Come sarà l'agricoltura del futuro? Il Mipaaft lo chiede ai bambini, per sensibilizzare le nuove generazioni sui temi della sostenibilità e dell'educazione alimentare. E chissà che proprio i bambini non siano capaci di immaginare un futuro migliore.
Pubblicità

“Il futuro del cibo è nell’agricoltura”. E nella consapevolezza delle nuove generazioni, sembra confermare l’iniziativa promossa da CREA e Mipaaft e cofinanziata dall’Unione Europea.

Per tutti i bambini delle elementari

Perché si rivolge a tutte le scuole primarie d’Italia il concorso AgriKids, con l’obiettivo di sensibilizzare gli alunni su temi legati all’agricoltura e alla sostenibilità. Per iscrivere la propria classe alla competizione, ogni insegnante ha tempo fino al 22 marzo 2019. In palio 3mila euro in buoni acquisto per comprare materiale didattico o finanziare gite scolastiche e attività formative, ma anche una serra idroponica per l’utilizzo indoor, che dovrà alimentare ulteriormente la consuetudine dei bambini con la coltivazione di un orto, seppur in miniatura. Ma come si partecipa al concorso?

Disegna l’agricoltura del futuro

Partendo dalla premessa “che l’agricoltura è al centro della nostra vita quotidiana, ed è essenziale per l’economia e la società”, la sfida sottoposta ai ragazzi e ai loro insegnanti è quella di immaginare l’agricoltura del futuro mettendo insieme le coordinate essenziali per disegnare un quadro che tenga conto della disponibilità di risorse energetiche, del rispetto per l’ambiente, delle tradizioni del territorio e delle potenzialità offerte dall’innovazione tecnologica. Ma anche, e soprattutto, del benessere dell’uomo, promuovendo un’alimentazione sana e consapevole.

Pubblicità

Le diverse tecniche ammesse al concorso

L’idea così sviluppata dovrà essere rappresentata dalla classe attraverso un disegno (spazio alla fantasia: acquerelli, pastelli, gessetti colorati, pennarelli…), un genere letterario (filastrocca, racconto, poesia) o una rappresentazione tridimensionale, con materiali riciclati, tecnica del Das, legno. I voti raccolti  online tra il 25 e il 30 marzo contribuiranno a mettere in luce i progetti più apprezzati, che il 30 aprile saranno giudicati da una giuria di ricercatori ed esperti di educazione alimentare e comunicazione del CREA, che decreterà i 3 vincitori. Quattro i criteri per selezionare i progetti meritevoli: aderenza al tema, originalità, capacità di rappresentazione, partecipazione della classe.

L’adesione è gratuita e l’iscrizione dev’essere formalizzata online, sul sito dell’iniziativa.

 

https://kids.agrifoodtoday.it

Pubblicità