Asiago e prosecco: prodotti top dell'area del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi e dintorni
Pubblicità

Nella nuova guida Italia all’Aria Aperta, realizzata con Enel Green Power, abbiamo voluto raccontare lo straordinario patrimonio ambientale del Paese, valorizzandone le produzioni agroalimentari. Qui vi sveliamo i vini e i prodotti tipici del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.

 

Un parco nazionale – unica area protetta istituita entro i confini della Regione Veneto – ma anche un grande sito Unesco, patrimonio dell’Umanità. E un territorio di cui i suoi abitanti si fanno tutori, distribuiti fra 15 comuni e 5 piccole unioni montane in cui l’offerta turistica è perfettamente integrata con il paesaggio circostante, dalla ristorazione all’ospitalità alberghiera. Tanto che aziende artigiani virtuosi vengono certificati (e segnalati al pubblico) con le Carte Qualità.

Pubblicità

La zona del parco conserva una straordinaria ricchezza floristica, dovuta anche al forte dislivello, che va dai 400 metri ai 2565 della cima della Schiara, con una varierà di fondo valle, pareti rocciose di alta quota, boschi di latifoglie, foreste di conifere, arbusteti d’alta quota, praterie e macereti, tanti percorsi escursionistici, naturalistici, tematici e CAI di diversa difficoltà, con 6 rifugi. Ugalmente ricca anche la presenza di animali: tra gli altri, ad esclusione dello stambecco, tutti gli esemplari tipici dell’arco alpino, oltre 116 specie di uccelli nidificanti (aquila reale, fagiano di monte, pernice bianca, gallo cedrone), e diversi ungulati (cervo, camoscio e capriolo, solo per citare i più diffusi). Testimonianza della varietà di ambienti naturalistici. A questi si collega anche l’offerta agroalimentare, tra le eccellenze del parco ci sono il Formaggio di Malga o il Fagiolo di Lamon,  quello Bala Rossa, e il Gialét, il Figadet, la luganiga e il lardo in salamoia.

Ma in questa zona, seppur fuori dal Parco, ci sono due prodotti portabandiera: l’Asiago e il Prosecco.

asiago

Asiago Dop, il Prodotto della Montagna

L’estate è il momento ideale per scoprire luoghi di grande storia e bellezza come le zone montane della provincia di Trento e dell’Altopiano di Asiago, il più grande comprensorio di monticazione d’Europa. Proprio qui, le giornate all’aperto permettono di scoprire i segreti della caseificazione e della gastronomia locale incontrando casari e malghesi che producono l’Asiago Dop Prodotto della Montagna, la specialità casearia fatta al di sopra dei 600 metri riconosciuta dall’Unione Europea fin dal 2006. È la magia dell’alpeggio che da giugno a settembre anima i monti vicentini e trentini. Produrre l’Asiago qui è una vera missione.

Le 15 aziende del Consorzio Tutela Formaggio Asiago, col loro lavoro tramandato di padre in figlio, proteggono un saper fare antico, nato in queste terre molti secoli fa. Nel lavoro in montagna si ritrova la voglia di non mollare mai, si scopre il valore di una parola ormai molto usata: resilienza. Sarà per questo che, negli anni, sempre più persone si avvicinano alla scoperta della vita nelle malghe: ne sono state censite 76 in Altopiano (escluse quelle private); in 7 di queste si allevano pecore, in 53 vacche. In totale, in Altopiano sono presenti 6.000 pecore e 7.000 vacche, da qui nasce l’Asiago Dop Prodotto della Montagna che si riconosce dalla marchiatura della forma impressa a fuoco. Anche se la sia identità esce al meglio quando lo si annusa e si gusta. Per apprezzare la filiera cortissima che unisce le malghe dell’Altopiano di Asiago produttrici di Asiago Dop Prodotto della Montagna e gli chef della rete Ristoratori 7 Comuni, nei locali del territorio si può richiedere in loco il Ricettario Della Malga, una raccolta di ricette e di storie di amicizia e collaborazione tra produttori e ristoratori

Pubblicità

Malghe e caseifici di montagna soci del consorzio

Luisiana Conco (VI)

  • Malga Larici –loc. Larici – 3498633490 – 3472382892
  • Malga Camporossignolo – 3470002548
  • Malga Verde – loc. Val Lastaro – via Malga Verde – 0424700332 – malgaverde.com
  • Fattoria Cortese – contrà Rovera, 3 – 0424407220 – malgaverde.com
  • Malga Pian di Granezza – loc. Granezza – Monte Corno – 04241946115 – 3488852034

Asiago (VI)

