Nata nel 2018 da un’intuizione di Enrico Pandian, FrescoFrigo è una startup che ha saputo interpretare le nuove abitudini di consumo, prima intercettando il segmento dell’healthy food, poi adattandosi al mutare delle esigenze durante la pandemia.
Pubblicità

Il successo dei frigoriferi intelligenti

Nel 2019, FrescoFrigo aveva appena un anno. Della startup lanciata da Enrico Pandian per presidiare il mercato dell’healthy food parlavamo, allora, a proposito delle potenzialità dei distributori automatici intelligenti: un fronte in espansione, per offrire alternative salutari alle onnipresenti macchine dispensa junk food, di cui sfruttare la tecnologia ripensando però completamente l’offerta. FrescoFrigo, tra i primi progetti italiani del genere, nasceva a Milano nel 2018, scommettendo inizialmente su uffici, hotel, palestre, e su tutti quegli spazi condivisi da una comunità di persone che trascorrono buona parte della loro giornata fuori casa. L’idea? Mettere a loro disposizione distributori di cibo fresco pensato per essere consumato entro due giorni dalla preparazione e gestibile dagli utenti tramite app. Con la pandemia, nell’ultimo anno, tutto è cambiato. Il venire meno della socialità – e dei luoghi deputati a coltivarla – ha portato FrescoFrigo a ripensare il suo core business: ferma restando al qualità di un’offerta votata all’healthy food, i frigoriferi intelligenti ideati da Pandian sono stati dirottati dal “fuori casa” al supporto dell’approvvigionamento domestico.

L'offerta di FrescoFrigo

Dal fuori casa al supermercato condominiale

Così, in pieno lockdown, la primavera scorsa i distributori di Fresco Frigo sperimentano una collocazione insolita, all’interno del complesso residenziale milanese Social Village Cascina Merlata, per servire i novecento residenti del comprensorio, proponendo loro una sorta di “supermercato condominiale” per la spesa a domicilio, rifornito quotidianamente con la collaborazione delle attività commerciali della zona, tra  frutta e verdura fresca, frullati e zuppe pronte, salumi, formaggi, latte e generi alimentari di prima necessità, come pane, farina e uova. Tramite app l’acquirente poteva scegliere i prodotti ben visibili oltre la vetrina, sbloccare il frigo, finalizzare l’acquisto tramite sistema di pagamento selezionato sulla piattaforma digitale. Anche grazie a questa versatilità di utilizzo, la startup sembra destinata a crescere rapidamente, scalando nuovi mercati, fedele alla sua mission aziendale: “Migliorare il corretto stile di vita di tutti i giorni, attraverso la vendita di prodotti di qualità, freschi e salutari, innovando tecnologia e user experience”, coinvolgendo in primis gli utenti, chiamati a inviare le proprie preferenze rispondendo a un questionario anonimo online (“Cosa ti piacerebbe trovare in FrescoFrigo?”).

Pokè

L’espansione di FrescoFrigo all’estero

A gennaio si è concluso il secondo round di investimenti, che ha portato nelle casse di FrescoFrigo – oggi guidata dall’Ad Giacomo Pastore, affiancato dal presidente del Cda Pandian – 1,8 milioni di euro, grazie all’interesse di attori istituzionali, pubblici e privati, tra cui Cdp Venture Capital Sgr. Ora, dunque, l’idea è quella di triplicare la presenza a Milano – dove attualmente si contano un centinaio di distributori – per poi crescere in tutta Italia, a partire da Roma, Parma, Torino e Bologna. All’estero, invece, i frigoriferi intelligenti del gruppo sono già presenti nel Regno Unito, in Austria e negli Stati Uniti, con duecento unità complessive, di cui la prima installata a New York già nel 2019 (mentre Londra è all’estero la città oggi meglio presidiata da FrescoFrigo, con 30 frigoriferi); ma il canale sarà potenziato, affiancando anche altre destinazioni internazionali, in Europa (Francia e Svizzera) e Medio Oriente. Il piano di sviluppo è ambizioso: entro il 2021 le installazioni – curate in azienda dallo sviluppo dell’hardware a quello del software, fino al posizionamento da parte di un tecnico specializzato –  aumenteranno a oltre 500 unità in cinque Paesi (Francia, Svizzera, Austria, Regno Unito e USA), per preparare un terzo round di fundraising, su scala internazionale, previsto per la fine dell’anno. L’obiettivo per il 2021 è quindi quello di raggiungere un milione di fatturato. Nella storia da startupper di Enrico Pandian, del resto, si contano già progetti di successo, come Supermercato24.

Pubblicità

www.frescofrigo.it