Non è mai stata famosa per i suoi ristoranti, Tottenham, una delle aree più povere di Londra, eppure c'è chi ha deciso di scommetterci comunque. Iniziando con un piccolo chiosco nascosto di crêpes francesi.
Pubblicità

Il quartiere di Tottenham e le crêpes

Chi si è trovato ad attraversare il quartiere a Nord di Londra lo sa: Tottenham è ancora oggi un’area complicata, fra le più povere della città e con il più alto tasso di criminalità. Una zona che fatica a scrollarsi di dosso quel passato fatto di tensioni e scontri con la polizia (il più famoso, quello dell’85, con la rivolta contro le autorità a seguito dell’infarto di una donna, spaventata dopo l’irruzione della polizia in casa per l’arresto del figlio), e che di certo non brilla per la qualità dei locali. Del resto, si tratta pur sempre di uno dei quartieri con maggiore disoccupazione di tutta la metropoli: proprio per questo le attività più curiose e valide della zona meritano di essere raccontate. Come la creperia nascosta sotto la grande insegna del The Imperial Venue, sede di eventi di lusso, cerimonie e party, in una delle vie più vivaci del quartiere, fra negozi e caffetterie.

French crêpes, la creperia nascosta di Londra

Niente nome – l’insegna recita semplicemente French crêpes – né particolari dettagli in grado di catturare l’attenzione: si tratta di un posto apparentemente come tanti altri, che rischia di confondersi con il grande edificio al piano superiore. Eppure, questo piccolo angolo del buon gusto è riuscito a conquistare il palato dei londinesi, che qui possono trovare i veri sapori parigini. Quelli semplici delle crêpes, street food francese per eccellenza, inventato la prima volta nel V secolo d.C. per sfamare i pellegrini arrivati dalla Francia a Roma per partecipare alla festa della Candelora. A gestire il chiosco è Ilir, cuoco 42enne che ha aperto i battenti del localino poco più di un anno fa, ma sta già valutando di aprire una seconda sede.

Scopri la storia di French crepes a Londra

L’ideatore e i prodotti

Originario dell’Albania, Ilir ha lavorato per oltre 10 anni nelle cucine parigine prima di approdare a Londra e iniziare la sua avventura. Le sue sono crespelle classiche, proposte sia in versione dolce che salata, disponibili in diversi gusti: c’è l’intramontabile abbinamento prosciutto e formaggio, ma anche funghi, uova, feta e poi quello creato da lui con un’insalata mista ispirata ai sapori mediorientali, fra i più originali. Punto di forza del prodotto è l’impasto, leggero e sottile proprio come vuole la tradizione d’oltralpe, insieme al servizio cortese e amichevole di Ilir, che prepara le crêpes al momento e accoglie ogni cliente con un sorriso.

Pubblicità

Le crêpes dolci

Per gli amanti del dolce, non manca la classica con crema spalmabile al cioccolato – con fette di banana, per i più golosi – ma vale l’assaggio anche quella con crema di burro e zucchero e spolverata di cannella, cioccolato e caramello salato, miele e mandorle, confetture di frutta o cioccolato e scaglie di cocco. Vera specialità della casa, però, è la crêpe con mele cotte in padella con burro, zucchero e abbondante cannella, che riprende uno dei sapori più classici della pasticceria britannica, quello dell’apple crumble, dessert fatto con mele e ricoperto da un impasto di farina, zucchero e burro sbriciolato con le mani.

Il menu è contenuto, semplice; la scelta minima ma ben studiata. I prodotti sono perlopiù locali, gli ingredienti freschi e di stagione, la ricetta è quella classica di sempre e il prezzo popolare (le crêpes costano dalle 2,50 sterline a un massimo di 6). Un format di certo non innovativo, una storia apparentemente come tante altre ma che in una zona come questa può segnare il primo passo verso un cambio di rotta.

French crêpes – Londra – 290, West Green Road – facebook.com/French-Crepes-116286390132599/?ref=page_internal

a cura di Michela Becchi

Pubblicità