  • Al.Ba Asiago – via San Domenico 212 – 0424463958
  • Malga Porta Manazzo –via Berga, 130 – 0424462591 – rutzer.com
  • Antonio Rodeghiero – Asiago (VI) – via Berga, 126 – 0424462591 – rutzer.com
  • Pennar – via Pennar, 313 – 0424462374 – caseificiopennar.it
  • Malga Dosso di Sotto – Cima Larici – loc. Val Formica – 3355457176 – 3282227191
  • Malga Zebio – via San Domenico, 212 – 0424463958 –
  • Basso – via San Domenico, 212 – 0424463958 –

Bressanvido (VI)

  • Mario Basso – via Bettinardi 10 – 0444660529
  • Nicoli & Pozzato – via Rovegliara 99° – 3407871186 – malgaserona.it

Caltrano (VI)

  • Malga Serona – 3407871186 – 3392201571
  • Carmignano di Brenta (PD)
  • Marini Ugo e Raffaele – 3355457176 – 3282227191

Enego (VI)

  • Gianfranco Finco – via Medaglia D’Oro L. Cappello, 42 – 0424490149 –
  • Malga I lotto Valmaron – loc. Stazio – 3491010227 – 3335622549
  • 7 CALIERE – via Tabaro, 30 – 3483647129 – aziendaagricola7caliere.it
  • Malga II lotto Marcesina – Piana di Marcesina – 3664945479 – 338008559
  • Il Crocere – via Lecche, 44 – 3338008559

Roana (VI)

  • Roberto Frigo – loc. Canove – via Dante, 95 – 3498633490 – frigostoff.it
  • Malga Pusterle – s.da della Valdassa – 3408949885 – 3497294565
  • Mattia Pangrazio – loc. Camporovere – via Monte Interrotto, 1 -3497294565
  • Gruppo Bianchi – fraz. Treschè Conca – 0424694238 – unioneproduttoritrescheconca.it

San Pietro in Gu’ (PD)

  • F.lli Nicolin – via Nicolin, 22 – 0495991447
Prosecco

Le colline del Prosecco. Quando il vino diventa patrimonio dell’umanità

Conegliano e Valdobbiadene sono a una trentina di chilometri tra loro: a legarle paesaggi unici, colline vitate che l’Unesco a eletto s Patrimonio dell’Umanità. Qui, in questo speciale angolo di Veneto, “l’interazione positiva tra uomo e ambiente ha creato un paesaggio culturale unico” spiega l’Unesco accogliendo le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene nella World Heritage List, nel 2019. Vi presentiamo, così, le migliori cantine protagoniste della tutela, della salvaguardia e della valorizzazione di questo pezzo d’Italia unico al mondo

  • Adami – Vidor (TV) – adamispumanti.it
Andreola – Farra di Soligo (TV) – andreola.eu
  • BiancaVigna – Conegliano (TV) – biancavigna.it
  • Bisol 1542 – Valdobbiadene (TV) – bisol.it
  • Bortolomiol – Valdobbiadene (TV) – bortolomiol.com
  • Borgoluce – Susegana (TV) – borgoluce.it
  • Canevel Spumanti – Valdobbiadene (TV) –
  • Cantina Produttori di Valdobbiadene – Val d’Oca – Valdobbiadene (TV) – valdoca.com
  • Follador – Valdobbiadene (TV) – silvanofollador.it
  • Le Colture – Valdobbiadene (TV) – lecolture.com
Conte Collalto – Susegana (TV) – cantine-collalto.it
  • Marsuret – Valdobbiadene (TV) – marsuret.it
  • Masottina – San Fior (TV) – masottina.it
  • Merotto – Farra di Soligo (TV) – merotto.it
  • Ruggeri & C – Valdobbiadene (TV) – ruggeri.it
  • Santa Margherita – Fossalta di Portogruaro (VE) – santamargherita.com
  • Sorelle Bronca – Vidor (TV) – sorellebronca.com
  • Valdo Spumanti – Valdobbiadene (TV) – valdo.com

prosecco.it

 

Italia all’Aria Aperta. La sezione web

Alla guida Italia all’Aria Aperta abbiamo dedicato anche un’intera sezione sul nostro sito,
www.gamberorosso.it/italia-all-aria-aperta/, dove potete navigare tra i Parchi Nazionali con le mappe interattive e scoprire tutti gli indirizzi consigliati da Gambero Rosso per mangiare e dormire, oltre a una serie di approfondimenti per visitare le principali centrali idroelettriche.

Italia all’Aria Aperta – 352 pp. – 14.90 € – Acquistabile in edicola, libreria e on line