Le anticipazioni dei premiati della guida Vini d'Italia 2021 del Gambero Rosso, raccontano il panorama vitivinicolo italiano. I migliori vini della Toscana
Pubblicità

I migliori vini della Toscana 2021

Il panorama vitivinicolo della Toscana

La Toscana fa 90. E conferma il suo stato di grazia: è nuovamente la regione con più Tre Bicchieri nella nostra Guida. Aiutata, certo, dalla coincidenza di alcune ottime annate, come la 2015 e la 2016 per le selezioni e le Riserve, e da millesimi speculari ma di livello come la solare 2017 o la più fresca 2018. In nessun’altra regione, con la sola eccezione forse del Piemonte, i profitti delle aziende vengono continuamente reinvestiti su vigneti, cantine, professionalità. Sul terreno della Toscana si sfidano i migliori talenti enologici del nostro Paese, i grandi gruppi internazionali, le grandi famiglie del vino come Antinori e Frescobaldi che fanno vino dalla fine del 1300. Le magiche colline del Chianti Classico, Montalcino, Bolgheri e la Maremma sono una calamita irresistibile per chi si sente in grado di fare grandi vini.

I Tre Bicchieri 2021 della Toscana

Nelle nostre degustazioni finali sono stati valutati 366 vini, e possiamo assicurarvi che tra i Tre Bicchieri e i 276 vini segnalati con i due bicchieri rossi la differenza è davvero poca. La geografia dei Tre Bicchieri regionali vede il Chianti Classico in testa, con 22 vini iridati confermandosi come il cuore pulsante della regione, insieme a Montalcino che quest’anno vede laurearsi campioni ben 18 Brunello di Montalcino, il miglior risultato di sempre complice l’ottimo millesimo 2015. Ma le altre zone di pregio hanno risposto: Bolgheri con 8, Vino Nobile di Montepulciano con 5, Carmignano con 2, Rufina con 1, San Gimignano con 3, mentre la pimpantissima Maremma va a segno con ben 7 premi tra 2 Morellino di Scasano e 5 vini IGT, Montecucco con 2, passando per Cortona fino alla Parrina, la piccola denominazione di Orbetello con vista sul promontorio dell’Argentario. Senza contare i Supertuscan e i grandi classici che portano il nome della Toscana all’interno di tutte le collezioni di vino a livello mondiale. A conferma di una vitalità e un fermento regionale, salutiamo tutte le aziende che per la prima volta entrano nel club dei Tre Bicchieri: sono Bertinga, Bibbiano, Caiarossa, Casisano, La Madonnina, San Polo e Ridolfi.

