Cocktail bar: le novità di primavera

26 Apr 2022, 14:58 | a cura di Federico Silvio Bellanca
Nuove aperture, nuovi menu, nuove proposte: le novità di primavera nel mondo dei cocktail bar
Pubblicità

Le giornate hanno finalmente riguadagnato in ore di luce e il cielo pare sgombro da nubi: è iniziata la primavera. La bella stagione porta con sé una ventata di ottimismo, un sentore di rinascita e soprattutto tante novità. Infatti è come se questo bonus di tempo illuminato fosse un dono da passare con gli altri, magari al tavolo di un bar per fare un aperitivo. E non a caso tutta l’industria correlata si appresta a lanciare le proprie novità: nuovi prodotti, nuove idee, nuovi menù e nuove aperture. C’è di tutto in questo inizio di primavera, noi abbiamo raccolto alcune idee che ci hanno convinto per godersi a pieno i mesi che verranno.

Four Seasons (1)(1)

Firenze. Mix-Thology, nuova Cocktail List di Atrium Bar at Four Seasons

Stampata, o meglio: “incisa” su un vero e proprio vinile che contiene musica originale registrata dal DJ Marco Solforetti e dal Pianista Maurizio Tomberli (entrambi musicisti resident di Atrium Bar), la nuova drink list del bar fiorentino interno a Four Seasons presenta come da tradizione un lato A e un lato B. Sul primo si trovano 6 tra i cocktail più iconici di Atrium Bar, praticamente un greatest hits del lavoro svolto, mentre sul Lato B compaiono gli inediti, ovvero 6 nuovissimi cocktail, di cui due analcolici creati durante gli ultimi mesi

Questo ennesimo lavoro di squadra dimostra una volta di più come il team capitanato dal Bar Manager Tommaso Ondeggia e dall’Head Mixologist Edoardo Sandri sia stato capace, negli ultimi anni, di coinvolgere la città e rendere l’hotel non solo un luogo amato dai turisti, nazionali e internazionali, ma anche una meta cittadina, capace dunque di fidelizzare clienti e tessere una trama di favourite drink, quei signature del lato A di cui i clienti chiedono il ritorno in carta, a riprova del cambiamento del nostro rapporto con il bar – anche quello d'hotel – degli ultimi anni. E una cocktail list del genere ha il sapore di una medaglia apposta sul petto dell’Atrium, perché senza dubbio il merito di questa rivoluzione è in parte anche loro.

Pubblicità

Atrium Bar - Firenze (FI) - Borgo Pinti, 99 - 055 26261 - https://www.fourseasons.com/it/florence/dining/lounges/atrium_bar/

  cinquanta spirito italiano

Pagani. Il primo anno e nuova proposta per Cinquanta-Spirito Italiano

Se 13 mesi fa qualcuno vi avesse raccontato che una delle aperture più chiacchierata d’Italia del 2022 non si sarebbe trovata a Milano o a Roma ma bensì a Pagani, forse non ci avreste creduto: eppure Cinquanta –Spirito Italiano grazie alla guida congiunta di Alfonso Califano e Natale Palmieri è uno di quei bar che potremmo definire una “case history”. Un locale molto grande, creato per avere un’anima multifunzionale, dalle colazioni ai pranzi, ma capace di esprimere il massimo della creatività proprio sulla fascia serale e ovviamente nella miscelazione. Tante le iniziative portate avanti dal vulcanico team in questi primi dodici mesi, dalle cene di beneficenza con gli chef più rinomati al tour dei cocktail bar “di periferia” d’Italia, fino alle incursioni nel mondo della pasticceria con collaborazioni quali quella er il panettone al Bitter Fusetti o la recente colomba pasquale con Alessandro Tipaldi. Per festeggiare il primo anniversario, il bar campano propone una rivoluzione nella proposta: nella parte food lavorando sempre di più su tapas legate al territorio e alle radici, con ad esempio Polpette fritte, classiche da tradizione, pane fritto e melenzane ‘mbuttunate, ravioli al vapore con polpo alla Luciana o padellino ripieno con spunzillo e tonno, mentre nella parte drink la nuova carta nata da un lavoro collettivo si inspira proprio ai più celebri momenti di aggregazione, ovvero i riti e le feste come il Carnevale di Rio o San Patrizio scegliendone anche alcune poco conosciute come il Palio della Rana o il Nataleccio.

