Vini Rari. Il ponte tra Calabria e Sicilia si chiama Nerello Mascalese

29 Giu 2022, 11:58 | a cura di Gambero Rosso
Due regioni legate da una varietà che negli ultimi anni è stata scoperta in tutta la sua complessità, capace di tradurre nel bicchiere registri sfumati e affascinanti

Nel mondo del vino il ponte sullo Stretto si chiama nerello mascalese. Maturazione tardiva, poco colore e struttura, tanto sapore. Ecco l’identikit di una varietà, sempre più apprezzata per la sua finezza aromatica, che lega Sicilia e Calabria.

In questo viaggio abbiamo individuato due piccolissimi vigneti che rappresentano qualcosa di molto originale. Il primo gancio è sulla Sila, il territorio di Rovito è storicamente legato al vitigno, proprio nella Calabria del nord esprime un registro unico di fiori e sensazioni agrumate. Il lavoro di riscoperta del vitigno un tempo molto più diffuso in zona è stato portato avanti dalla virtuosa Tenuta del Travale, Eleuteria è un vino meraviglioso.

Dal cosentino, ci spostiamo sull’Etna, l’areale di riferimento per la varietà. All’interno dell’offerta di una cantina molto nota come Firriato, c’è un progetto meritevole che richiede una narrazzione a sé: Signum Aetne, il Simbolo dell’Etna. Si tratta di una vigna di 150 anni che è scampata alla fillossera, per un rosso che stacca stilisticamente per carattere e definizione.

 

Due vini rari di Calabria e Sicilia che raccontano il Nerello Mascalese

 

Eleuteria 2019

Tenuta del Travale
Calabria
rosso
Valutazione: 
94
/100
LA VIGNA | Siamo nel Comune di Rovito, una zona della Calabria dalla lussureggiante vegetazione, i vigneti sono circondati da lecci, faggete, piante di fichi d'India ed olivi oltre a tipiche essenze locali. La Tenuta del Travale è situata in una zona di alta collina (520 mt.), su di un contrafforte dei monti silani caratterizzato da feroci escursioni termiche tra il giorno e la notte. Il piccolo vigneto di due ettari si estende su dolci terrazzi, abbraccia due versanti, uno con esposizione sud-ovest ed uno con esposizione sud-est. o. A est, l'imponente altopiano della Sila, che raggiunge quasi i 2.000 metri, protegge dai venti del nord, e a ovest a poco meno di 30 chilometri, il Mar Tirreno.    LA PERSONA |Anima della...

Etna Rosso Signum Aetnae Ris. 2014

Firriato
Sicilia
rosso
Valutazione: 
97
/100
LA VIGNA|Si tratta di un vigneto di 2,5 ettari a 650 metri di quota piantato prevalentemente a nerello mascalese. Il suolo è sabbioso e franco sabbioso di matrice vulcanica, ricco di minerali complessi e con elevata capacità drenante. Si tratta di una vigna ad alberello etneo che viene condotta in regime biologico, oltre al nerello mascalese ci sono altre varietà reliquia. Le piante per ettaro sono 1.500, siamo sul versante orientale del vulcano, nel territorio del comune di Castiglione di Sicilia.   LA PERSONA |Salvatore e Vinzia Di Gaetano iniziano la loro avventura nel mondo del vino nei primi anni Ottanta nel trapanese, ma non passa molto tempo prima che si innamorino del comprensorio dell'Etna dove dai primi anni Novanta iniziano...
Scopri tutti i vini rari
selezionati da Gambero Rosso
cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X