Spirits analcolici? Non è uno scherzo, ma un’idea partorita da Conviv, startup di tre giovani imprenditori milanesi che ha convinto persino la Bocconi. Non a caso, l’ateneo ha accettato di finanziare il lancio dei loro primi infusi naturali per cocktail a base di prodotti 100% italiani.
Pubblicità

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI
THE BEST IN LOMBARDY

Conviv: spirits analcolici, perché no?

A volte le buone idee nascono da una sequenza di eventi inaspettati. Come un aperitivo fra amici che non possono alzare troppo il gomito. E si chiedono perché nessun brand abbia ancora messo in commercio un sostituto analcolico degno dei migliori spirits italiani, capace di conquistare il palato dei millennials dichiaratamente astemi (un gruppo sempre più nutrito, statistiche alla mano). Così è nata Conviv, la startup di tre ragazzi milanesi che in breve tempo hanno iniziato a produrre bevande composte esclusivamente da estratti vegetali, con un gusto e un aspetto paragonabili a quelli dei tradizionali infusi ad alta gradazione. Facile come bere un bicchier d’acqua? Non proprio: il progetto ha richiesto un attento lavoro di ricerca, e vedrà la luce solo a partire da febbraio 2021. Noi, intanto, ci siamo fatti raccontare in cosa consiste.

Fondatori Conviv
Lorenzo Cinelli e Mattia Vita

Conviv, la nuova startup milanese premiata dalla Bocconi

Siamo partiti dall’idea di brevettare un’alternativa appetibile, elegante ed equilibrata al classico aperitivo alcolico” racconta Lorenzo Cinelli, CEO di Conviv. “Il nostro obiettivo, infatti, è proporre anche a chi non può (o non vuole) bere, dalle donne in dolce attesa agli sportivi, un nuovo modo di affrontare serenamente i momenti di convivialità: da qui la scelta del nome”. Così i fondatori della startup – oltre a Lorenzo, Mattia Vita, direttore operativo, e Bianca Cattadori, marketing manager- hanno iniziato a collaborare con Nexus Group, una piccola azienda a Cassinetta di Lugagnano specializzata nel settore beverage. E di lì a poco sono riusciti ad attirare l’attenzione di B4i – Bocconi for innovation (la piattaforma di pre-accelerazione, accelerazione e sviluppo interno alle aziende dell’ateneo milanese), che nei prossimi mesi offrirà loro il supporto economico necessario a far decollare il progetto. Ma come vengono realizzati, gli infusi di Conviv?

Pubblicità
Spirits Conviv

La ricetta di Conviv per cocktail analcolici made in Italy

Abbiamo voluto creare da zero un prodotto di qualità con un gusto unico, senza limitarci a riprodurre in versione analcolica le miscele degli spirits già affermati sul mercato“, spiega Lorenzo. E qui entra in gioco Mattia – l’alchimista del team, con 15 anni di esperienze pregresse nel mondo della mixology – che ha selezionato gli ingredienti ideali per mettere a punto i primi due infusi della startup: “Una versione rossa dal retrogusto amarognolo e una bianca dal sapore più rotondo e avvolgente, con note aromatiche tipicamente mediterranee. Entrambe vengono realizzate con radici, erbe spontanee e agrumi lavorati a mano e fatti macerare per almeno 30 giorni; tutti ingredienti naturali di origine italiana, prodotti da aziende certificate con cui abbiamo instaurato un rapporto di fiducia“. I drink firmati Conviv possono essere serviti insieme all’acqua tonica e al ghiaccio shakerato, oppure utilizzati come base per la rivisitazione di cocktail tradizionali.

Spirits Conviv

Conviv: packaging sostenibile e infusi salutari

Fra i punti di forza della startup milanese, oltre alla caratterizzazione della bevanda, c’è anche l’aspetto salutistico: “Spesso il problema dei drink analcolici sta nella grande quantità di zuccheri aggiunti, che conferiscono un sapore più intenso ai cocktail privi di liquori”, osserva Lorenzo. “Noi, invece, li dolcifichiamo con il succo d’uva, ottenendo infusi con un basso apporto energetico (19 calorie per 100 ml di liquido)”. La stessa cura per i dettagli emerge anche dal packaging. “È stata Bianca a occuparsi del confezionamento, affidando la realizzazione delle nostre bottiglie in vetro a Spider, un’agenzia creativa del torinese. Poi abbiamo dedicato gli ultimi mesi del 2020 alle prove sul campo, testando i prodotti con l’aiuto di consumatori e bartender milanesi interessati al progetto. Ora siamo quasi pronti: a febbraio inizierà la vendita sulla nostra piattaforma online e i locali avranno a disposizione le prime bottiglie di Infuso Rosso da proporre al pubblico. Chissà che da una semplice startup non nasca qualcosa di più grande: abbiamo tanti progetti in cantiere”.

Conviv Milano – Pagina Instagram Pagina Facebook

a cura di Lucia Facchini

Pubblicità