Intorno a Bologna alcuni viticoltori hanno trovato nell’antico vitigno locale, il Pignoletto, un motivo di identità e di legame col territorio. A loro abbiamo chiesto quali sono i ristoranti migliori della zona.
Pubblicità

“Ma quanto è bello andare in giro per i colli bolognesi”, cantava un Cesare Cremonini agli esordi. Sì, ma dove mangiare lì intorno? Lo abbiamo chiesto ai vignaioli che in questa zona producono il Pignoletto. Ne è uscita una miniguida con dieci indirizzi nelle vicinanze di Bologna.

Amerigo - Colli Bolognesi ristoranti
Amerigo

I 10 ristoranti nei dintorni di Bologna preferiti (e raccontati) dai vignaioli

Amerigo

Trattoria locanda con bottega dove acquistare i prodotti della dispensa di Amerigo. Ottima cucina, nonché una carta dei vini che privilegia il territorio da decine di anni”. Effettivamente la carta dei vini è decisamente interessante, in perfetta coerenza con la proposta: ci sono diversi degustazione nonché la possibilità di comporre liberamente il proprio percorso. Di certo valgono l’assaggio i “calzagatti” arrostiti e le tigelle con gelato di parmigiano, i tortellini in brodo, i tortelli ripieni di Parmigiano Reggiano con prosciutto di Mora cotto nel forno a legna e gli squisiti ravioli di friggione con Parmigiano Reggiano 36 mesi di Bianca Modenese. Tra i secondi, poi, la guancia di vitella brasata al Barbera con purè e piccolo fritto di cipolla rossa, da bis.

Valsamoggia (BO) – loc. Savigno – via G. Marconi, 14/16 – 0516708326 – amerigo1934.it

Pubblicità
Colli Bolognesi ristoranti - Massimiliano Poggi Cucina
Massimiliano Poggi Cucina – l’Insalata russa

Massimiliano Poggi Cucina

Alta cucina, piatti emiliano-romagnoli rivisitati con ironia e creatività in una splendida casa di campagna. Possibilità di menù degustazione con vini abbinati dal sommelier”. A poco più di tre anni dall’apertura del suo nuovo locale, Max Poggi ha trovato la sintesi perfetta: una fusione totale fra campagna, tradizioni, tecnica assoluta e innovazione. Dietro al rigore di grande uomo del fare, lo chef nasconde un’anima giocosa. Il suo piatto icona è “l’insalata russa”: un capolavoro di freschezza delle verdure (fra cui piselli, carote, rucola) e acidità che richiamano alla Russia con uova di pesce, anguilla affumicata, panna acida, il tutto servito con un piccolo calice di vodka. Dal menu, sempre incredibili i fusilli con la cipolla di Medicina e parmigiano, e in carta non mancano citazioni e riproposizione di temi tradizionali come i tortellini in brodo o i cappelletti in brodo, però con scampi e carciofi. Il tutto caratterizzato da un equilibrio riuscitissimo dove, anche nelle provocazioni creative, la materia prima regna sempre sovrana.

Castel Maggiore (BO) – fraz. Trebbo di Reno – via Lame, 65/67 – ingresso dal parcheggio via Corticella 61 – 051704217 – mpoggi.it

Colli Bolognesi ristoranti - Enoteca la Zaira 2
Enoteca la Zaira

Enoteca la Zaira

Ottima enoteca con cucina, ingredienti speciali per preparazioni semplici e sfiziose. Molte le bottiglie del territorio. E un occhio alla Francia”. Tra gli antipasti potete scegliere tra Culatello di Zibello e Parmigiano Reggiano, fegatini di pollo cotti con prosciutto e cipolla secondo la ricetta di Pellegrino Artusi o pane tostato con acciughe dell’Adriatico e burro. I primi spaziano dalle tagliatelle alla bolognese ai tortellini in brodo di manzo e cappone, e si continua con cotoletta alla bolognese, costine di mora romagnola o crescentine e tigelle ad accompagnare i salumi locali.

Valsamoggia – loc. Bazzano (BO) – via Borghetto di Sotto, 6 – 051832187 – enotecalazaira.it

Pubblicità
Colli Bolognesi ristoranti - Grassilli
Grassilli

Grassilli

In centro città, menù bolognese e internazionale, pochi coperti, servizio attento, vini di qualità”.Si potrebbe riassumere così questo locale piacevolmente retrò dove tra le fotografie di cantanti lirici che coprono le pareti potete scovare la lettera di referenze firmata da Richard Burton per lo chef Jacques Durussel di cui è stato cuoco personale all’epoca del matrimonio con Liz Taylor. La carta si divide tra cucina tradizionale locale e internazionale con ascendenza francese. Gli antipasti sono dominati dalla selezione di salumi, mentre tra primi si possono scegliere i classici tortellini in brodo, i tortelloni di ricotta e le tagliatelle al ragù, oppure uscire dalla regione e optare per gli spaghetti alla chitarra con guanciale, melanzane, capperi, e ricotta salata. Tra i secondi, potete optare per la saporitissima cotoletta alla bolognese, mentre per gli amanti del genere, da non perdere il rognone alle erbette. Merita anche la cotoletta viennese. Al dolce è d’obbligo puntare sul mont blanc e la tart tatin, due storici cavalli di battaglia di Grassilli.

