Laboratori e seminari, mercatini, incontri con gli chef, momenti di confronto e naturalmente tanti assaggi: torna l’evento romagnolo ideato da Bottura il weekend del 7 e 8 agosto 2021. Ecco il programma.
Pubblicità

Al Meni 2021, l’evento a Rimini

Nel cuore dell’estate riminese, e anche nel primo week end di entrata in vigore del green pass – che sarà infatti richiesto ai partecipanti – il 7 e 8 agosto 2021 torna Al Meni, con l’ottava edizione del “circo dei cuochi” ideato da Massimo Bottura e realizzato dal Comune di Rimini, associazione Chef  to Chef Emilia Romagna Cuochi e Slow Food Emilia Romagna. L’obiettivo è lo stesso di sempre: portare in strada l’alta cucina e insieme riflettere sul cibo e l’agricoltura di qualità. Tutto questo avverrà dalle 10 del mattino fino a notte, ancora una volta attraverso gli showcooking (quest’anno in scena solo di sera) nel tendone del circo a opera di 16 talenti della gastronomia italiana e non solo. Durante il giorno, invece, ci saranno il mercato dei produttori e degli artigiani, i laboratori e gli incontri per parlare di mare sostenibile, recupero, riduzione degli sprechi e saperi in cucina.

Scopri il programma di Al Meni 2021
Foto di Riccardo Gallini

Al Meni 2021: novità e programma

Le novità quest’anno sono diverse. Intanto i luoghi: dopo le prime sei edizioni vista mare, come nel 2020 si torna anche stavolta in centro storico, occupando piazza Cavour,  nel cuore della città, e  inaugurando  nuovi spazi felliniani in quella “piazza dei sogni” sulla quale si affaccia ora il museo dedicato al grande regista, a Castel Sismondo. In questo angolo rinato di Rimini, la gastronomia aggiunge un tassello importante a un processo di ripartenza su cui la stessa manifestazione si interroga. “In Francescana la cosa più difficile in questi due anni è stata tenere insieme il gruppo” spiega Bottura. E continua: “Ora siamo ripartiti più forti che mai, chiudendo il cerchio con l’apertura di nuove cucine. Alla fine, conta solo il duro lavoro, nei Tre Stelle come nei refettori che durante la pandemia abbiamo aperto in Messico, a Lima, San Francisco e New York. Nel 2020 abbiamo servito mezzo milione di pasti a persone in difficoltà”. Quanto ad Al Meni, Bottura è convinto: “In questi quasi dieci anni abbiamo contribuito a cambiare la cucina romagnola, ora si parla di qualità anche qui”. E il prossimo week lo chef emiliano farà di Rimini una sorta di succursale del “gruppo Francescana” in trasferta.

I protagonisti

Saranno due le cucine a vista in piazza Malatesta, e 16 i talenti ai fornelli dalle 19.30 di ogni giornata, molti di questi cresciuti proprio nel gruppo della Francescana. Come Jessica Rosval, canadese di origine e chef  di Casa Maria Luigia; Taka (Takahiko Kondo), Allen Huynh e Matteo Zonarelli  di Osteria Francescana. Dal Torno subito di Dubai arriva  Bernardo Paladini , mentre Riccardo Forapani propone i piatti del ristorante Cavallino a Maranello. Davide Di Fabio, dopo tanti anni al fianco di Taka, ora guida Dalla Gioconda a Gabicce. Fra gli chef internazionali il ritorno di Celine Pham da Parigi, come Clio e Anne  de  L’Innocence. Ci sarà anche Simone Salvini, esperto di cucina vegetariana e vegana, e poi Gian Paolo Raschi del ristorante Guido, Silver Succi del Quarto Piano, Mattia Borroni, giovane chef milanese trapiantato a Ravenna, Athos Migliari dalla valle ferrarese, Giovanna Guidetti, Massimiliano Poggi, punto di riferimento della cucina bolognese, e Riccardo Agostini dal suo ristorante di Pennabilli.

Pubblicità
Scopri il programma di Al Meni 2021
foto di Riccardo Gallini

Il mercatino e i seminari

Senza una buona agricoltura – si sa – non potrebbe esistere la buona cucina. E ad Al Meni lo sanno bene, per questo piazza Cavour darà spazio a ben 24 postazioni per il mercato dei produttori di olio, pane, grani e farine, aglio fermentato, peperoncino, zafferano e miele romagnoli, Presìdi Slow Food da tutta la regione, e ancora frutti e salumi, Parmigiano Reggiano di  vacca bianca modenese, formaggi di piccoli caseifici appenninici,  salumi piacentini e molto altro. Mattina e pomeriggio, poi, Slow Food Emilia Romagna metterà a disposizione un “personal shopper” per guidare turisti e appassionati alla scoperta dei cibi tipici e di chi li produce. Diversi, poi, gli incontri con gli esperti: si parlerà di “Cotture” con Eugenio Signoroni, mentre in “FreeAdriatico”  si affronterà il tema della pesca sostenibile con lo chef Mariano Guardianelli, Alice Pari di Fondazione cetacea e la veterinaria Valentina Tepedino. L’associazione Tempi di Recupero proporrà poi degli appuntamenti per trattare il tema dello spreco e del recupero alimentare.

Al Meni – Rimini – 7-8 agosto 2021 – www.almeni.it

a cura di Laura Giorgi