Mena 50 Best Restaurants 2022. La prima volta della classifica in Medio Oriente e Nord Africa

8 Feb 2022, 11:31 | a cura di Antonella De Santis
La classifica più influente del mondo arriva in una zona non ancora toccata dalle grandi guide internazionali: i paesi Meta, ovvero Medio Oriente e Nord Africa.
Pubblicità

Mena, ovvero Middle East and North Africa: un'area tra Africa e Asia che comprende Algeria, Bahrain, Egitto, Iran, Iraq, Israele, Giordania, Kuwait, Libano, Libia, Marocco, Oman, Palestina, Qatar, Arabia Saudita, Siria, Tunisia, Emirati Arabi Uniti e Yemen. Tutte nazioni ancora non toccate dalle grandi guide internazionali, tra cui – soprattutto – la Michelin. Dopo la classifica dei migliori ristoranti del mondo, e dopo quelle di Asia e Sud America, la più controversa delle guide arriva anche qui. Controversa per quel metodo di votazione che è lo stesso mantenuto anche in questa circostanza, per cui un certo numero di votanti deve esprimere un certo numero di preferenze, con la conseguenza che - quindi – ad avere possibilità di vittoria sono soprattutto le insegne che più di altre riescono a far sedere alla propria tavola gli aventi voto: buongustai, esperti del settore, gente che viaggia e mangia molto, persone legate al mondo della ristorazione, ma non solo. Che in questa edizione sono 250, divisi in 6 regioni - Golfo, Arabia Saudita, Levante, Israele, Nord Africa (Est) e Nord Africa (Ovest) – ognuna con un suo panel e un suo presidente, l'Academy Chair. Ogni membro dei panel vota per 7 ristoranti (non lo chef o il ristoratore), in cui deve aver mangiato nei 2 anni precedenti, di cui almeno deve essere al di fuori del paese in cui risiede, e di cui ovviamente non ha un interesse finanziario. E se la parte del leone, com'era prevedibile l'ha fatta Dubai – meta di turismo interno e internazionale che, in più quest'anno ospita l'Expo – non mancano anche referenze provenienti da regioni meno in vista e meno ricche.

Mena 50 best Restaurant. I premi speciali

kamal mouzawak

Foodics Icon Award

A ricevere il premio come figura più influente, ovvero il Fooodics Icon Award, in Medio Oriente e del Nord Africa è Kamal Mouzawak, ristoratore e attivista libanese, a lui si deve il primo mercato agricolo di Beirut, Souk El Tayeb, creato nel 2004 per sostenere i produttori dei villaggi che qui possono vendere i loro prodotti a prezzi equi, e spingere verso una agricoltura biologica e sostenibile. Il ruolo del mercato ben presto si è esteso diventando un luogo di incontro trasversale, aperto a chiunque, superando differenze religiose, etniche e politiche, e poi si è trasformato in un punto di riferimento per il mondo agroalimentare, di sensibilizzazione ed educazione alimentare, dove sono nate diverse iniziative gastronomiche. Nel 2009 Mouzawak fonda Tawlet, il suo primo ristorante (ne seguiranno altri, l'ultimo in Europa, a Parigi) dove ospita cuoche che presentano i piatti delle loro regioni, fungendo – così – da fondamentale conservatorio di ricette tradizionali e sostegno verso le donne. A lui si deve anche una cucina comunitaria per le persone bisognose di Beirut.

Pubblicità

Best Female Chef

Arriva dal Bahrain, Tala Bashmi, miglior donna chef in questa classifica, tra le voci più interessanti di questa parte di mondo. Oggi notissima, anche grazie alle apparizioni televisive, nel suo Fusions by Tala nel Gulf Hotel Bahrain (lo stesso hotel in cui ha seguito il suo apprendistato culinario dopo i suoi inizi con la ristorazione casalinga) propone una cucina che mescola creatività e tradizione locale, creando una cucina nostalgica, originale e molto intensa, che dà nuovo slancio alla cultura gastronomica del Medio Oriente.

kinoya Dubai

One To Watch Award

Il locale da tenere d'occhio, quest'anno, è un ramen bar a Dubai: una città dove l'esibizione del lusso accompagna spesso le migliori insegne, Kinoya - rilassato izakaya – offre un ambiente essenziale, ben costruito, dall'atmosfera rilassante e accogliente, dove tutta l'attenzione si concentra sul cibo e sugli ospiti. Un unicum nel paese, firmato dalla chef-proprietaria Neha Mishra - nata a Delhi ma cresciuta negli Emirati – alle spalle un supperclub molto noto, tanto studio sui libri e molti viaggi in Giappone per mettere a punto la sua idea di ramen (e non solo).

