Startup Food Tech: 5 aziende innovative nell'agroalimentare e allevamento

26 Giu 2022, 10:58 | a cura di Maurizio Gaddi
Dall’urban farming all’adozione degli alveari di api, passando per l’agricoltura di precisione e la serra idroponica: cinque aziende italiane che stanno proponendo progetti innovativi.
Pubblicità

Scopri tutti gli articoli sul tema Food Tech

Startup Food Tech, il mondo della coltivazione e dell’allevamento

Quello dell’innovazione e digitalizzazione nel settore dell’agricoltura è un tema di grandissima priorità a livello nazionale, tanto da essere finanziato con 477 milioni di euro dall’Unione Europea all’interno del programma NextGenerationEU. Così negli ultimi mesi è nato il Centro Nazionale di Ricerca per le “Tecnologie dell’Agricoltura – Agritech”, che ha l’obiettivo di promuovere la produttività sostenibile attraverso le nuove tecnologie, ridurre l’impatto ambientale in condizioni climatiche mutevoli e fare fronte alle nuove esigenze in tema di sicurezza alimentare.

Questo nuovo laboratorio nazionale porterà alla creazione di nuove realtà, in un panorama che ha già visto la nascita di diverse aziende italiane che portano avanti progetti innovativi dedicati all’implementazione delle tecnologie per la coltivazione, all’adozione di specie a rischio e alla creazione di legami diretti tra produttori e consumatori, anche quando si trovano distanti centinaia di chilometri. Ecco cinque startup italiane che si sono fatte notare negli ultimi anni.

Pubblicità

serra idroponica

5 aziende innovative nell'agroalimentare e allevamento

Sfera Agricola

Sfera Agricola gestisce la più grande serra idroponica e hi-tech d’Italia con l’obiettivo di produrre di più usando meno risorse e combattere le conseguenze del cambiamento climatico e del sovrappopolamento. Grazie alla sua tecnologia, la serra idroponica riesce a sfruttare ogni goccia d’acqua e ne consuma il 90% in meno rispetto alla tradizionale coltivazione su suolo: un risultato che la rende uno strumento cruciale per fronteggiare la siccità dovuta ai cambiamenti climatici ma anche le temperature sotto lo zero, situazioni in cui Sfera Agricola – che ha sede nel cuore della Maremma – è in grado di ricreare le condizioni climatiche ideali per coltivare pomodori e lattughe. In Italia sono nati altri progetti interessanti legati alle serre idroponiche, come Fri-El Greenhouse, Robonica e Jellyfish Barge.

Sfera Agricola – Gavorrano (GR) - loc. case gigliaie - sferagricola.it

urban farming di hexagro

Hexagro

Hexagro è una startup agroalimentare che promuove la diffusione dell’urban farming, vuole quindi rendere la coltivazione di piante alla portata di tutti. Per questo offre soluzioni in grado di connettere l’uomo alla natura con delle tecnologie di agricoltura verticale, come Living Farming Tree, un orto per interni automatizzato e privo di terra, che permette di coltivare erbe attraverso un’esperienza digitale interattiva. Hexagro immagina un mondo in cui la produzione di cibo potrà avvenire ovunque in città, anche in spazi una volta considerati inadeguati, inseguendo il più ampio e ambizioso obiettivo di garantire a chiunque l'accesso a cibi sani.

Pubblicità

Hexagro – Milano – Via Colonnetta, 5 - hexagro.io/it

evja

Evja

Il claim di Evja è “coltiviamo dati per raccogliere risultati”. È una startup che aiuta le aziende agricole a ottimizzare la gestione di nutrizione, difesa e irrigazione delle colture grazie a OPI, un avanzato sistema di agricoltura di precisione. Raccoglie i dati dal campo con sensori wireless e li elabora con l’ausilio di intelligenze artificiali per definire modelli predittivi in base agli obiettivi. Le informazioni possono essere consultate da pc, tablet e smartphone in qualsiasi momento, per pianificare gli interventi e prendere le decisioni più efficienti in un’ottica di risparmio economico ed energetico.

Evja – Napoli – Via Benedetto Brin, 63 – evja.eu/

alveare

3Bee

3Bee sviluppa sistemi per migliorare la salute delle api e tutelare la biodiversità. Consente di prendere simbolicamente in adozione degli alveari – che si possono controllare durante tutto l’anno tramite il proprio smartphone – e ricevere un vasetto di miele prodotto da quell’alveare. 3Bee ha dotato i suoi apicoltori di sistemi di monitoraggio che permettono di valutare lo stato di salute degli insetti, collegati direttamente a un’applicazione del cellulare. Così, ogni apicoltore adottivo può osservare l’alveare a distanza, sostenendo piccole economie locali e favorendo la biodiversità del territorio. Oltre alla semplice adozione diretta per utenti privati, 3Bee propone una serie di soluzioni per sensibilizzare all’interno delle aziende, come la creazione di un bosco nettarifero per il riequilibrio degli ecosistemi e la protezione degli impollinatori e la costruzione di apiari aziendali high tech.

3Bee – Villa Guardia (Co) – Via Sant’Elia, 12 – 3bee.com

gli ortaggi di myagri

MyAgry

MyAgry permette a chiunque di coltivare i propri ortaggi, affidandosi ai produttori diretti, conoscendone così ogni passaggio: dalla preparazione del terreno alla trasformazione finale, passando per la coltura diretta. L’idea alla base è quella di fornire anche a chi non ha la fortuna di vivere vicino ai luoghi di produzione agricola un legame diretto con i coltivatori. Il progetto vuole dare visibilità a una realtà locale, la zona rurale di San Martino in Pensilis in Molise, e allo stesso tempo fornire una risposta concreta a chi cerca affidabilità sulla tracciabilità degli ortaggi che acquista. Sul sito di MyAgri è possibile piantare il proprio orto personalizzato componendo un puzzle con le opzioni proposte, poi gli agricoltori selezionati dall’azienda provvedono alla coltivazione, che si può seguire passo dopo passo rimanendo in contatto con i produttori fino alla consegna degli ortaggi.

MyAgri – San Martino in Pensilis (Cb) – Piazza della Vittoria, 1 – myagry.it

a cura di Maurizio Gaddi

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X