Trippa a Milano non ha bisogno di molte presentazioni: se non è la più celebre trattoria d'Italia siamo lì. Uno dei soci del celebre locale di Milano (insieme ad altri dipendenti) ora sperimenta il mondo del fast food, con un piccolo locale che serve ghiottonerie pugliesi.
Pubblicità

Corso di Porta Vigentina, 38: qui, a pochi passi dalla stazione Crocetta della metro gialla, da qualche ora ha aperto i battenti Fratelli Torcinelli, il fast food inventato da uno dei soci di Trippa, una delle trattorie più amate da milanesi e turisti. Un locale informale e accogliente, che riprende lo stile divertente e senza fronzoli dei tipici fast food, ma puntando tutto sulla qualità delle materie prime e delle preparazioni del cibo da strada.

Fast food pugliese

Quelle pugliesi, per la precisione, dalle bombette ai torcinelli che danno il nome al locale, passando per la zampina, la tipica salsiccia a spirale da cuocere sulla brace, “ancora non siamo attrezzati, ma presto vogliamo trasformarla in una vera braceria in stile pugliese”, racconta Francesca D’Agnano, responsabile comunicazione e moglie di Pietro Caroli, patron di Trippa insieme a Diego Rossi e qui – senza Diego – socio assieme a due colleghi.

L’idea

Pugliesi convinti ma milanesi d’adozione, i due valutavano da tempo l’idea di aprire un’insegna diversa, più casual e dall’atmosfera tipicamente pugliese: “Qualche mese fa abbiamo trovato questo spazio a disposizione, che prima ospitava uno street food di mare. Ci siamo detti: questo è il momento giusto”, ci spiega Francesca. 

Pubblicità

Il team

Al fianco di Pietro, i colleghi di sempre: Vincenzo Critelli e Sebastiano Corno, “secondo di Diego Rossi”, più altri ragazzi di sala di Trippa, per una osmosi inevitabile tra due realtà societariamente cugine.

I prodotti

Ma cosa si mangia al fast food? Oltre alla carne, “della Premiata Macelleria Santoro”, c’è anche la verdura, “fresca e di stagione, la stessa che Sebastiano ordina anche per Trippa”, e i sottoli di Conserve Gentile.

Il menu

Si può scegliere fra tagli di carne abbinati a verdure oppure un piatto misto per assaggiare i diversi prodotti. Non possono mancare, poi, i panini preparati da Alessandro, “anche lui ha lavorato da Trippa a lungo, è un ragazzo giovane con tanta voglia di fare”, da abbinare a birre Peroni alla spina o altre bibite.

Il locale e i prezzi

Insomma, un locale molto informale, un vero fast food ma con ingredienti di prima scelta. Lo spazio è piccolo, un bancone e tre tavolini, “mattoni a vista e arredi giocati sulle tonalità del verde”. Prezzi? Sia i panini sia i piatti alla griglia sono dai 7 ai 12 euro, “anche se ci sitiamo tarando ancora per capire quale sarà il menu definitivo” ci spiega Pietro Caroli.

Pubblicità

Progetti per il furuto

Niente dolci per il momento, “ci stiamo lavorando”, ma a breve arriverà il servizio di consegna a domicilio, “è su quello che vogliamo puntare”. Nell’attesa, i fortunati clienti meneghini o gli avventori della imminente Design Week possono concedersi una pausa pranzo veloce e gustosa: “Dobbiamo ancora mettere sistemare un po’ di punti, per ora siamo aperti solo a pranzo ma sarà poi possibile anche fermarsi a cena”.

Pietro Caroli ci racconta alcune delle specialità in menu

Fratelli Torcinelli – Milano – Corso di Porta Vigentina, 38 – fratellitorcinelli.it/

a cura di Michela Becchi