Presentata la nuova guida Italia all’Aria Aperta di Gambero Rosso, al Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali alla presenza del Ministro e del Direttore di Enel Italia. Obiettivo: conoscere meglio il patrimonio ambientale del Paese e valorizzarne le produzioni agroalimentari.
Pubblicità

La guida Italia all’Aria Aperta, realizzata in partnership con Enel Green Power, è uno strumento che spinge a un turismo esperienziale e ambientale, stimola la coscienza dei cittadini verso la sostenibilità, contribuisce a far crescere il valore del mondo agroalimentare italiano.

© Francesco Vignali Photography

Creare valore: io credo che nell’agroalimentare italiano il modo unico per creare valore è legato alla crescita del valore del territorio stesso”. Stefano Patuanelli, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, esordisce così nel corso della presentazione della nuova guida di Gambero Rosso Italia all’Aria Aperta. Dai Parchi Nazionali ai Siti Unesco, riagganciandosi a ciò che aveva appena detto il Presidente di Gambero Rosso, Paolo Cuccia:Ambiente, sostenibilità, ecologia, agroalimentare: un grande mondo intrecciato insieme che deve creare valore per avere un futuro”. Così, nella Sala Cavour del Ministero di via XX Settembre a Roma, si alza il sipario sulla nuova fatica di Gambero Rosso: un’indagine a tappeto nei venticinque Parchi Nazionali e nei due grandi Parchi Regionali del Friuli Venezia Giulia, il racconto di oltre 1.000 indirizzi che meritano la visita, dove mangiare, degustare prodotti e fare la spesa all’interno e nei pressi delle aree verdi italiane, l’esplorazione di oltre 400 Comuni; una certosina ricerca di insegne di valore in zone spesso poco conosciute e non battute dal turismo di massa.

Italia all aria aperta

Il legame tra agroalimentare e sostenibilità

“Il legame tra un prodotto e le caratteristiche naturali e culturali in cui nasce è ciò che costituisce la grande distintività di questo Paese: un unicum in cui a distanza di pochi chilometri si trovano specialità assolutamente diverse e particolari nella loro eccellenza e identità. Tutto ciò deve essere conosciuto, protetto e tutelato: deve poter avere un orizzonte, un futuro possibile” afferma il ministro, che lega la centralità dell’agricoltura e dell’ambiente anche alla produzione di energia elettrica sostenibile, mission del partner di questa nuova guida, Enel Green Power.

Pubblicità

“All’interno del Pnrr che è lo strumento centrale della ripresa dopo la pandemia, abbiamo una serie di progetti che proprio questo ci consentono di fare: legare al tema della produzione agroalimentare anche quella energetica. Noi crediamo molto nell’agro-energia da fonti rinnovabili: un percorso che punta sia a produrre energia verde che a integrare il reddito degli agricoltori stessi. Progetti in cui il suffisso ‘agro’ è fondamentale, per evitare che le aziende agricole si trasformino in aziende energetiche. Dove gli agricoltori hanno messo da parte il solo interesse per la produzione, ma sono riusciti a guardare in modo più ampio allo sviluppo del loro territorio, qui abbiamo avuto veri aumenti di valore. La guida di Gambero Rosso è uno strumento importante per chi percorre la nostra Penisola in lungo e in largo: fornisce il racconto di questi intrecci tra agroalimentare, ambiente e cultura. L’agricoltura dovrà sapere innovare e rinnovarsi, senza però mai perdere il contatto con la tradizione, perché questo è il vero valore del nostro Paese”.

Italia all aria aperta

Turismo sostenibile, una mission per Enel Green Power

È proprio Enel, per bocca del suo Direttore Italia, Carlo Tamburi, a spiegare come gli intrecci tra ambiente, produzione, cultura sia centrale nel percorso verso la sostenibilità: “Siamo qua perché c’è un impegno morale e sociale di Enel per far conoscere ai cittadini quello che noi facciamo e quello che possiamo fare; e vogliamo diffondere con un linguaggio di vicinanza quello che è il tema del momento, la transizione ecologica di cui tutti parlano, ma che deve entrare con più forza nella quotidianità delle famiglie, deve riempirsi di valori e contenuti concreti” spiega Tamburi.

