sassicaia

Sassicaia: la storia, il mito, a 50 anni dalla prima annata

Con l'uscita dell'annata 2018 è passato mezzo secolo dal primo imbottigliamento del 1968. Da allora il Sassicaia ha rappresentato la punta di diamante della Tenuta San Guido e dell'enologia italiana. Che anche grazie a questo vino ha conquistato il suo...

100 Rossi al Top. La classifica di Gentleman premia il Sassicaia 2015 di Tenuta San Guido

Come ogni anno, il mensile Gentleman incrocia i rating delle più autorevoli guide italiane del vino per stilare una classifica dei migliori rossi dell'annata. Nel 2019 vince il Sassicia di Tenuta San Guido, ma tutta la Toscana sfodera un'ottima prestazione.

Appunti di degustazione. Irripetibile e unica: verticale di tutte le annate di Sassicaia

Memorabile. Come altro potrebbe definirsi una verticale di Sassicaia che mette sui banchi di assaggio ben 38 annate di un vino? E che vino: una di quelle etichette che simboleggiano, da sole, la grande enologia nostrana. È il Sassicaia, qui...

Appunti di degustazione. Irripetibile e unica: verticale di tutte le annate di Sassicaia

Memorabile. Come altro potrebbe definirsi una verticale di Sassicaia che mette sui banchi di assaggio ben 38 annate di un vino? E che vino: una di quelle etichette che simboleggiano, da sole, la grande enologia nostrana. È il Sassicaia, qui...

APRILE 2017 N.303

Sassicaia Vintage Tunina Berlucchi. Tre Verticali da sogno per celebrare i 30 anni della guida Vini d'Italia.

30 anni di Vini d’Italia. Diretta streaming di 3 verticali d’eccezione: Tenuta San Guido, Jermann, Guido Berlucchi & C.

Aspettando la presentazione di Vini d’Italia 2017, in programma per il 29 ottobre, l’appartamento di Innocenzo X nel cuore di Roma ospiterà tre degustazioni d’irripetibile valore storico, culturale e qualitativo, in compagnia dei curatori della guida e di alcune delle...

Addio a Giacomo Tachis, l'uomo della svolta del vino italiano. Parlano i produttori

Dall'arrivo in casa Antinori alla nascita dei Supertuscan, dalle incursioni sul versante adriatico ai progetti sulle Isole. Ecco come il re degli enologi ha saputo interpretare tempi e territorio e con le sue “miscele” ha scritto il Rinascimento del vino...

Pegaso d’oro a Giacomo Tachis. Il grande “mescolavino” del Rinascimento enologico italiano insignito dalla Regione Toscana

Al grande enologo italiano, allievo di Emile Peynaud, si deve un grande apporto nello svecchiamento del settore vinicolo nella seconda metà del Novecento. Passando per Sassicaia, Tignanello, Solaia, Nero d’Avola. Sostenitore della viticoltura insulare, per 32 anni è stato direttore...

Un milione di bottiglie in più per la Doc Bolgheri: il 2013 si chiude con un aumento del 22%

La denominazione toscana prosegue i progressi sul mercato estero. Il presidente del Consorzio, Federico Zileri: "Abbiamo interpretato al meglio le risorse di questo territorio"
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X