Bologna – via dal Luzzo, 3 – 051222961 – ristorantegrassilli.weebly.com

Colli Bolognesi ristoranti - Masetti
Masetti

Masetti

Primi piatti fatti in casa particolarmente curati, menù della tradizione e ottima carne alla griglia. Anche a pranzo”. È la proposta di questa trattoria dall’atmosfera d’antan nata dalla passione di Guerrino e Dina. Si comincia con tagliatelle al ragù, pappardelle ai funghi porcini, passatelli in brodo. Tra i secondi, oltre alla carne alla griglia, fegatelli di maiale o baccalà. Anche i dolci seguono la linea della tradizione, pensiamo per esempio alla zuppa inglese, al crème caramel o alla torta di riso.

Zola Predosa (BO) – via Gesso, 70 – 051755131 – ristorante-masetti.it

Parco dei ciliegi

Atmosfera conviviale, ottimo rapporto qualità/quantità/prezzo, piatti abbondanti e pizzeria. Per tavolate tra amici”. Dal menu alla carta: crescentine, tigelle e affettati, sottaceti e squacquerone. E ancora pappardelle alla zucca e salsiccia, passatelli in brodo, tortellini in brodo, tagliatelle ai funghi. Non manca la cotoletta alla bolognese, altrimenti potete scegliere tra carne alla brace o preparazioni classiche, come il filetto al pepe verde.

Zola Predosa (BO) – via Gessi, 2 – 051750759 – parcodeiciliegi.it

Colli Bolognesi ristoranti - Titì
Titì

Titì

Dal 1890, di generazione in generazione, alta qualità dei prodotti, cucina casalinga rivisitata in chiave raffinata”. Le proposte sono sia di terra che di mare. Si comincia con le classiche crescentine da accompagnare ai salumi di zona oppure con sautè di cozze e vongole. Si continua con tagliatelle verdi alle ortiche con ragù bolognese, passatelli asciutti alla carbonara, tortellini in brodo di cappone o tortelloni al branzino con crema di zafferano e semi di papavero. Tra i secondi, fegato di vitello al burro e salvia, petto d’anatra con funghi shiitake o la proposta di pesce del giorno.

Zola Predosa (BO) – via Gesso, 133/A – 051751550

Colli Bolognesi ristoranti Trattoria dai Mugnai - zuppa di cipolle
Trattoria dai Mugnai – zuppa di cipolle

Trattoria dai Mugnai

In struttura storica, piatti tipici come la cotoletta alla petroniana, dolci della nonna ma anche ricette creative. Accompagnate dai vini dei Colli bolognesi”. Non mancano ovviamente tortellini in brodo, tagliatelle con ragù o ai funghi porcini o il friggione bolognese con salsiccia alla

griglia. Buona anche la gramigna al torchio con salsiccia e rosmarino. C’è un’ampia scelta anche tra i secondi, pensiamo per esempio alle costoline di agnello scottadito, alla sovracoscia di faraona in riduzione di birra doppio malto o alla guancia di vitellone brasata con verdure.

Valsamoggia (BO) – fraz. Monteveglio – via Mulino, 11 – 0516702003 – 3477702479 – daimugnai.it

Trattoria del Borgo

Nel parco regionale dell’abbazia di Monteveglio, locale a conduzione familiare, funghi e tartufi, culatello e mortadella”. Una cucina fedele alle tradizioni culinarie emiliane, insomma, basata su selezionati prodotti di stagione del territorio. Ottima partenza con affettato locale, pesto di lardo, marmellata di lamponi e Squacquerone di Cesena, con tigelle e crescentine ad accompagnare il tutto; e altrettanto meritevole è il millefoglie di lingua di manzo con salsa verde. Buoni i primi, tra cui gli strichetti con ragù bolognese, i tortellini in brodo e le tagliatelle ai porcini. Tra i secondi, da provare, il ganassino, un guancialino di vitella stracotto nella Barbera di Montebudello. Piacevole degustazione di Parmigiano (anche croste fritte) con aceto balsamico stravecchio.

Valsamoggia (BO) – fraz. Monteveglio Alto – via S. Rocco, 12 – 0516707982 – trattoriadelborgomonteveglio.it

Agristurismo Borgo delle Vigne

Aperto dal giovedì al sabato sera e la domenica a pranzo, atmosfera festosa, trionfo di tigelle e crescentine con formaggi e salumi”.Nel menu potete scegliere tra rigeneranti zuppe, dalla crema di cavolo nero e fagioli all’occhio alla zuppa di cipolla, altrimenti optate per un primo della tradizione, tagliatelle al ragù e tortellini in brodo, in primis. Anche se il menu cambia spesso e a volte è svincolato dalla tradizione, pensiamo per esempio ai tortelloni di ricotta con asparagi e crema di Parmigiano Reggiano o ai vari risotti.

Zola Predosa (BO) – via F. Raibolini, 55 – 051750534 – gaggiolivini.it