Seconda edizione per la festa di beneficenza a favore della Fondazione Bertini Malgarini Onlus che riunisce a Milano 40 giovani talenti della cucina italiana, tra chef, pizzaioli, pasticceri e bartender. Protagonisti e menu.
Pubblicità

Chef per beneficenza. In favore della Fondazione Bertini Malgarini

Da un paio d’anni, gli appuntamenti con le raccolte fondi promosse da Italiasquisita si dividono tra Milano e Roma. Ma è nel capoluogo lombardo che l’iniziativa ha preso le mosse diversi anni fa, con l’idea di finanziare le attività della Fondazione Bertini Malgarini Onlus, che dal 2007 presta assistenza a soggetti con disagi psichici e minori in condizioni di difficoltà, con progetti dedicati e nel centro operativo di via Caroli. Proprio nella sede della Fondazione, il prossimo 10 giugno si ritroveranno i protagonisti de La Meglio Gioventù, una festa di beneficenza che riunirà circa 40 giovani volti dell’alta ristorazione italiana, per dimostrare che la cucina può (e sa) fare del bene.

La Meglio Gioventù. 40 giovani talenti a Milano

Dall’anno scorso, il tema della tradizionale festa di primavera organizzata a favore della Fondazione è infatti legato agli esiti più originali della ricerca gastronomica portata avanti dalle nuove leve delle ristorazione nazionale; non solo cuochi, ma anche pizzaioli, pasticceri e barman, accomunati dall’età anagrafica, rigorosamente under35. Sarà dunque un’occasione per trascorrere una serata piacevole, ma pure per sondare lo stato dell’arte della giovane cucina d’autore, che si presenterà all’appello in schieramento compatto – sono sempre più rare, purtroppo, le opportunità per superare i personalismi fomentati da sovraesposizione e competitività spinta all’estremo, ma la causa favorisce la condivisione – evidenziando però di quanti spunti ed esiti diversi si nutra la nuove ristorazione in Italia.

Un piatto di eliche di Roberto Di Pinto

I protagonisti della serata

Ognuno dei partecipanti porterà in dote un’idea, un piatto forte, una nuova proposta studiata per l’occasione, talvolta in collaborazione con altri protagonisti della serata. Imponente l’adesione di chef, che giocano in casa e non solo (in fondo l’elenco completo), mentre a rappresentare pizza e panificazione saranno Pier Daniele Seu, Vincenzo Capuano, Giorgio Caruso, Lorenzo Sirabella, chiamati a raccontare approcci e scuole di pensiero differenti: da Napoli, Capuano porterà le sua pizzette fritte con ricotta e tarallo napoletano; Seu, invece, in trasferta dalla Capitale, proporrà il suo originale lingotto con parmigiano reggiano; giocano in casa Caruso (Lievità) e Sirabella (Dry) rispettivamente con pizza Saltimbocca con mortadella, misticanza e maionese e montanare mignon. Ai dolci di fine serata, invece, provvederanno Paolo Griffa, Maria di Fusco, Elisa Fornasiero, Sonia Latorre, Sara Simionato e Diletta Zenna. Cocktail list a cura di Federico Volpe (Dry), Lucian Bucur (Bob), Ivan Patruno (Bulk) e Daigoro Amico (ElitaBar). Intrattenimento musicale e vinili di Alioscia Bisceglia.

Pubblicità

 

Per partecipare alla festa la base d’offerta è fissata a 35 euro: l’intero ricavato sarà devoluto alla causa, per aiutare la Fondazione nel suo lavoro di inserimento sociale e professionale di soggetti svantaggiati. Sulla pagina dedicata alle prenotazioni è possibile consultare tutti i piatti in menu. L’appuntamento è per il 10 giugno, alle 19.30.

 

Gli chef de La Meglio Gioventù 2019

Pubblicità

Marco Acquaroli Ristorante Natura, Torbiato

Marco Annunziata Altriménti, Milano

Alberto Basso Trequarti, Vicenza

Federico Beretta Feel, Como

Davide Caranchini Materia, Cernobbio

Roberto Di Pinto Sine, Milano

Damiano Dorati Le Cave Cantù, Casteggio

Matteo Ferrario Terrazza Triennale, Milano

Cesare Grandi La Limonaia, Torino

Andrea Leali Ristorante Casa Leali, Puegnago sul Garda

Antonio Lebano Excelsior Hotel Gallia, Milano

Chang Liu Serica, Milano

Riccardo Molteni Ristorante Morelli, Milano

Piergiuseppe Siena D.O.I., Parma

Piergiorgio Siviero Lazzaro1915, Pontelongo

Irina Steccanella Irina, Savigno

Giuseppe Tarantino Corbezzoli, Bologna

Andrea Valentinetti Radici, Padova

Simone Vineis Il Patio, Pollone

Marco Visciola Il Marin, Genova

Simone Zanon Osteria del Ponte, Trezzano sul Naviglio
I pastry chef

 

Maria di Fusco Excelsior Hotel Gallia, Milano

Elisa Fornasiero Antica Corona Reale, Cervere

Sonia LatorreDolcelino, Milano

Sara Simionato Antica Osteria Cera, Lughetto di Campagna Lupia

Diletta Zenna Lazzaro 1915, Pontelongo

Paolo Griffa Petit Royal, Courmayeur