Gucci Giardino 25 a Firenze. Vi sveliamo in anteprima il primo cocktail bar firmato Gucci

9 Feb 2022, 09:31 | a cura di Federico Silvio Bellanca
Si chiama Gucci Giardino 25 il primo cocktail bar della maison, a Firenze, naturalmente. Proprio accanto all'Osteria.
Pubblicità

Gucci Giardino 25: l'aria d'una nuova primavera a Firenze

Dopo due anni d’inverno, tra difficoltà e restrizioni, due anni in cui una città vocata da secoli all’accoglienza come Firenze ha dovuto chiudersi su sé stessa, silenziosa e svuotata in attesa di tempi migliori, in una tiepida mattina di febbraio che ha il sentore di una primavera, finalmente nasce un fiore. Pare una metafora intrisa di speranze e buoni propositi, in realtà dietro a quest’incipit c’è molto di più: l’apertura di Gucci Giardino 25 in Piazza della Signoria infatti è il germoglio stesso di una Firenze vibrante ed energica, pronta a riaprirsi al mondo per tornarne protagonista.

Gucci Giardino 25 Martina bonci

Quando si è cominciato a parlare dell’apertura di un bar firmato dalla maison fiorentina subito la curiosità è esplosa. Negli ultimi anni infatti l’azienda ha saputo riappropriarsi del rapporto con la sua città d’origine convincendo su tutti i fronti: nel progetto corale Gucci Garden – lo spazio creativo e multidisciplinare ideato dal Direttore Creativo di Gucci Alessandro Michele e inaugurato a gennaio 2018 - le varie identità coesistono in maniera eufonica, tra la bellezza visuale della galleria, l’esclusività della boutique e il successo internazionale dell’Osteria (nata dall’amicizia tra Bottura e il Presidente e Ceo di Gucci Marco Bizzarri e guidata dalla chef Karime Lopez).

Pubblicità

Fino a oggi, chiunque si sia trovato a passare davanti alle vetrine di quello che fu uno storico negozio di fiori cittadino, ha dovuto accontentarsi di guardare la nuova insegna sovrastare le lunghe tende bianche, senza poter intuire cosa ci fosse all’interno. Fino a oggi appunto, perché siamo andati a sbirciare in anteprima dietro quelle tende, per raccontarvi tutto su questo ambizioso progetto, dalla data d’apertura fino alla proposta food e beverage, e per farlo ci siamo affidati direttamente alle parole della Bar Manager Martina Bonci. Ecco dunque cosa aspettarsi da Gucci Giardino 25.

Gucci Giardino 25 Martina bonci

Gucci Giardino 25: il quando e il chi

In uno strano ricorso degli eventi, dopo tanti anni il 14 febbraio - lo stesso giorno in cui un tempo il negozio si affollava dei tanti che venivano a comprare i fiori per San Valentino – i locali di piazza della Signoria torneranno ad animarsi. Una data che ha il sapore di un gesto d’amore rivolto a una città intera, a cui invece di un bouquet si omaggia un Giardino.

Il giorno dell’apertura il bar conterà sedici coperti tutti all’interno, destinati però ad aumentare nella stagione calda con un forte ampliamento sul dehors. Dietro al bancone, ad attendere i primi clienti ci sarà Martina, che come nei migliori ossimori sa coniugare la freschezza della propria gioventù con l’esperienza e la competenza di una professionista: “Sono originaria di Gubbio, vengo da una famiglia che non ha un legame con il mondo dell’hospitality ma molto appassionata di buon mangiare e buon bere, partendo dalle mie nonne” racconta “fin da piccola sono stata affascinata dal mondo del bar, rimanevo sempre incantata, anzi stregata, da quello che facevano le persone dietro al bancone. Prima a Gubbio, poi a Perugia dove mi ero trasferita per studiare, ho sempre lavorato nei cocktail bar, e quando avevo un momento libero tra l’università e la pallavolo (dove giocava da professionista, ndr) lo passavo a studiare gli spirits o a esplorare le enoteche. Ho sempre fatto attenzione a quello che bevevo, cercavo qualcosa di diverso e unico ogni volta, che mi arricchisse”. È poi un incidente a decidere in via definiva la strada di Martina, quello che lei definisce come “L’unico evento negativo che non smetterò mai di ringraziare”.

Pubblicità

A seguito di un piccolo infortunio lascia il professionismo nella pallavolo e inizia a lavorare più seriamente in un bar del centro di Perugia “iniziai a studiare le tecniche di miscelazione, a dare il giusto valore a ogni prodotto che mi passava sottomano, proprio in questo momento ho capito quanto fosse bello dare importanza e valore anche alle cose più semplici. Mi sono immersa completamente nel mondo della mixology”.

Arriva oggi a Giardino 25 dopo una lunga esperienza lavorativa da Gesto, dove per 7 anni ha affinato il proprio stile sia di miscelazione che di gestione del bar “A settembre di quest’anno ho sentito la necessità di rimettermi in gioco dopo tanti anni. Avevo bisogno e desiderio di affrontare un progetto nuovo, importante, dopo un periodo davvero difficile”.

