Tre Bicchieri 2024, i migliori vini della Toscana premiati da Gambero Rosso

9 Ott 2023, 06:58 | a cura di
Ecco i vini della Toscana che quest'anno hanno ottenuto i Tre Bicchieri, il massimo riconoscimento assegnato dalla guida Vini d'Italia di Gambero Rosso.

Tre Bicchieri 2024 della Toscana

Arcanum 2019

Tenuta di Arceno

Auritea 2018

Tenute Lunelli - Tenuta Podernovo

Bolgheri Rosso Sup. 2020

Castello di Bolgheri

Bolgheri Sassicaia 2020

Tenuta San Guido

Brunello di Montalcino Ris. 2016

Biondi - Santi Tenuta Greppo

Carmignano Ris. 2020

Tenuta Le Farnete - Cantagallo

Chianti Cl. 2019

Castell'in Villa

Chianti Cl. 2020

Val delle Corti

Chianti Cl. 2021

L'Erta di Radda

Chianti Cl. 2021

Tenuta di Lilliano

Chianti Cl. 2021

Castello di Radda

Chianti Cl. La Forra Ris. 2019

Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari

Chianti Cl. Ris. 2019

Vallepicciola

Chianti Cl. Ris. 2019

Villa Le Corti

Chianti Cl. Ris. 2020

Castello di Albola

Chianti Rufina Ris. 2018

Castello del Trebbio

Cortona Syrah Apice 2019

Stefano Amerighi

Duemani 2020

Due Mani

Guardiavigna 2019

Podere Forte

I Sodi di San Niccolò 2019

Castellare di Castellina

Il Borro 2019

Il Borro

La Regola 2020

Podere La Regola

Lupicaia 2018

Castello del Terriccio

Monteti 2019

Tenuta Monteti

Nobile di Montepulciano I Quadri 2020

Bindella - Tenuta Vallocaia

Oreno 2021

Tenuta Sette Ponti

Paleo Rosso 2020

Le Macchiole

Pinot Nero 2020

Podere della Civettaja

Siepi 2020

Castello di Fonterutoli

Tenuta di Trinoro 2020

Tenuta di Trinoro

Uno 2020

Tenuta Carleone

La Toscana si conferma anche quest’anno come la regione più premiata della Guida, con ben 89 Tre Bicchieri. Il numero dei vini finalisti, i due bicchieri rossi per intenderci, è di ben 327. Per vastità di territorio e di denominazioni, per varietà di stili e di terroir questi risultati sono ampiamente giustificati. C’è un dinamismo, una voglia di crescere e di approfondire il legame con il territorio che non conosce sosta.

Tre Bicchieri 2024 della Toscana. Il Chianti Classico

Il Chianti Classico è la denominazione più conosciuta in Italia e nel mondo, Quest’anno più che in altri emerge l’autorevolezza della Gran Selezione, spesso frutto di singole vigne, per vini dal grande potenziale evolutivo, così come la piacevolezza del Chianti Classico annata, che solo noi premiamo con numeri così rilevanti. Tiene bene anche la tipologia Riserva, e, soprattutto, si sgombra il campo dalla presenza ingombrante di alcuni Supertuscan senza anima e carattere.

Tre Bicchieri 2024 della Toscana. Montalcino, Montepulciano, Bolgheri, Cortona

Spostandoci a Montalcino ci siamo trovati davanti a un’annata intermedia, fresca ed agile come la 2018, e un’annata calda e siccitosa come la 2017 per la Riserva. Tutto ciò ha fatto emergere ancora una volta i migliori interpreti della vigna. Montepulciano dal canto suo replica con vini dalla personalità sempre più decisa e autonoma rispetto ai suoi grandi vicini, un percorso che vede nella tappa delle Pievi – importante come quella dei Terraelectae della Rufina e le UGA del Chianti Classico - un passaggio fondamentale. Bolgheri rimane un polo d’attrazione irresistibile per imprenditori italiani e stranieri, e si conferma una terra ideale, seppur con un carattere tutto mediterraneo, per varietà internazionali come cabernet sauvignon e merlot. Stesso ragionamento per Cortona, ormai stabilmente sulla mappa degli amanti del Syrah italiani e non solo.

Tre Bicchieri 2024 della Toscana. La Maremma

La Maremma dei bianchi vede una crescita irresistibile del Vermentino, i prossimi  anni ci confermeranno la validità di questa scelta. Sul fronte rossista vive di certezze, e il Morellino di Scansano è una di queste. Un rosso che ha un’immagine approcciabile e di presa presso il grande pubblico, ma che riesce a sfiorare anche vini memorabili dalle vigne migliori.

Tre Bicchieri 2024 della Toscana. Vitigni internazionali

Ma è tutta la Costa Toscana un vero laboratorio en plein air, con vini da vitigni internazionali, dove il cabernet franc sembra avere una marcia in più, ma non solo. A ben guardare ogni angolo della regione ha qualcosa di nuovo e affascinante da offrire, come testimonia la nouvelle vague dei Pinot Nero dell’Appennino. Salutiamo intanto l’ingresso nell’esclusivo club dei Tre Bicchieri per queste aziende: De’ Ricci a Montepulciano, Dianella a Vinci e Tenuta Ceri a Carmignano.

> Scopri i vini Tre Bicchieri 2024 regione per regione

> Partecipa alla grande degustazione Tre Bicchieri

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram