[caption id="attachment_84055" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2008/08/202377_web.jpeg[/caption]

Una novità dal territorio più nobile dell’area Valdobbiadene-Conegliano per Villa Sandi.
Al Vinitaly 2009 Villa Sandi presenta il Cartizze prodotto dalle uve delle proprie vigne situato sull’omonima collina.

Nell’area del Prosecco DOC, la viticoltura è un’arte antica che ha

Pubblicità

modellato il paesaggio insieme allo stile di vita… 

 

La passione ha reso possibile la coltivazione anche nelle zone più impervie, come nel caso del Cartizze. (area collinare limitata a 106.8 ha in comune di Valdobbiadene). 

Pubblicità

Vigneti come giardini, lavorati a mano con  tecniche e materiali senza tempo.

In questa microzona, baciata da un perfetto connubio fra un dolce microclima ed una terra feconda di antichissime origini, Villa Sandi possiede un vigneto  di un ettaro e mezzo, denominato “ La Rivetta”.
Le Prealpi alle spalle proteggono la collina del Cartizze dagli eccessi meteorologici. I vigneti godono di un intenso irraggiamento solare durante il giorno e di rigeneranti refoli durante la notte.

Dalla vendemmia 2008, una prima produzione di 6.000 bottiglie dalla vigna La Rivetta  che diventeranno 12.000 fra  tre anni, grazie ad un nuovo vigneto di recente impianto.

In considerazione delle particolari   condizioni del terreno, si è deciso di produrre una versione Brut,  indicata ad accompagnare l’intero pasto. Un tratto distintivo rispetto alla più classica versione dry  abitualmente proposta a fine pasto.

Pubblicità

 

Uno specialissimo cru dalle caratteristiche uniche.

Sul sommo della proprietà vi è un casale che sarà ristrutturato ed ampliato. 

 

Diventerà  un piccolo relais fra le vigne composto di tre o quattro suites,  destinato ad ospitare i clienti  desiderosi di vivere la vita nel vigneto, scandita dall’avvicendarsi dei lavori stagionali, prendendone parte attiva.

 

Il momento clou sarà il periodo della vendemmia. Ad ogni ospite sarà  assegnato un filare e potrà così partecipare attivamente a questa pregiata e limitata produzione, di cui avrà una speciale assegnazione di bottiglie. 

 

Un’esperienza suggestiva, resa unica dall’ irripetibile magia di vigneti che si susseguono a perdita d’occhio e dove il tempo sembra essersi fermato e dove l’intervento dell’uomo è quasi impercettibile.