Il volume Lockdown Heroes è nato dalla penna di Milo Manara per omaggiare le donne che hanno continuato a fare il proprio lavoro, in prima linea, durante il lockdown. Ora il libro, con le sue 24 tavole ad acquerello, esce in libreria. I proventi per la ricerca degli ospedali italiani.
Pubblicità

Lockdown Heroes di Milo Manara

Il progetto è figlio del lockdown, ma il libro illustrato da Milo Manara arriva in libreria solo in questi giorni, quasi a sigillare uno dei periodi più difficili della nostra storia recente, mentre ancora siamo impegnati a prendere le misure del futuro che ci aspetta. Ed è intitolato proprio alle eroine del lockdown il volume edito da Feltrinelli Comics, che raccoglie 24 tavole illustrate realizzate ad acquerello dal celebre disegnatore italiano, che è stato – ed è – uno dei principali “cantori” del fascino femminile, fumettista apprezzato in Italia e nel mondo per la sensualità dei suoi disegni. Stavolta, le donne ritratte sono quelle che hanno dimostrato più determinazione e coraggio nell’affrontare l’emergenza Covid. Donne comuni, raffigurate senza retorica, che ora sono protagoniste del libro nato in collaborazione con Comicon e Feltrinelli Comics: i proventi, già raccolti numerosi in prevendita online negli ultimi due mesi, serviranno a finanziare l’ospedale Luigi Sacco di Milano, il Policlinico Universitario di Padova e l’Ospedale Domenico Cotugno di Napoli, tutti attivamente impegnati nelle fasi salienti dell’emergenza e all’avanguardia nella ricerca. Il volume – che arriverà autografato a chi ha acquistato un copia in pre-order –  è introdotto da una prefazione di Vincenzo Mollica e dall’intervista a Milo Manara raccolta da Tito Faraci.

La fruttivendola di Milo Manara

Le eroine del lockdown. Chi sono

Era l’otto marzo, la Giornata della donna, e cercavo di pensare ad una immagine per l’occasione, ma le notizie che arrivavano si sovrapponevano a qualunque pensiero” ricorda Manara a proposito della genesi del libro “La prima immagine è nata così, spontaneamente. Dato che è stata una dottoressa anestesista la prima a diagnosticare la presenza del virus, mi è sembrato logico declinare l’immagine al femminile, anche perché era un dovere per me celebrare il coraggio, l’abnegazione e la forza di quelle donne esauste, poco protette, ma che nonostante tutto restano al proprio posto. Oltre agli operatori sanitari c’erano molte altre persone che hanno continuato a svolgere il proprio lavoro, nell’interesse di tutti, esponendosi al pericolo di contagio. Le ho disegnate una a una, semplicemente per ringraziarle e, forse, anche un po’ sperando che ci ricorderemo di loro, quando tutto sarà finito”.

La panettiera di Milo Manara

Ed ecco il motivo per cui siamo a parlare di Lockdown Heroes, oltre che per la bontà dell’iniziativa. Le eroine di Milo Manara, infatti, sono anche contadine (a tal proposito ricordiamo il progetto a tutela delle braccianti agricole avviato di recente in Basilicata), cassiere del supermercato, negozianti di frutta e verdura, panettiere, rider che sfrecciano in bici per consegnare il cibo in città (“ho pensato alle cose primarie, come tutta la catena alimentare, dalla produzione alla distribuzione, alla vendita al dettaglio… Sono nati dei pensieri rivolti a quelle donne”). Una illustrazione per ciascuna categoria, una donna che ne rappresenta molte altre, a ricordarle tutte per aver continuato a fare il proprio lavoro come ogni giorno. Il lavoro del fumettista è dunque un monito a ricordare. Che non omaggia solo le donne, ma tutti quei mestieri che abbiamo riscoperto come essenziali per la vita di comunità. Sperando che qualche buona, “nuova” abitudine sopravviva al ritorno alla normalità. Il libro Lockdown Heroes è in libreria dal 30 luglio, al costo di 32 euro.

Pubblicità