Cinquanta - Spirito Italiano - Pagani (SA) - via Trento, 44/46 - 366 104 8168 - https://barcinquanta.it

noblesse

Vignola. Noblesse Cocktail Bar & Oblige

Se c’è un elemento che sempre più contraddistingue la crescita della scena italiana del bar, è il talento di saper rendere la provincia protagonista della scena della mixology di qualità. Da Lucca a Pagani, da Cerea a l’Argentario, ormai in tutta Italia si nascondono progetti ambiziosi dove si può bere a livello di una grande città. L’ultimo nato, inseribile in questo filone, è figlio della volontà di tre ragazzi di Modena, che si sono associati per aprire un ristorante e un cocktail bar separati (anche nel nome) ma capaci di dialogare negli spazi e nell’offerta. Nasce così a Vignola Il progetto di mixology Noblesse Cocktail Bar affiancato dal ristorante gourmet Oblige.
 Due ambienti separati, due entrate diverse dai lati opposti dello stesso palazzo, ma collegati internamente da una porta a vetri scorrevole. Al bar troviamo una proposta di drink incentrata su materia prima fresca e lavorazioni homemade, con twist su cocktail classici quali il Pina colada 2.0 (rum all'olio di cocco, lime e ananas fermentato) e creazioni originali quali Il -Rape rosse per te (vodka alla rapa rossa, chartrouse verde, aceto di riso, acqua di cocco e basilico). Qui si può anche godere di una piccola offerta food dedicata, con una selezione di piatti semplici ma sfiziosi. Un taglio di cucina internazionale che non esce dai nuovi classici del bar food, tra bao, tacos e gyoza da abbinare ai drink.

Pubblicità

Noblesse Cocktail Bar - Vignola (MO) - via D. Belloi, 2 -  059 580 2603 - https://www.facebook.com/NoblesseCocktailBarVignola

luca manni

Firenze. Caffè Gilli, terzo locale del Gruppo Valenza guidato da Luca Manni

Quando Luca Manni lasciò la Ménagère di Firenze (dove oggi ci sono Nicholas Duonnolo in cucina e Luca Cinalli al bancone) per prendere le redini di un locale all’epoca sconosciuto come il Move On molti forse hanno dubitato della scelta dello Sceriffo. Ma meno di tre anni dopo (passati attraverso una pandemia globale che ha imposto continui apri e chiudi) si può dire che la sfida di Marco Valenza risulta decisamente vinta. In poco tempo il sopracitato bar di piazza Duomo a Firenze è divenuto una certezza, entrando anche a far parte di prestigiose classifiche internazionali come Top500Bars, e mentre Move On cominciava a camminare con le proprie gambe Manni si è dedicato al rilancio del Caffe Concerto Paszkowski, diventando così bar manager di due degli outlet del gruppo. Oggi possiamo ufficializzare in anteprima la novità che anche un’istituzione fiorentina come Caffè Gilli passerà sotto la supervisione di Luca, che prende il timone del bancone per anni gloriosamente guidato da Luca Picchi, diventando dunque il riferimento unico per i tre centralissimi locali. Al suo fianco un mix di giovani talenti e di ritorni eccellenti, come quello di Marco Marini, che dopo esser stato a Livorno rientra in città per seguire il bancone di Move On. Una piccola rivoluzione silenziosa nel segno della continuità che sicuramente premia l’ottimo lavoro di un team capace di lavorare di concerto.

Caffè Gilli - Firenze FI - via Roma, 1r - 055 213896 - https://www.caffegilli.com/it/index.php

Lucas Kelm

Venezia. Lukas Kelm a Palazzina Grassi

Chiudiamo con un cambio di bancone veneziano. Dopo anni alla corte degli Alajmo, il bartender di origine argentina Lucas Kelm lascia il bancone di Fondaco dei Tedeschi per approdare nel hotel cinque stelle disegnato da Philippe Starck, Palazzina Grassi. Al Palazzina The Bar Kelm proporrà una cocktail list pensata per soddisfare ogni momento della serata, dall’aperitivo a un late cocktail, magari da provare in combinazione con i cicheti studiati dallo chef Fabio Manni (titolare dei fornelli al Palazzina The Restaurant), in un gioco di specchi e omonimie che permette di gustare anche i cocktail in abbinamento al cibo, sia esso durante il brunch o una cena.

E se in alcuni periodi speciali come come Biennale cominciata una manciata di giorni fa, Mostra del Cinema o Carnevale, Palazzina dopo la mezzanotte si trasforma in Palazzina The Club, dove DJ di fama internazionale animano le serate più esclusive della città, è invece sempre disponibile l’esperienza legate Shake&Drink, ovvero la possibilità di usufruire di una lezione con Kelm per scoprire i segreti di miscelazione degli aperitivi tipici della tradizione italiana e veneziana.

Palazzina Grassi - Venezia (VE) - Ramo Grassi, 3247 - 041 528 4644 - https://www.palazzinagrassi.com/it/

a cura di Federico Silvio Bellanca

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X