Pensiamo che la guida con Gambero Rosso possa essere un importante veicolo per aumentare questa consapevolezza e contribuire a rendere i cittadini protagonisti attivi nel percorso verso un orizzonte di sostenibilità. Noi vogliamo contribuire attivamente a questo sforzo. La partnership con Gambero Rosso – realtà simbolo nella ricerca della bellezza, della qualità e della sostenibilità dell’agroalimentare italiano – si inserisce proprio nel percorso di formazione del futuro. Enel Green Power ha un’importante attività di sviluppo sul fronte del turismo sostenibile: abbiamo una serie di eventi che si chiama Centrali Aperte che ci porta quotidianamente a contatto con i giovani e con le scuole, con l’obiettivo di far entrare stabilmente nelle coscienze dei nostri cittadini il concetto e il valore della sostenibilità, dell’energia rinnovabile, dell’equilibrio ambientale. Questa è per noi una chiamata al cittadino, perché entrino sempre più in simbiosi i mondi dell’industria, della produzione, della natura, della cultura, della produzione energetica: le nostre centrali idroelettriche, che il Gambero racconta nella guida, sono anche opere d’arte e scrigni di cultura molto molto belli da visitare: un buon esempio di matrimonio tra ambiente e produzione elettrica”.

Obiettivo: creare valore

Centrale, in tutti gli interventi, il concetto della creazione di valore, lanciato dal Presidente Cuccia: “Noi viviamo in un Paese piccolo e bellissimo, che ha avuto per condizioni geomorfologiche e climatiche un primato nella biodiversità, ma che è fatto di aziende piccole e piccolissime che fino a ieri hanno avuto enormi difficoltà a farsi conoscere sui mercati sia nazionali che internazionali. Oggi la digitalizzazione può dare luce anche al più piccolo dei 400 comuni che abbiamo esplorato nel fare questa guida. Occorre, però, rivisitare i percorsi formativi che pur ci sono stati, ma che da ora necessitano di ulteriori passi in avanti. Ringrazio il Ministro che ha avviato un tavolo nazionale per la formazione nel campo dei mercati agroalimentari in cui siede anche Ismea, all’insegna di una sensibilità ambientale che è anche sociale. Ma tutto ciò, perché sia davvero sostenibile, deve creare valore: oggi la sostenibilità ci riunisce tutti all’insegna del massimo rispetto per l’ambiente e per chi ci vive dentro, ma anche l’aspetto economico deve avere un’importanza centrale. Per esempio, io credo che i vini italiani debbano costare di più: la gran parte delle etichette costano troppo poco! E devono, per aumentare il loro valore, legarsi sempre di più ai territori da cui vengono e che raccontano nei sapori e negli aromi. I luoghi, i comuni, i paesaggi protagonisti di questa nuova guida sono splendidi e vanno aiutati e sostenuti nella creazione di valore”.

Pubblicità
© Francesco Vignali Photography

Alla presentazione della guida Italia all’Aria Aperta, curata da Clara Barra, ha partecipato anche Laura Mantovano, Direttore Editoriale di Gambero Rosso: “Presentiamo, in questo luogo suggestivo, una guida di nuova generazione, differente dai prodotti classici del Gambero, fuori da schemi di Forchette e Gamberi e proiettato a scoprire mondi ancora nascosti o poco conosciuti, non battuti dal turismo di massa: luoghi che meritano di essere visitati, ma che debbono anche essere tutelati e per questo conosciuti meglio di quanto lo siano ora”.

© Francesco Vignali Photography

Una guida di nuova generazione

Italia all’Aria Aperta di Gambero Rosso è il prodotto editoriale che segue a un lungo periodo di pandemia e di chiusure, che risponde al desiderio di tornare a girare in ambienti sani in mezzo alla natura: è una sorta di libro-apripista, non un elenco delle cose che si possono trovare, ma una recensione minuziosa di chi nei parchi vive, lavora e propone ospitalità, di chi i nostri parchi contribuisce a mantenere vivi.

Italia all aria aperta

La guida è stata realizzata in partnership con Enel Green Power, la società del gruppo Enel che si occupa di energie rinnovabili e che punta la sua attività a una sempre maggiore interazione nelle sue centrali verdi con i cittadini e con i turisti coinvolgendoli in percorsi interattivi ed esperienziali in ambienti naturali suggestivi. E anche con il contributo dei direttori delle diverse aree verdi che raccontano i loro parchi e ne evidenziano le caratteristiche particolari a livello di biodiversità e di interesse floro-faunistico e ambientale.

Italia all’Aria Aperta. La sezione web

Alla guida Ialia all’Aria Aperta abbiamo dedicato anche un’intera sezione sul nostro sito,
www.gamberorosso.it/italia-all-aria-aperta/, dove potete navigare tra i Parchi Nazionali con le mappe interattive e scoprire tutti gli indirizzi consigliati da Gambero Rosso per mangiare e dormire, oltre a una serie di approfondimenti per visitare le principali centrali idroelettriche.

GUARDA LA PRESENTAZIONE SU FACEBOOK

Italia all’Aria Aperta – 352 pp. – 14.90 € – Acquistabile in edicola e libreria dal 5 agosto e on line