Tre ricette dalla passata edizione del progetto DADO, che raccontano come mangiare bene e di gusto anche quando si è affetti da patologie alimentari. Aspettando l'inizio della nuova edizione.
Pubblicità

Il progetto DADO

Il Progetto DADO è stato ideato per informare e formare i genitori di bambini con allergia alimentare, obesità e diabete sui corretti stili alimentari da adottare per gestire queste patologie (Dado è l’acronimo di Dieta, Allergia, Diabete e Obesità). La prima edizione, ospitata alla Città del gusto di Palermo con sede a Palazzo Branciforti, si è sviluppata nel 2018 attraverso una serie di incontri/moduli teorico-pratici tra gli esperti scientifici, gli chef e i genitori interessati, con l’idea di fornire le conoscenze e gli strumenti per guardare alla preparazione del cibo come un momento di condivisione e di miglioramento della gestione delle problematiche alimentari dei loro bambini. Con gli chef Gioacchino Trapani per il modulo Allergie Alimentari, Pietro Pupillo per il modulo Diabete e Mario Puccio per il modulo Obesità, i partecipanti hanno pensato e realizzato delle ricette che, tenuto conto dei “limiti” posti delle patologie in esame, fossero ugualmente gustose e ricche e non facessero rimpiangere le mancanze: dalla pasta fresca alle mousse all’acqua, dalla vaso-cottura alla “frittura” in forno, a nulla s’è rinunciato, dimostrando che i limiti imposti sono spesso un ottimo punto di partenza per indagare nuove possibilità. E il progetto ha avuto anche il merito di creare sinergie tra i partecipanti che andassero al di là del momento immediatamente vissuto, per condividere problemi comuni e comuni soluzioni.

 

Nuova edizione in arrivo

E infatti gli stessi genitori, all’unisono, hanno espresso con molto entusiasmo il desiderio di replicabilità del Progetto, suggerendo di ampliare il numero degli incontri per modulo. Ecco perché, ancora una volta con la collaborazione della Scuola di cucina della Gambero Rosso Academy, e il finanziamento dalla Fondazione Sicilia, il progetto Dado riparte con una nuova edizione a partire dal prossimo 4 febbraio. Ancora una volta tre moduli, tre date per approfondire ognuna delle tre patologie e ideare piatti golosi da portare in tavola: 4, 11 e 18 febbraio; 4, 11 e 18 marzo; 1, 8 e 15 aprile. Presto saranno annunciate le modalità di partecipazione, intanto condividiamo alcune delle ricette che più sono piaciute l’anno scorso: un menu completo, ricco di gusto. Ma con un occhio di riguardo al benessere.

Pubblicità

 

Le ricette

Dal Modulo sulle Allergie alimentari

Gnocchi di patate con battuto di maialino

 

Pubblicità

Ingredienti per 2 persone

½ kg. Patate vecchie a pasta bianca

150 gr. Farina

200 gr. Fettina di lonza di maiale

1 cipolla

1 carote

1 costa di sedano

2 pomodori ramati rossi

1 bicchiere di vino bianco

Farina 00 qb

Prezzemolo e Rosmarino qb

Olio E.V.O qb

Sale e pepe qb

 

Procedimento

Lavate accuratamente le patate con tutta la buccia e ponetele in una pentola con acqua fredda salata, a cottura ultimata pelatele e passatele ancora bollenti in uno schiacciapatate. Mettete le patate su di una spianatoia ed incorporatevi la farina bianca poco alla volta. L’impasto deve essere omogeneo e non si deve attaccare alle mani. Prendete una piccola quantità di impasto e con il palmo delle mani formare tanti cordoncini di circa 1 centimetro di diametro e stenderli cominciando dal centro sino alle 2 estremità. Con un coltello tagliate dei pezzetti di circa 1 centimetro e ½ di lunghezza. Premendoli delicatamente con il pollice fateli scivolare su una forchetta al fine di conferire la caratteristica rigatura e distribuiteli su di un vassoio infarinato, facendo attenzione a separarli l’uno dall’altro. In una padella capiente scaldate un filo d’olio e fate stufare una mirepoix (trito di cipolla-sedano e carote) a fuoco lento. Tagliate la carne a piccoli dadini, unitela alla mirepoix e lasciate cuocere a fuoco lento. Lavate i pomodori e, incisi a croce, immergeteli in acqua calda per un paio di minuti, tirateli fuori e freddateli con ghiaccio o acqua fredda, spellati e cubettati teneteli in una bowl. Alzate la fiamma della padella e a fuoco vivace versate il vino, lasciate evaporare l’alcool e unite i pomodori, il rosmarino, il sale e il pepe, lasciate cuocere un paio di minuti a fuoco vivace aggiungendo un mestolo d’acqua e un filo d’olio; lasciate cuocere con coperchio. Portate a bollore in una pentola capiente l’acqua, salatela e tuffate i vostri gnocchi, appena verranno a galla prendeteli con una schiumarola e trasferiteli nella padella. Maneggiateli con un trito di prezzemolo e serviteli caldi.

 

 

Dal Modulo sul Diabete

Sardine a beccafico

 

Ingredienti per 2 persone

g 180 sardine fresche pulite private di squame, lisca e spina dorsale, ma non le code

g  80 pangrattato di grano duro

1 cipollotto medio

1 filettino di acciuga sott’olio

1 spicchio d’aglio degermogliato

passolina e pinoli qualche chicco

30 gr olio extra vergine d’oliva

Sale e pepe qb

Il succo di un limone e di una arancia , alloro, prezzemolo

 

Procedimento

Abbrustolire il pangrattato di grano duro in padella a fiamma bassissima, mescolando continuamente. Maturare sul fuoco con olio d’oliva, la cipolla tritata, uno spicchio d’aglio e la foglia d’alloro. Aggiungere l’uvetta, precedentemente sbollentata, e i pinoli. Unire il pangrattato tostato, il prezzemolo tritato, la  cipolla maturata,  succo e scorzetta d’arancia e limone. Ammorbidire con poco olio extravergine d’oliva, gustare con sale e pepe. Aprire a libro le sardine e riempirle con il pangrattato condito, arrotolare su se stesse in modo che la coda resti in alto. Disporre in pirofile, alternare i filetti di sarde con alloro e fette d’arancia . Spolverare con il pangrattato tostato, ungerle con un filo d’olio e infornare per 8/10 minuti a 170°C.

 

 

Dal Modulo sull’obesità

Torta di carote e barbabietole

 

Ingredienti per 2 persone

130 gr farina 00

80 gr di barbabietole precotte

200 gr di carote lessate e passate

65 gr di cioccolato fondente

100 gr di olio d’oliva

2 uova intere

10 gr lievito in polvere

1 baccello di vaniglia

 

Procedimento

In planetaria montare le uova con lo zucchero, aggiungere la vaniglia e continuare a montare finché il composto non risulti spumoso. Incorporare l’olio a filo , unire la farina ed il lievito, unire il cioccolato ed infine la purea di carote e la barbabietola tagliata a dadini. Versare il composto ottenuto nella tortiera e cuocere in forno a 170° per 50 minuti. Spolverare di zucchero a velo in superficie e servire.