Cibus 2022. Torna a Parma il Salone Internazionale dell'Alimentazione

2 Mag 2022, 16:06 | a cura di Gambero Rosso
Alla fiera di Parma, dal 3 al 6 maggio, torna Cibus, il salone biennale dedicato al comparto agroalimentare. Una vetrina per molte aziende italiane e i loro nuovi prodotti, ma soprattutto l'occasione per riflettere sui mercati e le abitudini di consumo, in compagnia dei principali attori delle filiere. E anche la città partecipa alla festa, con gli appuntamenti Off.
Pubblicità

Al Cibus di Parma torna, finalmente riunita, l'intera filiera dell'agroalimentare: industria, agricoltura e distribuzione si danno appuntamento dal 3 al 6 maggio al Salone Internazionale dell'Alimentazione, la più grande occasione di confronto del comparto che torna ad accogliere, in massa, anche i buyers internazionali, segno di una riconquista della normalità pur se in un contesto d incertezza, tra aumenti dei costi di produzione, inflazione, flessione dei consumi interni. È questo uno dei temi del organizzato da Fiere di Parma e Federalimentare, che, come di consueto alterna spazi espositivi a momenti di confronto e riflessione sul comparto.

Cibus: le cifre dell'edizione numero 21

La 21esima edizione di Cibus lancia segnali confortanti: oltre 3000 le aziende espositrici; e pensare che la prima edizione- datata 1985 - ne contava appena 100 e riunì 8mila visitatori, cifre raddoppiate già nel decennio successivo. Quest'anno si torna ai livelli pre pandemia: i visitatori attesi sono circa 70mila, tutti addetti ai lavori, di cui circa 7mila gli stranieri, con 200 top buyers di tutto il mondo, cui è dedicato anche un programma di iniziative volte a presentare non solo i prodotti esposti ma anche aziende e territori. “Se c'è una cosa che gli ultimi anni ci hanno insegnato è l’importanza, data troppo spesso per scontata, del food&beverage" ricorda Ivano Vacondio, Presidente di Federalimentare che aggiunge: "internamente, il food&beverage rappresenta un vero e proprio vettore di coesione sociale, mentre se guardiamo all’export, le nostre eccellenze nel mondo continuano a rappresentare una fonte di ricchezza tramite la quale possiamo aiutare l’economia del Paese". Per questo non viene meno alla missione perseguita da circa 40 anni: "difendere l’authentic Italian e supportare le nostre esportazioni" dice Antonio Cellie, ceo di Fiere di Parma, che aggiunge che Cibus negli ultimi 2 anni non si è mai fermato. Cibus 2022 torna già ai livelli pre-pandemia per qualità e quantità di espositori, oltre 3.000, tutti rigorosamente itlaliani, e 70.000 visitatori attesi, rigorosamente professionali, di cui oltre il 10% esteri; dal 3 al 5 maggio ancora una volta tutto i mondo viene a vedere di persona il miracolo del made in italy alimentare attraverso le sue instancabili imprese e i loro meravigliosi territori”.

Cibus: i momenti di confronto

Come di consueto il Salone sarà anche un contenitore di convegni e momenti di confronto, per fare il punto sullo stato di salute e le prospettive del settore, quesitone tanto più importante quest'anno che si fanno ii conti con la pandemia. Si parte martedì 3 con il convegno inaugurale in cui si parla di “responsabilità economica e sociale dell’agroalimentare italiano” moderato dalla giornalista Maria Cristina Alfieri, (martedì 9 h.10.30 - Sala Plenaria– Pad. 1) e si procede per tutti e quattro i giorni, indagando i temi caldi del settore: sostenibilità e lotta allo spreco, innovazione tecnologica applicata all'agroalimentare, crisi geopolitica e criticità del mondo di oggi, nuove e vecchie abitudini di consumo, il futuro del fuori casa, e così via.

Pubblicità

Cibus Off. Parma partecipa alla festa

In concomitanza (e oltre) del salone ufficiale, prende il via il 3 maggio calendario di Cibus Off, un fuorisalone che coinvolge la Città Creativa Unesco per la gastronomia tra esposizioni, eventi, laboratori e incontri, partire dalle iniziative ospitate nel complesso di San Paolo, spazio in pieno centro cittadino da poco ristrutturato e aperto al pubblico. Dal 3 maggio al 5 giugno la mostra “Art Save The Food” curata da Claudio Composti, che riunisce artisti che riflettono sul tema del cibo. Sabato 7 e domenica 8 , invece, Parma opsita Interno Verde il festival che apre al pubblico i più suggestivi e curiosi giardini privati di Parma., con un calendario di attività dedicate alla natura, all’ambiente e al patrimonio architettonico della città: tra visite guidate, mostre, laboratori per adulti e bambini e, ovviamente, proposte golose. I Portici del Grano in piazza Garibaldi si trasformano in una food court. Dal 3 al 29 maggio alla Chiesa di San Marcellino di Via Collegio dei Nobili la mostra The People In Between del fotografo Marco Gualazzini.

Cibus – Parma – dal 3 al 6 maggio 2022 - - www.cibus.it

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X