Si rivolge a chi lavora in cucina ma vuole migliorare le sue performance, e agli studenti della scuola alberghiera, il corso di formazione promosso da Gambero Rosso Academy al MOG. Ecco come funziona e come iscriversi.
Pubblicità

Chef Summer School. Con Gambero Rosso e MOG

Un’estate passata a studiare? Perché no, se il vantaggio è quello di potersi far trovare più pronti il prossimo autunno. La Chef Summer School promossa dall’Academy di Gambero Rosso si propone di offrire gli strumenti giusti per migliorare le proprie performance in cucina a chi negli ultimi mesi ha sofferto le conseguenze del lockdown. Per motivi diversi: gli studenti di scuola alberghiera (dal terzo al quinto anno) che non hanno potuto svolgere le ore pratiche in cucina; i professionisti rimasti senza un impiego; chi già possiede le basi per lavorare, ma punta a riposizionarsi con un profilo più completo in un settore che sta iniziando la sua lenta ripresa. Il corso, dunque, di livello medio di specializzazione, grazie all’esperienza diretta sul campo offre agli allievi l’opportunità di imparare come se fossero impiegati in una vera brigata: gerarchia, ruoli e mansioni, responsabilità, organizzazione e pianificazione del lavoro. Lo scopo è quello di riconoscere le proprie qualità, implementare la produttività, così da fissare e raggiungere i propri obiettivi professionali.

Il sodalizio con il MOG

Per Gambero Rosso, l’attività segna l’inizio di una collaborazione con il MOG di Genova, il celebre mercato orientale del capoluogo ligure, recentemente trasformato negli spazi e nell’offerta. In autunno il nuovo sodalizio porterà all’organizzazione di molti corsi di cucina e pasticceria tra Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia. Ma è proprio negli spazi del mercato genovese che avrà luogo la Chef Summer School, dal 29 giugno al 15 luglio, per tre giorni alla settimana (lunedì – mercoledì), dalle 9 alle 18.

I temi del corso

Gli studenti entreranno nel vivo delle dinamiche che si sviluppano all’interno di una brigata attraverso la pratica in cucina, simulando una linea di produzione: gestione della postazione e della linea, manualità nel taglio, abilità di preparazione e cooperazione. E le postazioni individuali attrezzate, consentiranno a tutti di lavorare in prima persona. Per un totale di 72 ore di pratica, articolate in appuntamenti tematici, dalla conoscenza e le tecniche di lavorazione di ortaggi e tuberi alla panificazione, passando per l’universo del riso e della pasta fresca e secca, fino alla pasticceria di base, e con un focus sulla cucina sostenibile, con la formazione sulle tecniche di cottura moderne per ridurre gli scarti.

Pubblicità

Iscrizione al corso

Per iscriversi al corso non è necessario aver frequentato scuole specializzate in precedenza. È invece consigliata una predisposizione alla manualità. Le iscrizioni sono aperte fino al 19 giugno, tramite compilazione di un modulo da inviare all’indirizzo email [email protected] . Il corso è a numero chiuso e costa 700 euro.