Ecco perché ci siamo rifiutati di fare la (solita) copertina di Natale

29 Nov 2023, 13:15 | a cura di Marco Mensurati
L'editoriale del direttore, Marco Mensurati, apre il nuovo numero del mensile del Gambero Rosso (in edicola dal 28 novembre), con una copertina di Natale rivoluzionaria: niente panettoni, tendenze per il nuovo anno e bilanci di quello ce sta finendo. Il titolo: "Make hummus, not war"

L'editoriale del direttore, Marco Mensurati, apre il numero del mensile di dicembre. Una rivista in genere dedicata al contingente periodo di feste, tra i bilanci dell'anno che se ne va e l'analisi delle tendenze in arrivo. Quest'anno la "contingenza" ha oscurato Natale e la fine dell'anno. Gli echi della guerra - delle guerre anzi - impongono riflessioni diverse. Ecco, dunque, l'editoriale del direttore

la copertina del Gambero Rosso mensile di dicembre 2023

La copertina di Natale del Gambero Rosso

Non ci sono panettoni né Champagne sulla copertina del nostro numero di Natale. E non ci sono nemmeno torroni, tartufi o pandori. Ne parliamo – e anche parecchio – nelle pagine interne, ma in copertina no, non ci sono. C’è invece un piatto. L’hummus. Una preparazione ancestrale che da sempre – come ci spiega la nostra Sonia Ricci nell’articolo che apre lo Speciale Natale – unisce i popoli di mezzo mondo superando barriere linguistiche, culturali, religiose. Spesso superando anche il tempo e lo spazio.

Non è stata una scelta semplice per noi. Il numero delle feste per un magazine come il nostro è tra i più importanti dell’anno.  Perché esce in un momento in cui la voglia di stare insieme, di mangiare e bere in serenità (e, con questa, per dirla con il linguaggio commerciale, è massima anche la propensione al consumo) raggiunge i massimi livelli. Rinunciare all’occasione di celebrare questa voglia in modo tradizionale è stata una decisione impegnativa da prendere.

Per ogni testo, però, esiste un contesto. E quello che stiamo vivendo in questi giorni ci ha convinti che l’armamentario simbolico tipico delle feste sarebbe stato un po’ fuori tono, e che forse c’era un modo più attuale e sincero per augurare a tutti i nostri lettori una nuova stagione di pace e serenità.
Così abbiamo preso in prestito una frase scritta mille volte sui muri a Tel Aviv e a Betlemme – “Fate l’hummus non la guerra” - e l’abbiamo fatta nostra. Ricordando in questo modo una volta di più a noi stessi che la materia di cui ci occupiamo abitualmente, il cibo e il vino, è prima di tutto un incredibile e potentissimo strumento di comunicazione capace di mettere in connessione  persone,  generazioni, popoli. E che alla fine il bello (e il buono) è proprio in questo.

Uno Speciale dedicato a Natale

Ps. Per Natale volevamo regalare qualcosa di speciale ai nostri lettori, così abbiamo deciso di dare fondo alle nostre riserve di fantasia ed esperienza. Nello Speciale, oltre alle classifiche dei migliori panettoni, dei pandori e dei vini, troverete una raccolta di idee per regali originali – a volte anche troppo – scovati dalla redazione. Nel caso vi servisse qualche spunto dell’ultimo minuto.

Marco Mensurati

Mensile dicembre 2023 - Gambero Rosso

Il sommario del nuovo numero

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram