Si chiama Energ-Eat, e fa il verso alle meno invitanti barrette energetiche. L’invenzione di Andrea Sacchetti, figlio del maestro Paolo, però è golosissima, oltre che salutare. Ed è un regalo a tutti coloro che amano camminare portando con sé uno snack di conforto.
Pubblicità

eatPrato. L’edizione Walking

Anche eatPrato, manifestazione che da qualche anno a questa parte pone l’accento sulle eccellenze gastronomiche della città e sugli artigiani del gusto che ne tramandano la tradizione, quest’anno ha cambiato format. Da sempre incline a portare i visitatori accorsi per l’iniziativa a spasso per la città, in questo difficile autunno di ripartenza enfatizza la sua anima itinerante, proponendo una serie di passeggiate che ogni fine settimana, fino al 31 ottobre, scandiranno un programma attento a valorizzare attività storiche e nuove leve dell’enogastronomia locale. E dunque la kermesse diventa eatPrato Walking, al passo di tour e trekking del gusto condotti da guide esperte (su prenotazione, con posti disponibili limitati). Ogni sabato pomeriggio nel centro della cittadina toscana – alternando alla scoperta di luoghi storici la visita presso botteghe e locali aderenti – e la domenica mattina lungo la Via Medicea e la Via della Lana e della Seta, con visita delle ville Medicee, e ristoro nelle cantine vitivinicole e aziende agricole intorno a Prato.

Paolo Sacchetti e la tradizione pasticcera di Prato

Come di consueto, in questa occasione, la città – nota per due storiche specialità di pasticceria, le Pesche e il Biscotto di Prato –  celebra il suo cuore dolce, grazie a una generazione di pasticceri e maestri cioccolatieri che tengono alta la fama di capitale della sweet valley italiana di Prato. Insieme agli altri locali partecipanti, quindi, anche le pasticcerie coinvolte proporranno la propria idea di aperitivo, con finger food dolci e salati, in abbinamento a cocktail e calici di vino. L’idea in più arriva dalla Pasticceria Nuovo Mondo del maestro Paolo Sacchetti, nume tutelare dell’arte pasticcere in città, e professionista conosciuto in tutta Italia (le sue Pesche sono imperdibili).

Andrea e Paolo Sacchetti seduti al tavolino con le barrette Energ-Eat

Energ-Eat. La barretta energetica della Pasticceria Nuovo Mondo

Energ-Eat, in realtà è un’invenzione di Andrea Sacchetti, figlio di Paolo e degno erede della tradizione di famiglia, che proprio pensando alle necessità di un camminatore urbano ha ideato una barretta energetica molto speciale, golosa e rinfrancante allo stesso tempo, che nulla ha a che spartire con le “miracolose” barrette energetiche delle pubblicità, se non un goliardico riferimento al tema. Immaginate quindi di avere a disposizione uno snack pratico e golosissimo da portare sempre con voi come genere di conforto al momento dell’occorrenza: monoporzione, ricoperto di cioccolato, ricco di vitamine, antiossidanti, minerali, con il giusto apporto di fibre. E soprattutto buono. Nello specifico, spiega Andrea, “si tratta di un dolce a base di frutto della passione, nocciole, quinoa, semi di girasole, tutti prodotti altamente antiossidanti, energetici e salutari, senza dimenticare il piacere e la dolcezza del cioccolato al latte”. La ricetta, quindi, unisce a un fondo croccante (che oltre al riso soffiato prevede quinoa e semi di girasole), una mou al frutto della passione e un cremino all’arachide pralinata, da completare con la glassa al cioccolato al latte e nocciole. Energ-Eat sarà proposto al pubblico di eatPrato in occasione del tour che prenderà il via il 26 settembre, ma è un progetto pensato per ampliare in modo permanente l’offerta della pasticceria Nuovo Mondo, con l’intenzione di conquistare la fiducia di un pubblico nuovo: “L’ispirazione viene dalla voglia di offrire qualcosa di innovativo che incuriosisca non solo la nostra clientela, ma anche coloro che verso i dolci nutrono qualche diffidenza”. E arriva la benedizione di papà Sacchetti: “è un’idea di Andrea, l’ha pensato e voluto lui, l’abbiamo provato insieme, mi ha convinto moltissimo”.

Pubblicità