Tanti caffè specialty, ma anche bomboloni con la crema e schiacciata fiorentina. Lista delle colazioni imperdibili di Firenze.
Pubblicità

Chi cerca le specialità da brunch internazionale, chi non potrebbe mai rinunciare a un cornetto alla crema. E poi intolleranti, vegani, celiaci: le opzioni per la colazione a Firenze sono moltissime, tutte diverse. Ecco le migliori.

Le migliori colazioni di Firenze

Bottega di Pasticceria – l’arte dei lieviti

Sono circa una cinquantina, tutti diversi, sfogliati e alveolati alla perfezione, impreziositi dagli ingredienti più disparati. Bottega di Pasticceria è, semplicemente, il regno dei lieviti, tappa irrinunciabile per gli amanti del burro. La scelta è ampia e va dalle brioche in formato exra large tempestate di frutti rossi ai panini briosciati farciti con confetture o creme. Per una colazione salata, invece, la classica schiacciata fiorentina ricca d’olio d’oliva è la soluzione ideale. Altra sede in via Masaccio, 22r.

Bottega di Pasticceria – via Lungarno F. Ferrucci, 9c r – www.bottegadipasticceria.it

Pubblicità

Dolci e Dolcezze – le frolle più buone

Una boutique del dolce tutta color Tiffany che apre le porte su una delle piazze risorgimentali più belle della città. Atmosfera calda e arredi d’antan rendono ancora più indimenticabile l’esperienza gastronomica, che si articola tra frolle e biscotti secchi di alta qualità, dalla pasta friabile e profumata di burro buono. Specialità tipica fiorentina, il budino di riso, che qui diventa una barchetta di frolla e crema di riso golosissima, da accompagnare a un buon caffè.

Dolci e Dolcezze – p.zza C. Beccaria, 8r

Le Vespe Café – il brunch a Firenze

Tanti gli italiani che scelgono di fare colazione fuori, altrettanti quelli che amano concedersi un buon brunch nel weekend. Le Vespe Café offre una bella versione che coniuga dolce e salato, ma non solo: il locale di via Ghibellina si presta bene anche per pranzi veloci, merende, pause caffè e colazioni d’autore, tra biscotti d’avena, pancakes e french toast. Alta l’attenzione all’oro nero, declinato in diverse varianti, e buoni i dolci fatti in casa, con qualche proposta a prova di vegano. In cantiere una seconda apertura, prevista per marzo.

Le Vespe Café – via Ghibellina, 76 r – facebook.com/levespecafe/

Pubblicità

Giorgio – la vera schiacciata fiorentina

Un’istituzione in città, lontana dai flussi turistici, che si distingue per un ambiente classico e poco incline alle mode. Regina indiscussa è la schiacciata, ma non parliamo della focaccia salata: si tratta del dolce simbolo di Firenze, una torta morbida caratterizzata dallo stemma del giglio in superficie. Soffice e dal sapore casalingo, la schiacciata è il modo perfetto per iniziare la giornata col piede giusto. Disponibile anche la versione farcita con panna o crema chantilly.

Giorgio – via Duccio di Buoninsegna, 36 – www.pasticceriagiorgio.it

Caffè Lietta – un bar senza tempo

Nell’ex caffè Giocosa – da sempre punto di riferimento in città – ha aperto da ormai un anno Caffè Lietta, un luogo senza tempo, seppur di fondazione recente. Niente servizio al tavolo: qui si prende quel che si vuole al banco e poi ci si va a sedere dove si trova spazio, senza sovrapprezzi. Fiore all’occhiello del locale, il pirulo, budino di pasta frolla ripieno di ricotta lavorata, declinato in tante varianti a seconda delle stagioni. E poi croissant, biscotti, torte e un bel reparto di viennoiserie, da accompagnare a un buon caffè.

Caffè Lietta – Firenze – piazza della Libertà, 6-8/r – 7-21 – www.caffelietta.it

Coffee Mantra – un nuovo specialty in città

Insegna giovane e dinamica, un locale piccolo in stile minimal dove sostare per un ottimo caffè, espresso o filtro. Protagonisti sono gli specialty, quelli della torrefazione Gearbox Coffee Roasters, chicchi di qualità lavorati con cura ed estratti con attenzione. Tante le singole origini tra cui scegliere, così come le bevande: cappuccino, flat white, macchiato, cortado e anche cold brew, caffè estratto a freddo da sorseggiare nelle giornate più calde. Servizio attento e atmosfera informale.

Coffee Mantra – via della Mattonaia, 71r – facebook.com/coffeemantrafirenze/ 

Gualtieri – colazione vegan e gluten free

A pochi passi dal suggestivo Giardino di Boboli, una pasticceria che conta oltre 80 anni di storia ma che negli ultimi anni ha saputo rinnovarsi, andando incontro alle esigenze della clientela. Si trovano, infatti, tante opzioni senza glutine, latte o uova, come i cornetti alla crema di soia o i maritozzi vegani, oltre a creazioni originali come la 7senza, torta senza latte, uova, burro, zucchero, margarina, lievito e glutine (e sì, è buona: provare per credere).