Gucci giardino 25 firenze

Cosa si mangia da Gucci Giardino 25

Anima multifunzionale, capace di toccare l’ambito ristorativo senza per questo allontanarsi dall’identità di bar, Giardino 25 sarà aperto dalle 8 della mattina alle 1 di notte, come ci racconta Martina “La mattina proporremo una colazione varia, che spazia dal classico all'internazionale, partendo dai croissant e arrivando a piatti più audaci come l’uovo messicano. Stesso dicasi per il caffè, su cui abbiamo voluto mettere particolare attenzione, e per il quale abbiamo scelto una selezione molto interessante: una miscela più classica Brasile, India e Colombia (che offre aromi di cioccolato, sentori di spezie e scorza di agrumi); una single origin di Arabica proveniente dal Costa Rica (con un delicato aroma di frutta, un buon corpo, gusto dolce e piacevolmente acidulo), e uno slow coffe, caffè filtro, servito nella nostra elegantissima mug della collezione Gucci Décor”.

Molto interessante e intelligente la proposta light lunch/light dinner, in cui si è scelto di razionalizzare l'offerta con una proposta di quattro piatti che fossero al contempo non banali e capaci di accontentare tutti i palati e tutte le scelte alimentari, con ottime proposte anche vegetariane. Si potrà scegliere dunque tra ramen, zuppa borsch, focaccia con mortadella e ricotta oppure una ceviche di carciofi.

Per il pomeriggio invece abbiamo studiato un vero e proprio afternoon tea, con un’ampia selezione di tè e tisane accompagnate da una piccola pasticceria; in cantiere per la stagione estiva il cerimoniale dello Champagne”. Sin da subito, comunque, chi volesse optare per il vino può scegliere tra 10 etichette al calice - bollicine, bianchi, rossi – oppure pescare da una carta dei vini davvero amplia.

.Gucci giardino 25 firenze

La proposta cocktail di Gucci Giardino 25

Se la multifunzionalità sarà uno dei tratti distintivi di Gucci Giardino 25 durante il giorno, non è da scordare che l'elemento trainante in questo locale è il cocktail bar, come dimostra anche lo splendido bancone in entrata. Ed è nella proposta dei signature cocktail che ne possiamo cogliere l’anima più profonda: “I nostri signature saranno inizialmente 12 ma non escludo che già dalla prossima drink list arriveremo a 15” ci racconta Bonci “abbiamo puntato sulla qualità delle materie prime per cercare di rendere i nostri drink riconoscibili e unici, giocato con sapori e colori, il tutto per soddisfare al massimo tutti i palati”. Per creare questa drink list la bartender si è fatta ispirare anche dal mondo Gucci “Nel primo periodo ho visitato la Galleria del Gucci Garden, così come il Gucci Art Lab dove ho toccato tessuti e pellami. È stato al tempo stesso sconvolgente ed emozionante. Nel mondo del bar siamo abituati a ragionare sul gusto, al massimo sull’olfatto, per questo rimettere in gioco le mie percezioni ispirandomi alla vista e al tatto mi ha stimolato enormemente: un po' come voler dipingere la musica o assaggiare un colore”.

E in effetti i drink proposti da Martina paiono andare proprio in questa direzione, come dimostra il Chi si ferma è perduto, cocktail a base di menta, succo di limone, tequila, rosolio al bergamotto e liquore al peperoncino, un drink elegante e colorato dalle note vacanziere, capace di proiettare l’immaginazione in lidi lontani, oppure il Mémoire di Negroni, personale omaggio della bartender alla città che la ha accolta. Il classico per eccellenza della miscelazione cittadina viene vestito in viola tramite butterfly pea flower, e in questa veste cromatica riequilibrato con uno Yuzu Sake, creando l’effetto di un tramonto futurista su Tokyo, proiettando tra i colori accesi delle luci a Neon e i sentori agrumati dell’esotico.

Due cocktail estremamente diversi tra loro, uno di chiara tradizione italiana e l’altro d’ispirazione internazionale, ma accomunati dalle note vegetali e fruttate, come se fossero i primi boccioli di questo giardino invernale in via di fioritura.

GUcci GIradio 25 cocktail viola divano

Gucci Giardino 25. Le aspettative di Martina

Nonostante inevitabilmente si passano in rassegna tutti gli scenari possibili per Giardino 25, dalle grandi classifiche internazionali alla sua replicabilità, finanche alle collaborazioni con il mondo dell’alta cucina, Martina per il momento resta solida e concentrata sul presente: “Giardino 25 aprirà in questi giorni quindi ora siamo totalmente concentrati sul creare una solida identità a questo nuovo progetto” dice. Ma le sue idee sono ben chiare, questo bar nasce con una propria filosofia “Spero che riusciremo a portare da Giardino25 tante persone diverse, grazie ad un ‘offerta ampia ma distintiva. Ci teniamo che sia un punto di incontro per i cittadini tanto quanto d’arrivo per chi è di passaggio in città: Gucci è emblema di inclusività, da noi qui al Giardino 25 non vogliamo essere da meno.”

Gucci Giardino 25 – Firenze – piazza della Signoria, 37 r

 

a cura di Federico Silvio Bellanca

foto di Michele Tamasco

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X