Il premio Bar dell'Anno 2022, assegnato da illycaffè nella Guida Bar d'Italia del Gambero Rosso, quest'anno inserisce il criterio della sostenibilità sostenendo la svolta green nella ripresa del post pandemia.
Pubblicità

Sono 22 anni che, attraverso la Guida Bar d’Italia, il Gambero Rosso indaga, analizza e valuta il mondo dei bar italiano nelle sue evoluzioni e varianti. E, in quest’anno ancora segnato dalla pandemia, la guida vuole – ancora di più – indicare una strada. Che è quella della sostenibilità. Un tassello strategico che sa integrarsi con le esigenze della ripresa, intercettando nuove iniziative, formule originali, espressioni di resilienza e percorsi di rinascita. Monitorando uno scenario che il Covid ha colpito ma non certo spazzato via, Gambero Rosso di concerto con illycaffè – da sempre alleato fondamentale nell’opera di valutazione e valorizzazione effettuata attraverso la Guida Bar d’Italia – ha deciso di fare ulteriore passo in avanti nell’accompagnare la crescita del settore, che non può che essere in armonia con l’ambiente. “Sostenibilità, una parola che sempre più è entrata nel linguaggio comune ma, che ancora non ha definitivamente investito la nostra vita quotidiana” commenta Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso “Siamo felici di contribuire alla diffusione della cultura della sostenibilità insieme a illycaffè, nostro storico partner della guida Bar d’Italia e gettare le basi di un cambiamento che deve essere oltre che ambientale anche sociale ed economico. I grandi cambiamenti iniziano sempre dai piccoli gesti, come quello di un caffè al bar.”

Il nuovo Bar dell’Anno 2022 è green

Di questa inderogabile spinta green, il Gambero e illycaffè si fanno portavoce, decidendo di riservare il premio illy Bar dell’Anno nella prossima edizione della guida – la 2022 – all’esercizio che dimostra maggior sensibilità verso l’ambiente. Ovviamente nell’ambito di un’offerta di assoluta qualità (la selezione avverrà sempre fra i bar che avranno ottenuto i Tre Chicchi e le Tre Tazzine: che premiano la qualità nella tazzina e nell’offerta complessiva dei locali). Quindi ai classici criteri di selezione – valore organolettico dei prodotti, ampiezza dell’offerta, qualità della materia prima, servizio – se ne aggiungono altri come selezione di alimenti a filiera corta, stagionalità delle materie prime, utilizzo di accessori monouso ecosostenibili realizzati con materiali riciclabili, corretto conferimento dei rifiuti nella raccolta differenziata in base alle regole dei propri Comuni, attenzione nel promuovere una cultura del risparmio energetico, con particolare attenzione alle fonti rinnovabili. Elementi che non sono in contrasto con l’idea di un servizio e una proposta di altissima qualità, ma che rappresentano una sfida, che illycaffè e Gambero Rosso invitano a raccogliere. Perché la ripartenza sia all’insegna della sostenibilità.

“Dopo tanti anni di supporto alla Guida Bar d’Italia del Gambero Rosso, siamo estremamente soddisfatti di poterci fare portavoce di questo cambiamento. Promuovere la qualità sostenibile è uno dei nostri principali obiettivi, da sempre al centro della filosofia aziendale di illycaffè. Coerentemente con questo principio ci impegniamo ogni giorno per fare in modo che la sostenibilità costituisca una componente importante in tutti i progetti che ci vedono coinvolti. Quest’anno la qualità del caffè e del servizio saranno la base necessaria ma non sufficiente per vincere il premio illy Bar dell’Anno: sarà indispensabile pensare al futuro e promuovere l’innovazione all’insegna della sostenibilità” – spiega Massimiliano Pogliani, Amministratore Delegato di illycaffè.

Pubblicità

Come ogni anno, il nome del vincitore, scelto da una giuria composta da esperti di Gambero Rosso e di illycaffè, sarà proclamato nel corso dell’evento di presentazione della Guida Bar d’Italia 2022, in programma nel mese di ottobre.