Sei appuntamenti da Milano a Palermo, passando per Torino e Napoli, per gustare e acquistare i panettoni dei migliori pasticceri d'Italia. Le coordinate.
Pubblicità

È il momento del panettone: 6 eventi per assaggiarlo e comprarlo

Quando manca poco più di un mese al Natale, il tema tavola delle feste è già caldo. E così la competizione tra pasticceri, grandi protagonisti con panettoni e pandori, entra nel vivo. Una sfida a colpi di lievito madre che nella migliore delle ipotesi è motivo di crescita per tutti quelli che partecipano al “gioco”, naturalmente portati a migliorarsi un anno dopo l’altro. Per questo è incoraggiante rilevare come il panettone, ormai da tempo, abbia superato confini geografici stringenti, interpretato da validi professionisti che sanno rendergli giustizia da Nord a Sud dell’Italia, con numerose personalizzazioni di sorta, ma, ancor prima, nel rispetto della ricetta tradizionale. Certo, parliamo pur sempre di una nicchia di mercato; su un giro d’affari complessivo, però, che vale 217 milioni di euro: di questi, l’anno scorso, oltre 100 milioni sono finiti nelle casse di chi lavora artigianalmente, rivolgendosi a una clientela disposta a spendere per un panettone cifre indubbiamente più alte della media, per avere in cambio qualità certificata. E allora – in attesa della nostra consueta classifica, in arrivo nelle prossime settimane – come scegliere un buon panettone tra un ventaglio di opzioni sempre più ampio? Allo scopo, negli ultimi anni, si sono moltiplicati gli eventi dedicati ai grandi lievitati delle feste. Mostre mercato, nella maggior parte dei casi, per assaggiare e acquistare a prezzo di favore il panettone, spesso con l’opportunità di scambiare qualche parola con gli artigiani che l’hanno realizzato. A partire da questo weekend gli appuntamenti nelle grandi città si intensificano. Vi segnaliamo quelli da non perdere.

Un panettone tagliato con fetta in primo piano

Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro, 23 e 24 novembre, Roma

Milano ha anticipato lo scorso weekend l’appuntamento con la fiera, che Roma ospiterà all’hotel Sheraton, con un evento a ingresso gratuito giunto alla sua XI edizione. La mostra sarà aperta dalle 11 alle 19.30, con i banchi d’assaggio dei maestri coinvolti e l’area riservata al contest Ambasciatore del Panettone 2019, con i visitatori invitati ad assaggiare ed esprimere una preferenza segreta, votando presso le urne presenti in sala.

panettonepandoro.com

Pubblicità
Un panettone tagliato a metà

Panettone senza confini, 24 novembre, Palermo

Si concretizza a Palermo l’evoluzione del format il Panettone secondo Caracciolo, che quest’anno acquista una valenza solidale. Infatti si muovono per aiutare i bambini siriani i maestri della pasticceria italiana, riuniti per l’occasione degli spazi moreschi dei Cantieri Culturali della Zisa. In mattinata si svolgerà il convegno su lievitati e ingredienti di qualità, con Iginio e Debora Massari, Achille Zoia e Fabrizio Donatone. L’ingresso è libero, fino a esaurimento posti, su prenotazione online. Poi, nel pomeriggio, dalle 16, tutto si sposta a Palazzo Sant’Elia, dove saranno allestiti i banchi di assaggio (15 euro il biglietto): il ricavato della giornata sarà devoluto alla onlus Starterprius, che si preoccupa della scolarizzazione dei bambini siriani. 12 i maestri presenti, che si contenderanno anche il titolo di Panettone senza confini 2019, valutati da Massari, Tiri, Zoia e Giorilli: il gotha.

