaccia del servizio clienti.
La modalità? Tramite l’utilizzo di app e software gestionali, in modo da ottimizzare tutte le fasi di lavoro.

La tecnologia al servizio della ristorazione

Ormai il mondo della ristorazione è saturo di offerta, ogni giorno aprono nuovi locali di tutti i tipi e per soddisfare tutte le proposte culinarie. Dunque serve una nuova idea, un nuovo format che attiri i clienti, ai quali non interessa solo cosa mangeranno ma anche come lo mangeranno, come verranno accolti, come sarà il servizio, come verranno preparati e presentati i piatti.

Per i consumatori, pertanto, un ristorante tecnologico è solo un valore aggiunto alla loro esperienza culinaria. Inoltre, l’impatto sarà sempre più positivo quando l’IA sarà più economica e dunque accessibile a quanti più ristoranti.

Ciò non vuol dire che non si vedranno più esseri umani all’interno dei ristornati, ma che il loro lavoro sarà agevolato e migliorato grazie all’aiuto tech: nelle cucine del futuro si fonderanno armonicamente le competenze umane a quelle tecnologiche. Un lavoro di cooperazione fra tech e food.

Non c’è tempo da perdere: i trend nel campo della ristorazione tech sono già così impattanti che sono molti i ristoranti che si stanno attivando anche in Italia per proporre questo formato. Soprattutto in quelle location che organizzano feste ed eventi in grande, con grande partecipazione, come quella che si prevede per il cenone di Capodanno Roma 2023.

I ristoranti high tech: display, robot e IA

Per entrare nel vivo della questione, di seguito verranno presentati dei nuovi format di concepire la ristorazione e fonderla con la tecnologia.

  • Il tavolo interattivo

Molto spesso le famiglie con bambini non vanno al ristorante per la difficoltà di gestire i figli piccoli, che si annoiano e mostrano impazienza tra una portata e l’altra. A risolvere questo problema ci pensa l’interactive dining table. Una versione touch del classico tavolo da pranzo, per mezzo del quale selezionare il proprio ordine e, soprattutto, intrattenere i figli o l’intero gruppo con moltissimi giochi a disposizione. Il display è multitouch, quindi più persone contemporaneamente possono usarlo, oltre che infrangibile e waterproof.
Non è utile solo ai più piccoli, ma pensato anche per gli adulti: si può leggere un libro, guardare video, navigare sui social e organizzare competizioni con gli altri tavoli.

  • Il robot che cuoce hamburger

Alcuni fast food americani hanno inserito l’automazione in cucina e anche i ristoranti italiani si accingono a farlo. L’idea di introdurre un robot in cucina, un braccio robotico autonomo, è una soluzione per risparmiare tempo e rendere il servizio molto più efficiente: la mansione che compie è semplice, come la cottura ottimale di un hamburger, ma richiede molto tempo. Questo robot è anche in grado di togliere l’hamburger dalla piastra e inserirlo nel panino. Un aiuto ai dipendenti del fast food, dunque, ma non una sostituzione.

  • Kaiten Sushi alternativo

Ormai diffusi anche in Italia oltre che in Giappone, il Kaiten Sushi è un servizio molto apprezzato dagli amanti della cucina orientale. La particolarità di alcuni Kaiten Sushi è la somiglianza a delle postazioni di videogames: la consolle è un tablet in cui digitare il proprio ordine, e i piatti vengono consegnati su una specie di skateboard su rotaia. Ogni postazione è dotata di un rubinetto con bevande free alla spina o acqua calda per il tè.

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X