RISTORANTE

Impronta

Valutazione
  80
Cucina: 42 /60 Cantina: 15 /20
Servizio: 23 /20
Prezzo medio: € 80  vini escl.

Ambizione palese; scelte nette; ambiente glam (su tre piani) venato da lampi di “nudo” e pezzi d’arte; chef’s table; e tre menu, un veg a 50 euro e due (il Terrarium, “la mia terra in 5 passaggi”, 70 euro, e Iter, “la mia storia in 9 passaggi” a 90, tutti con possibile pairing al calice) fortemente riferiti alla personalità del cuoco, Christopher Carraro, 31 anni, di Marostica, già con Berton, Cracco, Cannavacciuolo e infine chef per Bartolini al Casual, ora tornato in Veneto ad aprire il suo primo ristorante. Disegnando piatti con ingredienti scanditi, mai affollati, dai contrasti anche decisi e con obiettivi più dialettici che accomodanti (gambero, melanzana, mandorla; riso, cipolla, elisir di China; piccione, ostrica, dragoncello) senza paura di nuance tese o amare, purché inserite come cuspidi gotiche in un’architettura coerente. Discorso esteso al fronte dolci (carciofo, limone, liquerizia) ovviamente tutt’altro che melassosi. La cantina, non sterminata ma ben composta e non solo italiana, mixa nomi indiscutibili ad artigiani e “green” di valore. Buoni distillati. Servizio cortese ed efficace. 

Premio speciale
La novità dell'anno
2020
Dettagli
Giorni di chiusura:
martedì, aperto solo la sera, escl. sabato e domenica
N. coperti:
25
Servizi:
  • Parcheggio
  • Aria condizionata
  • Accessibile disabili
  • Animali ammessi
Anno valutazione:
2020
Abbonati a Premium
X
X