Adottare una mucca delle malghe per ricevere in cambio latte e formaggi e scoprire le antiche tradizioni casearie. Ecco l'ultimo progetto in arrivo dalla Lombardia.
Pubblicità

Adotta una mucca: il progetto lombardo

Si chiamano Bella, Biancaneve, Morgana, Panna, Peppa, Vodka e, naturalmente, Carolina: sono le mucche delle malghe lombarde, che ora cercano una famiglia. È nata in Val Vestino, territorio che collega la sponda occidentale del Lago di Garda alla Val Sabbia, l’iniziativa Adotta una mucca e si è ben presto diffusa anche negli alpeggi della Valsugana, con l’obiettivo di salvaguardare e mantenere le mucche al pascolo e promuovere il settore dell’allevamento.

Primo piano mucca

Progetti simili: adotta una pecora e adotta una gallina

Un progetto già messo in atto da Nunzio Marcelli, casaro d’eccellenza in Abruzzo che da anni si impegna a tutelare la pastorizia con “Adotta una pecora”, adozione a distanza che permette all’azienda di sostenere i costi e portare avanti l’attività, dando in cambio i formaggi. E ancora in Romagna, con il Pollaio Sociale di Sea Coop, che fornisce uova fresche a tutti coloro che scelgono di adottare una gallina curata dai ragazzi disabili.

Formaggi vaccini in stagionatura

Adotta una mucca: come funziona

E ora è il tempo delle mucche, adottabili compilando il modulo online al costo di 60 euro: 50 destinati alla gestione del bestiame e la produzione dei latticini, e 10 devoluti in beneficenza per i progetti dedicati ai più piccoli. In Val Vestino, ogni persona riceverà in cambio un attestato di adozione, un campanaccio in ferro battuto e un buono del valore di 15 euro per l’acquisto di latte e formaggi, da ritirare nelle botteghe convenzionate o direttamente in malga. In Valsugana, invece, i prodotti caseari in regalo varranno 50 euro, alla condizione però di recarsi direttamente in malga.

Pubblicità
Mucca al pascolo

Adotta una mucca: l’obiettivo

Chiunque scelga di adottare, può andare a fare visita alle mucche, e non solo: in Valsugana c’è anche la possibilità di scegliere la malga e la mucca che si preferisce. L’obiettivo? Sostenere le spese ma anche e soprattutto far conoscere al pubblico il territorio, le tradizioni di un tempo e i metodi di produzione più antichi utilizzati negli alpeggi.

visitvalsugana.it/it/lasciati-ispirare/adotta-una-mucca/

visitvalvestino.it/iniziative/adotta-una-mucca/

a cura di Michela Becchi

Pubblicità