Il Lambrusco, nelle sue principali tipologie, è stato protagonista di una grande cena degustazione a Milano abbinato ai piatti di alcuni chef italiani d'eccellenza ideati per l'occasione.
Pubblicità

Il Giro d’Italia con il Lambrusco. L’evento a Milano

Il Lambrusco ha dimostrato ancora una volta la sua versatilità a tavola durante la grande cena degustazione al Meliá Milano Hotel l’11 novembre scorso. I piatti del menu – ciascuno abbinato a una tipologia specifica del vino emiliano per eccellenza (Modena DOC, Sorbara DOC, Salamino di S. Croce DOC, Grasparossa di Castelvetro DOC, Colli di Scandiano e Canossa Lambrusco DOC, Reggiano Lambrusco DOC) – sono stati ideati appositamente per l’occasione da cinque dei migliori chef italiani: Pietro Vergano del Consorzio di Torino, Daniele Minarelli dell’Osteria Bottega di Bologna, Giuseppe Gasperoni del Povero Diavolo di Torriana di Rimini, Sebastiano Caridi di Caridi Pasticceria Faenza, Eugenio Boer di Bu:r Milano.

 

Il menu della serata e il Lambrusco in abbinamento

Aperitivo di benvenuto
I salumi modenesi:
Mortadella Bologna IGP La Santo, Pancetta alle erbe Mediterranee, Salame Il Settecorde e Culatta
di Villani Salumi
In abbinamento: Lambrusco metodo classico

Pubblicità

Il Parmigiano Reggiano
In abbinamento: Modena DOC Lambrusco secco

La cena
Silvio Chicco e Pietro Vergano | Consorzio, Torino
Terrina di bollito e salse all’italiana
In abbinamento: Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC secco

Eugenio Boer | Bu:r, Milano
Orto d’autunno
In abbinamento: Colli di Scandiano e Canossa DOC Lambrusco

Daniele Minarelli e Fabrizio Monti | Osteria Bottega, Bologna
Rigatoni al torchio con ragù di frattaglie di cortile tagliate a coltello e ovarine
In abbinamento: Reggiano DOC Lambrusco

Pubblicità

Giuseppe Gasperoni | Povero Diavolo, Torriana (Rimini)
Fegato di maiale con la rete, cipollotto, alloro e sedano rapa
In abbinamento: Lambrusco di Sorbara DOC

Sebastiano Caridi | Caridi Pasticceria, Faenza e Bologna
Agrumi, mandorle e cioccolato
In abbinamento: Lambrusco Salamino di S. Croce DOC secco

 

 

foto di Giovanni Tagini

In collaborazione con