La manifestazione ideata da Marco Sacco torna con la seconda edizione in programma il 6 e 7 ottobre sull'Isola dei Pescatori. Spazio per assaggi di cucina d'autore, incontri tra chef, approfondimenti scientifici e un curioso contest di sfilettatura. Tutto per ribadire l'importanza di proteggere le acque dolci.
Pubblicità

Gente di lago e di fiume. In difesa delle acque dolci

Le acque del lago sono state per me una specie di oratorio dove sono cresciuto”. Marco Sacco, lo chef del Piccolo Lago di Mergozzo (ma dal 3 settembre è anche nuovamente alla guida di Piano 35, il ristorante del grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino), spiega con queste parole l’idea di dedicare una manifestazione al mondo delle acque interne, che costituiscono un patrimonio inestimabile del nostro Paese. E così il 6 e 7 ottobre, dopo il successo dello scorso anno, l’Isola dei Pescatori del Lago Maggiore sarà di nuovo lo scenario di Gente di lago e di fiume, una due giorni dedicata all’enogastronomia, alla cultura, agli spettacoli, all’intrattenimento e alla divulgazione scientifica sul tema delle acque dolci.

L'Isola dei Pescatori sul lago Maggiore

Marco Sacco è stato l’ideatore del progetto e ricopre la carica di presidente dell’associazione “Gente di lago e di fiume” che promuove la manifestazione. Nata nel giugno del 2018 conta attualmente 35 associati: “Non necessariamente solo ristoratori o albergatori” spiega Sacco, ma rappresentanti di tutti i settori produttivi, dai pescatori all’industria, dalla comunicazione alla finanza, perché lo scopo del progetto è quello di portare all’attenzione nazionale la tutela dell’ecosistema italiano delle aree di lago e di fiume.

Marco Sacco ed Enrico Cerea con un pentolone di riso sull'isola dei Pescatori

Gente di lago e di fiume 2019: il programma

Sull’Isola dei Pescatori 40 chef

Per raggiungere lo scopo, Sacco ha chiamato a raccolta una quarantina di chef ospiti che saranno presenti nei vari momenti della due giorni sull’isola al centro del Lago Maggiore: domenica nel corso delle degustazioni, e il lunedì, giornata dedicata ai dibattiti e alla cena di gala firmata da sette chef che avrà come scenario il Grand Hotel des Iles Borromées a Stresa.

Pubblicità

Per quel che riguarda la gastronomia, i punti forti saranno le 11 postazioni dei ristoranti dell’isola che a partire dalle ore 13 di domenica proporranno al pubblico ricette a base di pesce di lago firmate in collaborazione dagli chef resident e dagli chef ospiti. Così, ad esempio, alla postazione del ristorante Il Covo dei pirati si potranno degustare i plin croccanti di trota e bagna cauda firmati da Ornella Malorgio in collaborazione con Max Celeste, de Il Portale di Pallanza. Allo stand del Ristorante Casabella lo chef Ivan Konstachuk ospiterà Gianni Tarabini per preparare lo storione con patata mantecata al burro di montagna. E via degustando, fra un filetto di persico, una trota e un luccioperca, per finire alla postazione Guendalina, dove Marco Sacco se la vedrà con Pietro Leemann per una inevitabile (visto l’ospite) proposta vegetariana.

Un risotto con pesce di lago

La gara di sfilettatura e l’invasione dei pesci alieni

Sempre nella giornata di domenica (ore 12,20) promette di essere divertente il contest di sfilettatura del pesce tra pescatori del Lago Maggiore e del Lago di Bolsena. Da seguire con interesse anche la conferenza dell’ittiologo e vice-presidente dell’associazione “Gente di lago” Pier Paolo Giubertoni dal titolo “I pesci alieni sono tra noi”. Si parlerà della presenza, sempre più invadente, di specie provenienti da altre aree geografiche, come il gardon e il pesce siluro. Un pericolo per l’equilibrio dell’ecosistema se il problema non verrà gestito con attenzione, ma anche una sfida per gli chef chiamati a interpretare in cucina nuovi sapori. E da Sacco arriverà la conferma che il pesce siluro può degnamente comparire in piatti di alto livello.

“Dal lago al mare, le nostre acque si difendono anche in cucina” è il tema dell’incontro di lunedì 7 ottobre, ore 10,15. Interverranno fra gli altri Enrico Cerea, Cristina Bowerman, Gianfranco Pascucci , Luigi Taglienti, Marco Campanella, Cesare Battisti e Paolo Barrale.

Informazioni utili

Sul sito www.lagentedilago.com è possibile acquistare in prevendita i biglietti per partecipare all’evento “Gente di lago e di fiume”. Nel costo di 50 € (60 € il giorno dell’evento) sono inclusi il trasporto sull’isola, le degustazioni enogastronomiche e la partecipazione a tutte le attività.

Pubblicità

Per i bambini da 7 a 12: 15 € (gratis fino a 6 anni). Il ricavato dell’evento sarà dedicato a sostenere iniziative di tutela e promozione dei laghi e dei fiumi.

 

a cura di Dario Bragaglia