Compie 30 anni la guida Ristoranti d'Italia del Gambero Rosso: ecco come è andata la giornata di presentazione dell'ultima edizione.
Pubblicità

Ristoranti d’Italia 2020 del Gambero Rosso. Dal convegno alla cena Tre Forchette

Quest’anno la guida Ristoranti d’Italia ha tagliato il traguardo dei trentanni di vita, di cui abbiamo ricostruito tutta la storia dall’ormai lontana prima edizione del 1991 ad oggi. La guida in tutti questi anni ha continuato (e continuerà) a dare voce alla ristorazione italiana di qualità. Presentata lo scorso 28 ottobre allo Sheraton Rome Hotel&Conference Center, la nuova edizione racconta ancora una volta le migliori insegne della Penisola (ben 2500 indirizzi tra ristoranti, trattorie, wine bar, bistrot, birrerie…), premiando i professionisti che più di altri si sono distinti nell’ultimo anno, tra conferme e novità,

Il rapporto fra sala e cucina, la ricerca di un’esperienza con la “e” maiuscola, la sartorialità dell’offerta: le variabili da tenere in considerazione per compiere una critica sensata, a trent’anni dalla prima edizione, si sono moltiplicate. Un anniversario significativo, un’occasione unica per cogliere con maggiore attenzione i numerosi spunti che ogni anno la guida offre sul futuro del settore, a cominciare dalle promesse della cucina italiana.

Il Convegno

La giornata si è aperta con il convegno “Da cuoco di qualità a chef di successo” – curato da Antonio Paolini – che ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Francesco Apreda, Alfonso Iaccarino, Ciccio Sultano, Marco Reitano e di Paolo Cuccia, presidente di Gambero Rosso.

Pubblicità

La premiazione

Si è quindi passati alla premiazione tanto attesa, durante la quale si sono alternati sul palco i migliori chef italiani, tra racconti e ringraziamenti, per ricevere il meritato riconoscimento, ritirando il diploma e i premi consegnati dagli sponsor

La cena Tre Forchette

A chiudere come meglio non si poteva la giornata è stata, come ogni anno, la cena Tre Forchette: alcuni dei migliori chef italiani hanno dato vita a un percorso di degustazione unico. Sono stati undici Tre Forchette a proporre i loro piatti d’autore al pubblico di gourmet appassionati. Da Beck a Cracco da Pascucci a Cerea.

Oltre ai piatti degli chef, la cena ha avuto come protagonista una ricca selezione di etichette Tre Bicchieri premiate dalla guida Vini d’Italia 2020.

foto di Francesco Vignali

Pubblicità

> Ristoranti d’Italia 2020. Tutti i premi

> Acquista la Guida Ristoranti d’Italia 2020