Durante l'evento degustazione, Giorgione e Salvatore Carlucci hanno realizzato dal vivo un menu interamente di mare, omaggiando la cucina pugliese, romana e umbra.
Pubblicità

Evento degustazione con Giorgione

Come spiegare le ragioni del successo di Giorgione nell’ipertrofico universo mediatico dell’enogastronomia? Inutile appellarsi alle scienze sociologiche e della comunicazione. Il suo successo sta nella semplicità – intesa come autenticità e, dal punto di vista culinario, facilità nel replicare le sue ricette – nella sua totale aderenza al personaggio che rappresenta, in un lessico personalissimo diventato virale. “Olio come se piovesse”, “una smucinata”, “sale scrupolosamente grosso”, e “lllà”.

Una ventata di allegria in cucina, legata alla gioia del buon cibo, non dietetico – per carità – ma di alta qualità. Qualità ed eccellenza che caratterizza tanta produzione enogastronomica italiana, da nord a sud, di cui lui si fa ambasciatore “laido e corrotto”.

Se Giorgione conquista in video con i suoi programmi, è facile immaginare quanto appassiona dal vivo. Se poi si è in uno splendido posto a picco sul mare come il  Canneto Beach – versante jonico salentino – e in compagnia di uno chef del calibro e della simpatia di Salvatore Carlucci, il gioco è fatto. Un evento degustazione, organizzato dal Canneto Beach con la Gambero Rosso Academy di Lecce, realizzato interamente in showcooking, mercoledì 21 luglio, con quasi duecento ospiti che hanno potuto godere della cucina di Giorgione come fossero stati dentro a una delle puntate di “Giorgione. Orto e Cucina”, tra i programmi di maggior successo di Gambero Rosso Channel.

Pubblicità

Il menu della serata

Un menu interamente di mare, pensato per onorare la stagione estiva e la bella costa pugliese che ha fatto da contorno alla serata, realizzato a quattro mani dai due cuochi, che ci hanno messo dentro influenze della tradizione pugliese, romana, umbra. Dalla Pappa al pomodoro di mare di Giorgione alle Orecchiette cadute nell’acqua-sale di Salvatore Carlucci, dai Paccheri di mare alla Giorgione al Dentice con crema di melanzane fino alle due versioni – originale e rivisitata – della Torta delle monache, antico dolce originario di Montefalco, cavallo di battaglia di Giorgione, per l’occasione rivisitato da chef Salvatore.

Naturalmente, ingredienti e vini di grande qualità, scelti per valorizzare i piatti proposti e le belle realtà imprenditoriali di Puglia: olio di “L’Olivetum”, paccheri “Mastrosapore”, vini “San Marzano Wines”.

Una serata “strepitosa”, come direbbe Giorgione, allietata da una piacevole brezza di tramontana in un tripudio di bontà.

Pubblicità