  • Alessandro Dal Borro Syrah ’16 – Il Borro
  • Aria di Caiarossa ’16 – Caiarossa
  • Baron’Ugo ’16 – Monteraponi
  • Bolgheri Rosso Rute ’18 – Guado al Melo
  • Bolgheri Rosso Sup. Grattamacco ’17 – Grattamacco
  • Bolgheri Rosso Sup. Le Gonnare ’17 – Fabio Motta
  • Bolgheri Rosso Sup. Ornellaia ’17 0- Ornellaia
  • Bolgheri Rosso Villa Donoratico ’18 – Tenuta Argentiera
  • Bolgheri Rosso Volpolo ’18 – Podere Sapaio
  • Bolgheri Sup. Sassicaia ’17 – Tenuta San Guido
  • Bolgheri Varvàra ’18 – Castello di Bolgheri
  • Brunello di Montalcino ’15 – Baricci
  • Brunello di Montalcino ’15 – Camigliano
  • Brunello di Montalcino ’15 – Casisano
  • Brunello di Montalcino ’15 – Le Chiuse
  • Brunello di Montalcino ’15 – Donatella Cinelli Colombini
  • Brunello di Montalcino ’15 – Tenuta Fanti
  • Brunello di Montalcino ’15 – Le Macioche
  • Brunello di Montalcino ’15 – Poggio di Sotto
  • Brunello di Montalcino ’15 – Ridolfi
  • Brunello di Montalcino ’15 – Tenuta di Sesta
  • Brunello di Montalcino Giodo ’15 – Giodo
  • Brunello di Montalcino Madonna delle Grazie ’15 – Il Marroneto
  • Brunello di Montalcino Ripe al Convento di Castelgiocondo Ris. ’14 – Castelgiocondo
  • Brunello di Montalcino Tenuta Nuova ’15 – Casanova di Neri
  • Brunello di Montalcino V. del Suolo ’15 – Argiano
  • Brunello di Montalcino V. Schiena d’Asino ’15 – Mastrojanni
  • Brunello di Montalcino V. Spuntali ’15 – Val di Suga
  • Brunello di Montalcino Vignavecchia ’15 – San Polo
  • Campo di Camagi Cabernet Franc ’18 – Tenuta di Trinoro
  • Carmignano Ris. ’17 – Tenuta Le Farnete – Cantagallo
  • Carmignano Ris. ’17 – Piaggia
  • Cepparello ’17 – Isole e Olena
  • Chianti Cl. ’18 – Badia a Coltibuono
  • Chianti Cl. ’18 – Castello di Radda
  • Chianti Cl. ’18 – San Felice
  • Chianti Cl. ’17 – Val delle Corti
  • Chianti Cl. Ama ’18 – Castello di Ama
  • Chianti Cl. Ducale Ris. ’17 – Ruffino
  • Chianti Cl. Gran Selezione Capraia Effe 55 ’16 – Rocca di Castagnoli
  • Chianti Cl. Gran Selezione Colledilà ’17 – Barone Ricasoli
  • Chianti Cl. Gran Selezione Il Poggio ’15 – Castello di Monsanto
  • Chianti Cl. Gran Selezione Valiano 6.38 ’16 – Tenute Piccini
  • Chianti Cl. Gran Selezione Vign. di Campolungo ’16 – Lamole di Lamole
  • Chianti Cl. Gran Selezione Villa Rosa ’17 – Famiglia Cecchi
  • Chianti Cl. Lamole ’18 – I Fabbri
  • Chianti Cl. Montaperto ’17 – Fattoria Carpineta Fontalpino
  • Chianti Cl. Ris. ’17 – Tenuta di Arceno
  • Chianti Cl. Ris. ’17 – Bibbiano
  • Chianti Cl. Ris. ’17 – Castello di Albola
  • Chianti Cl. Ris. ’17 – Castello di Volpaia
  • Chianti Cl. Ris. ’17 – Tenuta di Lilliano Chianti Cl. Tenuta S. Alfonso ’18 – Rocca delle Macìe
  • Chianti Cl. V. Istine ’18 – Istine
  • Chianti Cl. Vallenuova ’18 – Tolaini
  • Chianti Rufina Nipozzano Ris. ’17 – Frescobaldi
  • Colline Lucchesi Tenuta di Valgiano ’16 – Tenuta di Valgiano
  • Cortona Syrah ’17 – Stefano Amerighi
  • Costa dell’Argentario Ansonica ’19 – Tenuta La Parrina
  • Duemani ’17 – Duemani
  • Guardiavigna ’16 – Podere Forte
  • I Sodi di San Niccolò ’16 – Castellare di Castellina
  • Il Pareto ’17 – Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari
  • La Gioia ’16 – Riecine
  • La Madonnina ’17 – La Madonnina
  • La Regola ’17 – Podere La Regola
  • Le Pergole Torte ’17 – Montevertine
  • Maremma Toscana Alicante Oltreconfine ’18 – Bruni
  • Maremma Toscana Baffonero ’17 – Rocca di Frassinello
  • Montecucco Rosso Sidus ’17 – Pianirossi
  • Montecucco Sangiovese Poggio Lombrone Ris. ’16 – Colle Massari
  • Monteti ’16 – Tenuta Monteti
  • Morellino di Scansano Calestaia Ris. ’16 – Roccapesta
  • Morellino di Scansano Madrechiesa Ris. ’16 – Terenzi
  • Nambrot ’17 – Tenuta di Ghizzano
  • Nobile di Montepulciano ’17 – Salcheto
  • Nobile di Montepulciano ’17 – Tenute del Cerro
  • Nobile di Montepulciano I Quadri ’17 – Bindella
  • Nobile di Montepulciano Il Nocio ’16 – Boscarelli
  • Nobile di Montepulciano Le Caggiole ’17 – Poliziano
  • Oreno ’18 – Tenuta Sette Ponti
  • Orma ’18 – Orma
  • Paleo Rosso ’17 – Le Macchiole
  • Pinot Nero ’17 – Podere della Civettaja
  • Solaia ’17 – Marchesi Antinori
  • Valdarno di Sopra Merlot Galatrona ’17 – Fattoria Petrolo
  • Vernaccia di S. Gimignano Carato ’17 – Montenidoli
  • Vernaccia di S. Gimignano Ris. ’16 – Panizzi
  • Vernaccia di San Gimignano L’Albereta Ris. ’17 – Il Colombaio di Santa Chiara
  • Volta di Bertinga ’16 – Bertinga

Scoprite i vini premiati con Tre Bicchieri 2021 regione per regione

Pubblicità