Pagina Fb

Un panettone in piatto con bacche di vaniglia

Re Panettone 23 e 24 novembre Napoli – 30 novembre e 1 dicembre Milano

L’evento ideato da Stanislao Porzio, come di consueto, fa staffetta tra Napoli e Milano, radunando due diverse formazioni di maestri pasticceri, chiamati a raccontare i propri prodotti anche attraverso incontri, masterclass e cooking show. L’appuntamento partenopeo, ospitato nei saloni del Grand Hotel Parker’s, rappresenta principalmente i pasticceri campani, che si presentano all’appello con panettoni tradizionali e interpretazioni creative, per aggiudicarsi il Premio Re Panettone Napoli, con assaggi alla cieca della giuria di rito e riconoscimento per la proposta più innovativa. In abbinamento per gli assaggi del pubblico i vini dolci, passiti e spumanti del Consorzio Tutela dei Vini del Sannio. In programma anche laboratori di degustazione guidata e incontri con gli “artisti” Vincenzo Mennella, Alessandro Slama e Helga Liberto (a pagamento).

un panettone con copertura al cioccolato e mandorle a scaglie

Il weekend successivo si replica a Milano, con oltre 50 pasticceri in arrivo da tutta Italia per presentare i propri panettoni nello spazio MIND (già area Expo 2015). Tutti i lievitati saranno proposti al prezzo calmierato di 26 euro al chilo. Di nuovo, si ripete il doppio tema dato: da un lato, la valorizzazione della ricetta tradizionale; dall’altro le prove creative dei pasticceri. Fermo restando l’utilizzo esclusivo di ingredienti naturali, senza additivi, né conservanti. Presenti, tra gli altri, Achille Zoia, Mauro Morandin, Italo Vezzoli, Sebastiano Caridi, De Vivo. Molte le attività collaterali, dal quiz sul panettone al teatro per capire come nasce il dolce, all’incontro sul tema “Il panettone può essere etico?”, con Valerio M. Visintin e la squadra del progetto di critica gastronomica etica Eat.Mi. Attenzione alle “regole” di partecipazione: a Napoli l’ingresso è libero, a Milano è necessario accreditarsi gratuitamente sul sito.

Pubblicità

repanettone.it

 

Una Mole di Panettoni, Torino, 30 novembre e 1 dicembre

All’Hotel Principi di Piemonte si ripete l’appuntamento gratuito dedicato al dolce delle feste. Qui la “sfida” è tra il classico di origine milanese e il panettone basso come da tradizione piemontese; ma ci saranno anche varianti farcite, speziate e salate. Oltre 40 sono i maestri coinvolti per allestire una mostra mercato che offrirà circa 200 diverse proposte in degustazione, tutte da lievito madre e vendute al prezzo di 26 euro al chilo. Diversi gli incontri in programma per valorizzare le numerose tradizioni regionali. Tra i più curiosi, l’aperitivo del sabato sarà con vermouth e panettone, per presentare il panettone al vermouth di Torino Cocchi. In parallelo il concorso Una Mole di Panettoni 2019, per 4 categorie più una, dedicata al packaging.

Pagina Fb

I maestri del panettone in divisa da pasticcere alle Cavallerizze di Milano
Foto di Andrea Fongo

I Maestri del Panettone, Milano, 30 novembre e 1 dicembre

Milano sarà sempre la città elettiva del panettone, quella che gli ha dato i natali e non smette di celebrarlo. Non a caso, il weekend di fine novembre prevede una sovrapposizione di eventi. I maestri del panettone, riuniti alle Cavallerizze del Museo della Scienza e della Tecnologia, sono 26 lievitisti in arrivo da tutta Italia per presentare proposte che vanno oltre la tradizione. Diversi i filoni d’ispirazione: la frutta – che ispira Sal de Riso, Alfonso Pepe, Renato Bosco, Maurizio Bonanomi – le farine integrali – dalla focaccia ai grani antichi di Claudio Gatti al panettone integrale al cioccolato di Grazia Mazzali – le ricette salate, come il Pan dell’Orto di Bonanomi o la Pepita del Po con tartufo delle Golene del Po della Mazzali. E non mancheranno le proposte “alcoliche”: il panettone al Recioto di Daniele Lorenzetti, il Cuba con cioccolato e rum di Salvatore Gabbiano, il panettone al Limoncello di Pepe. Poi panettoni al cioccolato, al caffè, e lievitati regionali delle feste, dalla pastiera lievitata al nadalin veronese. In tutto circa 150 proposte, certificate dalla Carta ratificata dai Maestri del Panettone. L’ingresso costa 5 euro (6, con possibilità di donare 1 euro ad Azione contro la fame Onlus). Gratuito per over 70 e bambini sotto i 12 anni.

imaestridelpanettone.com

 

foto di apertura di Andrea Fongo