Gualtieri – via Senese, 18r

Carduccio – estratti e dolci vegani

“Farm to table” è il motto di Carduccio, bar/bistrot che per i suoi piatti si rifornisce da piccoli produttori del territorio, da cui acquista frutta e verdura coltivata con metodo biologico o biodinamico. Cavallo di battaglia del locale, infatti, sono i frullati e gli estratti, insieme alle insalate di frutta e le tante proposte dolci vegane o senza glutine. Buoni anche gli espressi.

Carduccio – Firenze – sdrucciolo De Pitti, 10 r – www.carduccio.com

Pasticceria Stefania – bomboloni e sfoglie

Figlia di pasticceri lei, figlio di fornitori di panna e latte lui: fra Stefania e Claudio non poteva che nascere una dolce storia d’amore. Insieme, hanno rilevato il forno Scali (famoso per la schiacciata), trasformandolo in una bella pasticceria. Al mattino, la schiacciata (quella dolce) è una garanzia, così come i bomboloni fritti, soffici ed equilibrati nel gusto, scioglievoli al morso e ripieni di una crema pasticcera liscia e setosa, di quelle in grado di catturare al primo assaggio. Ottime anche le sfoglie ripiene di mele, creme o confetture, fragranti e saporite.

Pasticceria Stefania – via G. Marconi, 26r – www.pasticceriastefania.it

Ditta Artigianale – il caffè più buono di Firenze

Due sedi – quella storica in via de Neri e quella a Oltrarno, in via dello Sprone – e la stessa attenzione spasmodica alla qualità del caffè. La tazzina migliore della città porta la firma di Ditta Artigianale, torrefazione da sempre impegnata nella promozione degli specialty. Sempre puntuali gli espressi, squisiti i cappuccini decorati ad hoc come impone la Latte Art, eccellenti i caffè filtro fatti con V60 o altri sistemi di estrazione alternativi. Tutti preparati con cura dallo staff competente e preparato, che spiega ogni bevanda con passione ai clienti più curiosi. Per accompagnare il tutto, ci sono delle brioche di buona fattura, ma il nostro consiglio è quello di provare una delle tante specialità anglosassoni in menu, a cominciare dal croque madame.

Ditta Artigianale – via de Neri, 30/32 r – dittaartigianale.it/

Ditta Artigianale Oltrarno – via dello Sprone, 5 r – dittaartigianale.it/

Piansa – la storica torrefazione fiorentina

Prima torrefazione fiorentina a credere nella qualità dell’oro, la torrefazione Piansa di Bagno a Ripoli conta ormai da tempo due sedi in città. In entrambe, è possibile gustare un’ottima miscela e diverse singole origini che cambiano a rotazione, oltre a cappuccini di livello perfettamente bilanciati e dal gusto persistente. È d’obbligo, poi, un assaggio dei caffè filtro, da sorseggiare insieme a torte o biscotti artigianali. Il tutto impreziosito da un’atmosfera familiare e un servizio professionale e cortese.

Caffetteria Piansa – via Gioberti, 51 r – facebook.com/CaffetteriaPiansaGioberti/

Caffetterie Piansa Europa – Firenze – via Gran Bretagna, 32 – facebook.com/caffetteriapiansaeuropa/

Simbiosi – espressi e caffè filtro

Altro locale di apertura recente (era la fine del 2018) ma che si è già conquistato un posto fisso fra le caffetterie più buone della città. Sarà per gli ottimi caffè in carta, per la buona tecnica dei baristi professionisti o forse per l’attenzione al biologico, ma Simbiosi è un locale in cui si torna sempre volentieri. Cosa assaggiare? Il filtro fatto con metodo v60.

Simbiosi Coffee – Firenze – via de Ginori, 64 r – facebook.com/SimbiosiOrganicCoffeeFirenze/

Ben Café – oro nero e tè di pregio

Si viene da Ben Café per un assaggio del matcha latte, ma anche per i tanti tipi di tè (de Le Vie del Tè), infusi e tisane. Un’insegna poco chiacchierata, ma che non deluderà gli appassionati di oro nero, grazie alle singole origini de Le Piantagioni del Caffè che danno vita a espressi e caffè filtro dalla trama elegante e complessa. Non manca l’inossidabile binomio cornetto e cappuccino, con lieviti ben fatti (buoni quelli con crema pasticcera) e tazze di livello, dalla trama di latte fitta e omogenea.

Ben Caffè – Firenze – via delle Oche, 7 – facebook.com/bencaffefirenze/

Rainer – colazione austriaca

Dalle mani di Rudolf Rainer e la mente di Silvia Rabito è nato questo caffè con i piedi a Firenze, in zona Santa Reparata, e il cuore in Austria. Via libera, quindi, a strudel eccellenti, dalla sfoglia sottile e il ripieno goloso, Sacher torte e topfen (una sorta di cheesecake), senza dimenticare i tipici trancetti di Foresta Nera oppure quelli di torta Mozart. Per chi proprio non riuscisse a fare a meno del cornetto, niente paura: c’è quello al caffè e cioccolato, una vera delizia. Da bere, un buon comparto di caffetteria, anche se la specialità della casa resta la cioccolata calda, densa e cremosa.

Rainer – via San Zanobi, 97r – www.pasticceriaustriaca.it

a cura di Michela Becchi

Leggi anche…

Migliori colazioni di Roma: i locali da non perdere