Pubblicità

Mena 50 best Restaurant. Il podio

In vetta alla classifica Dubai e la cucina di ispirazione giapponese, sul gradino più alto del podio, c'è 3 Fils: ristorante di cucina asiatica, soprattutto nipponica, a Dubai, che imprevedibilmente scardina ogni preconcetto sull'alta ristorazione degli Emirati, puntando su un locale casual, non appariscente, con piatti firmati dallo chef Freddy Kazadi. Segue invece una catena che conta ormai insegne in mezzo mondo: Zuma, che ha apparentemente definito un proprio stile molto riconoscibile, fatto di qualità del cibo e ambiente di forte impatto, a Dubai lo chef è Pawel Kazanowski. Medaglia di bronzo per OCD Restaurant di Tel Aviv, dove chef Raz Rahav offre un'interpretazione originale e contemporanea della cucina israeliana. A rappresentare l'Italia, Il Borro, in undicesima posizione, con la sua cucina toscana.

Mena 50 best Restaurant. La classifica completa

  1. 3 Fils, Dubai, UAE - 3fils.com
  2. Zuma, Dubai, UAE - zumarestaurant.com
  3. OCD Restaurant, Tel Aviv, Israele - odctlv.com
  4. Trèsind Studio, Dubai, UAE - tresindstudio.com
  5. Sachi, Cairo, Egitto - sachirestaurant.com
  6. Orfali Bros Bistro, Dubai, UAE orfalibros.com
  7. Fakhreldin, Amman, Giordania - atico-jo.com
  8. LPM, Dubai, UAE - lpmrestaurants.com
  9. George & John, Tel Aviv, Israele - gandj.co.il
  10. Gaia, Dubai, UAE - gaia-restaurants.com
  11. Il Borro Tuscan Bistro, Dubai, UAE - ilborrotuscanbistro.ae
  12. Baron, Beirut, Libano - eatdrinkbaron.com
  13. Coya, Dubai, UAE - coyarestaurant.com/dubai
  14. HaBasta, Tel Aviv, Israele - ontopo.co.il
  15. Myazu, Riyadh, Arabia Saudita - myazu.com
  16. Reif Kushiyaki, Dubai, UAE - reifkushiyaki.com
  17. Animar, Tel Aviv, Israele - animartlv.com
  18. Trèsind, Dubai, UAE - tresind.com
  19. Kazoku, Cairo, Egitto - kazokuegypt.com
  20. Mimi Kakushi, Dubai, UAE - mimikakushi.ae
  21. Liza, Beirut, Libano - lizabeirut.com
  22. Em Sherif, Beirut, Libano - emsherif.com
  23. Lowe, Dubai, UAE - lowe-dubai.com
  24. Pescado, Ashdod, Israele - pescado.co.il
  25. Hakkasan, Abu Dhabi, UAE - hakkasan.com
  26. La Grande Table Marocaine, Marrakech, Marocco - royalmansour.com/la-grande-table-marocaine
  27. 13C Bar in the Back, Amman, Giordania - 13cwine.com
  28. Tawlet Mar Mikhael, Beirut, Libano - soukeltayeb.com
    Amazonico, Dubai, UAE - amazonico.ae
  29. Marble, Riyadh, Arabia Saudita - marblecuisine.com
  30. Mirai, Manama, Bahrain - mirai-restaurant.com
  31. Iloli, Casablanca, Marocco - iloli-restaurant.com
  32. BB Social Dining, Dubai, UAE - thisisbb.com
  33. Coya, Abu Dhabi, UAE - coyarestaurant.com/abu-dhabi
  34. Indochine, Dubai, UAE - indochinedxb.com
  35. Cut by Wolfgang Puck, Doha, Qatar - sbe.com
  36. Porterhouse, Riyadh, Arabia Saudita - porterhouse-sa.com
  37. Zooba (Zamalek), Cairo , Egitto - zoobaeats.com
  38. Fusions by Tala, Manama, Bahrain - gulfhotelbahrain.com/fusionsbytala
  39. Milgo & Milbar, Tel Aviv, Israele - milgomilbar.co.il
  40. Sufra, Amman, Giordania - romerogroup.jo
  41. LPM, Riyadh, Arabia Saudita - lpmrestaurant.com
  42. White Robata, Kuwait City, Kuwait - whiterobata.com
  43. Hoseki, Dubai, UAE - bulgarihotels.com/hoseki
  44. Izakaya, Cairo, Egitto - izakaya.com
  45. La Closerie, Tunis, Tunisia - lacloserie.tn
  46. Clap, Beirut, Libano - claprestaurant.com
  47. Butcher & Still, Abu Dhabi, UAE - fourseasons.com/butcher_and_still
  48. +61, Marrakech, Marocco - plus61.com
  49. Tokyo, Riyadh, Arabia Saudita - tokyoarabia.com
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X