Venosa

13 Dic 2011, 18:37 | a cura di Gambero Rosso
[caption id="attachment_83164" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2011/11/299169_web.jpeg[/caption]

La storia di  Venosa è affascinante già a partire dal nome. La leggenda vuole che il piccolo borgo sia stato fondato in onore  della dea dell’amore, Venere da cui prese il nome. Per altri la parola Venosa deriva dal suo  clima ventilato. Secondo la  teoria enogastronomica, invece, l’origine del nome
Pubblicità

è da ricercarsi nell’abbondanza dei suoi vini (“Vinosa”). Quello che è certo è che il vino del borgo, l’Aglianico del Vulture,  è molto apprezzato ora come in passato:  “Misurato col cervello e bevuto con il cuore dona conforto e gioia alla vita”. Così Orazio, nato proprio a Venosa, lo descriveva nei suoi versi. Da visitare la Santissima Trinità,  il Castello Aragonese, le Catacombe ebraiche, l’Area archeologica di Notarchirico e  l'Anfiteatro romano. Da non perdere gli Strascinati con lu 'ntruppc (pasta fatta in casa), u cutturidd (carne di pecora o agnello condita con pomodori) e i  Pizzicannelli (dolcetti di cacao, cannella e mandorle).

 

locale Nome Indirizzo Telefono WEB EMAIL
Albergo La Maddalena c.da La Maddalena 097232735 www.agrilamaddalena.it
Albergo Hotel Oratio Via Vittorio Emanuele 142 www.hotelorazio.it [email protected]
Ristorante Al Frantoio via Roma, 211 097236925 www.ristorantealfrantoio.it [email protected]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X