Niente riders, ma drivers assunti e ben retribuiti. Mezzi elettrici ed ecologici, consegne gratuite e filiera corta per incentivare l'economia di prossimità: ecco l'innovativo progetto di delivery a Milano.
Pubblicità


LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI THE BEST IN LOMBARDY

Busket e la filiera urbana del pane

Portare il buon pane nelle case delle persone, senza costi di consegna e riducendo al minimo l’impatto ambientale. Un obiettivo ambizioso e lodevole, quello di Busket, startup che si propone di rendere il pane artigianale, fatto con farine di qualità e ingredienti sostenibili, alla portata di tutti. Creando così una filiera urbana, che parte nella zona ovest di Milano ma che in futuro arriverà anche negli altri quartieri della città, cominciando dal centro, tramite una piattaforma online di e-commerce dove poter prenotare. Ma procediamo per gradi: aspetto fondamentale del progetto ideato da Fabrizio Ferrero, ex pubblicitario amante del buon cibo – è l’economia di prossimità, la valorizzazione degli artigiani della zona. Un’iniziativa nata in città per la città, di cui si può anche diventare soci aderendo alla campagna di equity crowdfunding aperta sulla piattaforma 200Crowd.

Busket e le consegne ecologiche ed etiche

Alta attenzione poi all’impatto ambientale, un tema fondamentale quando si parla di consegne a domicilio. A portare il pane nelle case è il bus-ket, un bus elettrico ecologico che parte ogni giorno dal laboratorio del fornaio della zona (per Milano ovest c’è Christian Villani). Niente rider ma più driver assunti, assicurati, equamente retribuiti e dotati di tutti i dispositivi di sicurezza e protezione necessari per evitare il contagio da Covid-19. Un dettaglio per niente scontato quando si parla di delivery, uno dei temi caldi dell’ultimo anno che, complici le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, ha visto una crescita esponenziale di piattaforme e servizi di consegne. Utili, sì, ma nella maggior parte dei casi non etici, ingiusti per l’ambiente e soprattutto per i dipendenti, mal retribuiti e costretti a rispettare turni massacranti.

Pubblicità

Come ordinare il pane da Busket

Ma come funziona Busket? Si ordinano le pagnotte il giorno prima entro le 18, per riceverle poi il giorno seguente tra le 8.30 alle 12 oppure tra le 18.30 e le 21. A realizzarle, i mastri fornai della città, gli artigiani più bravi e preparati che utilizzano ingredienti di qualità, provenienti da agricoltura biologica, farine di grani antichi selezionate con cura e molite a pietra. Attualmente, sul sito si trovano pagnotte di varie tipologie, da quella di khorasan con taggiasche e basilico a quella di grano timilia con curcuma e pepe nero, ma anche focacce, pane al cioccolato e brioche per la prima colazione. A breve ci sarà anche la app, attualmente in fase di sviluppo, con cui poter ordinare tramite smartphone, e per il 2022 è previsto l’approdo di Busket anche a Torino e Bologna.

busket.com/ 

a cura di Michela Becchi