Il 1 ottobre si celebra l'oro nero e sono tanti gli eventi a tema pensati per la giornata. Quello della torrefazione Julius Meinl, per esempio, che invita i clienti a disconnettersi dai telefoni e ritrovare il senso di convivialità attorno alla tazzina, da pagare con una poesia.
Pubblicità

Disconnettersi per riconnettersi. È questo l’obiettivo di Julius Meinl, torrefazione austriaca fondata nel 1862 e presente anche in Italia, che invita a lasciare da parte i social netowork e riprendere i contatti umani, di fronte a una buona tazza di caffè. Per la Giornata Mondiale del Caffè – 1 ottobre – l’azienda lancia per il quarto anno consecutivo l’evento “Meet With a Poem” in tutti i suoi locali, dove sarà possibile scrivere una poesia ispirata al caffè e pagare così il conto.

Tazzina espresso e foglio bianco

Julius Meinl e i caffè viennesi

Un’iniziativa nata già tre anni fa, quella di “Pay With a Poem”, pensata per fare luce sul concetto di convivialità e socialità, temi che da sempre accompagnano il rituale della tazzina. Protagonista, naturalmente, il caffè, disponibile in espresso oppure versione filtro preparato con v60, o ancora cold brew, variante realizzata con acqua fredda. Un’occasione unica per rivivere l’atmosfera degli antichi caffè viennesi, luoghi di aggregazione prima ancora che di consumazione, dove ci si incontrava per parlare, scambiare opinioni, confrontarsi sui temi di attualità.

Sacco di caffè e poesia

Meet with a Poem: l’evento di Julius Meinl per la Giornata Mondiale del caffè

A presentare il progetto lo scorso 25 settembre al Savona18Suites Boutique Hotel di Milano, Andreea Postolache, marketing manager dell’azienda, insieme a Helena Oliviero, campionessa italiana di Cup Tasting (degustazione di caffè) 2018, che ha preparato per gli spettatori due caffè specialty estratti in V60, oltre a mostrare per la prima volta la nuova miscela per moka 100% arabica, Sri Polson, con caffè provenienti da India e Brasile. Un nuovo prodotto dal nome curioso: la parola “Sri” viene dalla lingua hindi e significa gentiluomo, mentre Polson fa riferimento a un audace imprenditore indiano, Mr polson, che ha sviluppato la sua attività di vendita di caffè porta a porta a Bombay all’inizio del Novecento.

Pubblicità

meinlcoffee.com/it/

a cura di Michela Becchi